Comunicazione ENEA Ecobonus 2018: ecco come fare

Comunicazione ENEA Ecobonus 2018: si avvicina la prima scadenza per l'invio della dichiarazione. Di seguito la guida a come fare con le istruzioni per la trasmissione delle informazioni dei lavori effettuati.

Comunicazione ENEA Ecobonus 2018: ecco come fare

Ecobonus 2018: si avvicina la prima scadenza per l’invio della comunicazione ENEA.

La comunicazione ENEA è, come noto, uno degli adempimenti per beneficiare dell’Ecobonus, la detrazione per le spese di risparmio energetico, e di seguito vedremo come fare sulla base delle istruzioni messe a disposizione dall’Ente.

Per i lavori conclusi prima del 30 marzo 2018, giorno di pubblicazione della piattaforma alla quale inviare la dichiarazione per l’Ecobonus entro 90 giorni dal termine dei lavori, la scadenza è stata prorogata al 30 giugno 2018.

In pratica, i 90 giorni dalla fine dei lavori si calcolano, per tutti i lavori conclusi da gennaio a marzo, a partire dal 30 marzo 2018 in quanto in precedenza non era ancora stato messo a disposizione il portale per l’invio della comunicazione ENEA obbligatoria.

Con l’approssimarsi della scadenza, di seguito vedremo come fare e quali sono i dati da inviare online tramite il sito http://finanziaria2018.enea.it/. Si tratta di uno dei passaggi obbligatori per beneficiare del bonus per i lavori di risparmio energetico che, ricordiamo, consente di portare in detrazione fiscale un importo che va dal 50% e fino all’85% della spesa sostenuta.

La stessa comunicazione è obbligatoria, a partire dal 1° gennaio 2018, per alcune tipologie di lavori di ristrutturazione: si attendono ancora le indicazioni ufficiali su quando e come bisognerà inviarla.

Ecco le istruzioni per la compilazione e l’invio all’ENEA della comunicazione Ecobonus 2018.

Comunicazione ENEA Ecobonus 2018: ecco come fare

Per effettuare la comunicazione ENEA sui lavori conclusi a partire dal 1° gennaio 2018 bisognerà accedere al sito http://finanziaria2018.enea.it/ e, dopo essersi registrati, bisognerà procedere con la compilazione della dichiarazione di detrazione.

Prima di vedere quali dati bisognerà inserire si ricorda che la pratica dovrà essere compilata online esclusivamente sul sito relativo all’anno in cui sono terminati i lavori ed entro il termine di 90 giorni alla data di fine lavori.

La documentazione dovrà essere inviata all’ENEA, stampata, firmata e conservata in caso di controlli sulla spettanza delle detrazioni fiscali.

Per l’invio della comunicazione sarà possibile rivolgersi anche ad intermediari mentre CAF o commercialisti possono richiedere copia della pratica inviata e dei documenti necessari ai fini della compilazione della dichiarazione dei redditi muniti di codice CPID, inviato all’utente dall’ENEA dopo aver completato l’invio dei documenti.

Istruzioni compilazione comunicazione ENEA

Per poter beneficiare delle detrazioni fiscali dell’Ecobonus 2018 bisognerà inviare all’ENEA i seguenti dati:

  • dati anagrafici del beneficiario;
  • informazioni relative all’immobile oggetto di intervento;
  • tipologia di intervento.

Si tratta delle sezioni da compilare per poter effettuare l’invio della dichiarazione. Oltre ai dati relativi al soggetto che richiede la detrazione bisognerà prestare particolare attenzione alle informazioni relative all’immobile presso cui sono stati effettuati i lavori e alla tipologia di intervento effettuato.

In merito ai dati da trasmettere e ai requisiti dei lavori effettuati per ciascuna tipologia di lavoro effettuato bisognerà far riferimento alle schede tecniche aggiornate dall’ENEA per il 2018.

Il vademecum per l’Ecobonus 2018 riepiloga tutti i lavori incentivati. Per ciascuno di essi è disponibile una scheda con requisiti tecnici richiesti e documentazione da conservare.

Compilazione dichiarazione tipologia intervento

Dopo aver compilato i dati anagrafici e quelli dell’immobile, bisognerà procedere indicando le informazioni relative alla dichiarazione sulla tipologia di intervento effettuato.

Si riporta di seguito, a titolo esemplificativo, la schermata presente sul portale ENEA 2018 in merito ai lavori e alle spese sostenute per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale:

In questo caso bisognerà indicare i dati relativi all’impianto termico esistente che è stato oggetto di sostituzione e successivamente indicare l’impianto acquistato per il quale si intende richiedere la detrazione Ecobonus 2018.

In questa sezione bisognerà inserire, inoltre, la spesa sostenuta per la quale si intende beneficiare del bonus fiscale. I costi sono comprensivi delle spese professionali.

Si ricorda inoltre che nel caso di lavori per i quali è previsto l’obbligo di asseverazione del tecnico bisognerà aver cura di conservare il documento originale in formato cartaceo nel quale dovrà essere riportata la firma e il timbro del tecnico che l’ha compilato.

Dopo aver compilato la dichiarazione ENEA bisognerà verificare le informazioni inserite nella comunicazione e successivamente procedere all’invio e alla stampa della dichiarazione.

Ecobonus 2018: lavori e importo della detrazione

Rimandando alla guida dedicata per ulteriori approfondimenti, si allega di seguito una tabella riepilogativa con i lavori per i quali è possibile richiedere l’Ecobonus nel 2018 e la relativa percentuale di detrazione:

Si ricorda che, oltre all’indicazione della spesa nella dichiarazione dei redditi, per poter beneficiare delle detrazioni fiscali la comunicazione ENEA Ecobonus è obbligatoria.

Per aiutare gli utenti a risolvere i problemi di natura tecnica e procedurale sul portale curato dei tecnici ENEA acs.enea.it sono disponibili un vademecum, risposte alle domande più frequenti (FAQ), la normativa di riferimento e un servizio di help desk a cui inviare i propri quesiti.