Lavoratori dello spettacolo: istruzioni INPS per la domanda di riesame indennità ALAS

Francesco Rodorigo - Leggi e prassi

L'INPS con il messaggio n. 2535 del 22 giugno 2022 fornisce le istruzioni relative alla presentazione della domanda di riesame per l'indennità ALAS, per i lavoratori dello spettacolo in possesso dei requisiti. Gli interessati hanno 20 giorni a disposizione per inviare la richiesta dalla stessa sezione dove è stata inviata la domanda originale, selezionando l'apposita voce del menu.

Lavoratori dello spettacolo: istruzioni INPS per la domanda di riesame indennità ALAS

Lavoratori dello spettacolo, è possibile presentare la domanda di riesame per le richieste di indennità ALAS respinte.

Lo comunica l’INPS tramite il messaggio n. 2535 del 22 giugno 2022, nel quale fornisce le istruzioni per procedere con l’istanza.

Nel caso in cui la domanda per l’indennità ALAS sia stata respinta per non aver superato i controlli relativi all’accertamento dei requisiti previsti, i lavoratori autonomi dello spettacolo interessati potranno inviare la richiesta di riesame entro 20 giorni dalla pubblicazione del messaggio INPS oppure dalla ricezione del provvedimento, se successiva.

La domanda si può presentare dalla stessa sezione del sito INPS da cui è stata inoltrata la domanda originale, selezionando la voce del menu “Richiedi riesame”. Sarà necessario fornire un’adeguata motivazione e l’eventuale documentazione a supporto.

Lavoratori dello spettacolo: istruzioni INPS per le domande di riesame dell’indennità ALAS

L’INPS, tramite il messaggio n. 2535 del 22 giugno 2022, fornisce le istruzioni relative alla presentazione della domanda di riesame in caso di rigetto dell’istanza per ricevere l’indennità ALAS.

Si tratta dell’indennizzo per la disoccupazione involontaria riservato ai lavoratori autonomi dello spettacolo, previsto dal Decreto Sostegni bis.

L’Istituto comunica che la procedura istruttoria delle domande prevede controlli automatici sui requisiti, incompatibilità e incumulabilità previsti dalla normativa.

L’esito della domanda e la relativa motivazione sono consultabili sul sito INPS, alla voce “Le mie ultime domande” della sezione “Indennità per i lavoratori autonomi dello spettacolo (ALAS)”.

Nel caso in cui la domanda sia stata respinta per il mancato superamento dei controlli sui requisiti, è possibile presentare una richiesta di riesame.

Il termine di scadenza per la presentazione è di 20 giorni, calcolati a decorrere dalla data:

  • di pubblicazione del messaggio INPS (22 giugno 2022);
  • di ricezione del respingimento della domanda.

Le motivazioni per la mancata approvazione della domanda e l’eventuale documentazione necessaria che bisogna presentare per procedere al riesame sono riportate nell’allegato 1 della circolare n. 2535.

INPS - Messaggio n. 2535 del 22 giugno 2022 - Allegato 1
Legenda esiti di reiezione

Gli interessati possono presentare la domanda utilizzando la stessa sezione del sito INPS con cui è stata presentata la domanda originale, selezionando dal menu la voce “Richiedi riesame”.

Il sistema chiederà di riportare le motivazioni del riesame e l’eventuale documentazione necessaria a supporto, come indicato nell’allegato 1. Una volta completato il procedimento l’utente dovrà selezionare “Presenta richiesta di riesame”.

Lavoratori dello spettacolo: i requisiti per ricevere l’indennità ALAS

L’indennità ALAS per i lavoratori autonomi dello spettacolo è una misura prevista dall’art. 66 del Decreto Sostegni bis, n.73/2021.

Consiste in un indennizzo economico concesso in seguito alla perdita involontaria del lavoro.

Viene erogata in misura pari al 75 per cento del reddito medio mensile, per un massimo di sei mesi, e non è compatibile con altre prestazioni previdenziali.

L’INPS ha illustrato le modalità di presentazione delle domande e i requisiti necessari nella circolare n. 8 del 2022.

In particolare, i lavoratori autonomi dello spettacolo devono essere in possesso dei seguenti requisiti al momento della presentazione della domanda:

  • non svolgere rapporti di lavoro autonomo o subordinato;
  • non ricevere un trattamento pensionistico diretto a carico di gestioni previdenziali obbligatorie;
  • non percepire il reddito di cittadinanza o essere parte di un nucleo beneficiario;
  • aver versato contributi per 15 giornate lavorative nel periodo che va dal 1° gennaio dell’anno precedente quello in cui hanno cessato involontariamente di lavorare. Inclusi quelli figurativi versati a titolo di congedo obbligatorio di maternità e parentale;
  • avere, nell’anno precedente alla presentazione della domanda, un reddito non superiore a 35.000 euro.

I lavoratori autonomi dello spettacolo, dunque, possono inviare la domanda di riesame dell’istanza per un’ulteriore verifica dei requisiti necessari per ricevere l’indennità ALAS.

INPS - Messaggio n. 2535 del 22 giugno 2022
Indennità per i lavoratori autonomi dello spettacolo (ALAS) prevista dall’articolo 66, commi da 7 a 16, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106, recante “Misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali”. Gestione delle istruttorie relative agli eventuali riesami

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network