Artigiani e commercianti, in arrivo avvisi bonari della rata di maggio 2018

Avvisi bonari in arrivo per gli iscritti alle Gestioni artigiani e commercianti: è stata avviata l'elaborazione per il pagamento della rata di contributi INPS in scadenza a maggio 2018.

Artigiani e commercianti, in arrivo avvisi bonari della rata di maggio 2018

È stata avviata prima della pausa estiva l’elaborazione degli avvisi bonari per gli iscritti alle gestioni artigiani e commercianti.

A comunicarlo è il messaggio n. 2933 pubblicato il 20 luglio 2018 dall’INPS: gli avvisi bonari saranno riferiti alla rata dei contributi in scadenza a maggio 2018.

Con gli avvisi bonari l’INPS comunica agli interessati il mancato versamento dei contributi previdenziali. In particolare, l’INPS avvisa quali sono i contributi dovuti nel caso specifico da artigiani e commercianti e non pagati entro le scadenze previste dalla normativa.

L’invio dell’avviso bonario per gli iscritti alle Gestioni Inps artigiani e commercianti precede l’emissione dell’avviso di addebito dal valore esecutivo.

Artigiani e commercianti, in arrivo avvisi bonari della rata di maggio 2018

Per artigiani e commercianti iscritti presso le gestioni speciali dei lavoratori autonomi, il messaggio pubblicato dall’INPS il 20 luglio 2018 comunica l’avvio della fase di emissione degli avvisi bonari relativi alla rata dei contributi in scadenza il 16 maggio 2018.

Gli avvisi bonari saranno a disposizione del contribuente all’interno del Cassetto previdenziale Artigiani e Commercianti al seguente indirizzo:

“Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti” > “Posizione Assicurativa” > “Avvisi Bonari”.

Per i destinatari degli avvisi bonari sarà inoltre predisposta anche la relativa comunicazione, visualizzabile al seguente indirizzo:

“Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti” > “Comunicazione bidirezionale” > “Atti emessi” > “Avvisi Bonari generalizzati”.

L’avviso bonario per il pagamento della rata dei contributi in scadenza a maggio 2018 sarà inoltre comunicato con l’invio di una mail alert ai titolari di posizione contributiva e loro intermediari.

Il messaggio n. 2933 dell’INPS, che di seguito si allega, comunica che qualora l’iscritto avesse già effettuato il pagamento, potrà comunicarlo utilizzando l’apposito servizio presente al seguente indirizzo:

“Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti” > “Comunicazione bidirezionale” > “Comunicazioni” > “Invio quietanza di versamento”.

PDF - 84.7 Kb
INPS - messaggio numero 2933 del 20 luglio 2018
Gestione Artigiani e Commercianti. Avvisi Bonari relativi alla rata in scadenza a maggio 2018

Contributi INPS 2018 artigiani e commercianti: importi e scadenze

Le scadenze per il versamento dei contributi dovuti nel 2018 sul minimale di reddito per gli iscritti alla gestione Inps artigiani e commercianti sono le seguenti:

  • 16 maggio 2018,
  • 21 agosto 2018,
  • 16 novembre 2018,
  • 18 febbraio 2019.

Per i contributi sulla quota eccedente il minimale, invece, le scadenze per il versamento sono le stesse previste per il pagamento dell’Irpef a titolo di saldo 2017, primo acconto 2018 e secondo acconto 2018.

L’aliquota dei contributi Inps per i lavoratori artigiani e commercianti iscritti all’Inps è fissata al 24% a partire dal 2018 per effetto di quanto previsto dall’art. 24, comma 22 del D.L. n. 201/2011.

Anche per l’anno 2018 la circolare Inps chiarisce che continua ad applicarsi la riduzione del 50% dei contributi Inps dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali di età maggiore ai 65 anni e già pensionati presso le gestioni dell’Istituto.

Per gli iscritti alla gestione degli esercenti attività commerciali, all’aliquota ridotta dovrà essere sommato lo 0,09%, a titolo di aliquota aggiuntiva istituita ai fini dell’indennizzo per la cessazione definitiva dell’attività commerciale, obbligo prorogato fino al 31 dicembre 2018.

All’importo dei contributi Inps artigiani e commercianti sommano il contributo per le prestazioni di maternità, pari a 0,62 euro mensili.

Per tutti gli ulteriori dettagli si rimanda alla guida dedicata con il dettaglio di aliquote e modalità di calcolo per il 2018.