Ecobonus, comunicazione Enea: entro oggi rettifica dei dati per i lavori del 2018

Rosy D’Elia - Irpef

Ecobonus: entro la scadenza del 2 dicembre la rettifica dei dati inseriti nella comunicazione Enea che riguarda i lavori completati nel 2018. Quando si possono modificare le informazioni? La risposta nella guida alla dichiarazione dei redditi 2019 dell'Agenzia delle Entrate.

Ecobonus, comunicazione Enea: entro oggi rettifica dei dati per i lavori del 2018

Ecobonus: i contribuenti che hanno effettuato la comunicazione Enea hanno tempo fino a oggi, 2 dicembre, per procedere alla rettifica dei dati inseriti. La scadenza permette di aggiustare il tiro sulle informazioni che riguardano i lavori completati nel 2018.

La data coincide con il termine ultimo per presentare la dichiarazione dei redditi, il 30 novembre, slittato automaticamente a lunedì 2 dicembre.

Nella circolare numero 13 del 2019 dell’Agenzia delle Entrate, le informazioni che si possono modificare e alcune precisazioni di cui tener conto.

Ecobonus, comunicazione Enea: entro oggi rettifica dei dati per i lavori del 2018

Ancora poche ore a disposizione dei contribuenti che hanno provveduto a inviare la comunicazione Enea per beneficiare dell’ecobonus sui lavori completati nel 2018 e devono procedere con la rettifica dei dati.

L’agevolazione permette di ottenere una detrazione dal 50 al 75% per le spese effettuate. Per beneficiarne è necessario inviare entro 90 giorni solari dal termine degli interventi trasmettere ad ENEA, tramite la piattaforma dedicata all’anno in cui sono terminati i lavori, i dati che riguardano gli interventi realizzati.

La scadenza per intervenire sulle informazioni che riguardano il lavori completati nel 2018 è fissata al 2 dicembre, così come specificato nella circolare numero 21 del 23 aprile 2010 in cui si legge:

“La comunicazione in rettifica della precedente dovrà, comunque, essere inviata entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale la spesa può essere portata in detrazione, in modo da poter calcolare la detrazione sulle spese effettivamente sostenute nell’anno al quale la dichiarazione si riferisce”.

La rettifica della comunicazione Enea per beneficiare dell’ecobonus sui lavori del 2018 deve essere effettuata sempre per via telematica, con un nuovo invio dei dati che annulla e sostituisce la precedente.

Ecobonus, comunicazione Enea: le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate sulla rettifica dei dati

Non bisogna provvedere a una rettifica dei dati contenuti nella dichiarazione qualora sia stato indicato un nominativo diverso dall’intestatario del bonifico o della fattura o non sia stato indicato che possono beneficiare dell’agevolazione più contribuenti.

In questi casi basta solo dimostrare di essere in possesso dei documenti (fatture e bonifici) che attestano il sostenimento dell’onere e la misura in cui tale onere è stato effettivamente sostenuto.

Nella circolare numero 13 del 2019, dedicata alle istruzioni per la presentazione della dichiarazione dei redditi entro la scadenza del 2 dicembre, l’Agenzia delle Entrate fornisce anche le indicazioni da seguire nel caso di errori commessi in fase di compilazione della scheda inviata all’Enea.

In particolare è possibile e necessario intervenire sui dati della comunicazione Enea nei seguenti casi:

  • errori nella indicazione dei dati anagrafici del contribuente, dei dati identificativi dell’immobile oggetto di intervento, degli altri soggetti beneficiari della detrazione, delle spese conteggiate, etc…;
  • indicazione di importi di spesa diversi da quelli effettivamente sostenuti.

Nel documento, inoltre, alcune precisazioni sul passato:

“Se la scheda contenente gli errori è stata inviata dal 2009 al 2017, non è più possibile inviare la scheda rettificativa. Per il 2008, poiché non era possibile rettificare telematicamente il contenuto delle schede informative inviate all’ENEA, il contribuente può continuare ad usufruire della detrazione se da tutti gli altri documenti necessari in suo possesso si evince la correttezza di quanto indicato nella dichiarazione dei redditi”.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it