Ecobonus auto 2022, i nuovi incentivi per veicoli elettrici e ibridi: prenotazioni dal 25 maggio

Tommaso Gavi - Incentivi alle imprese

Ecobonus auto, incentivi per l'acquisto di nuovi veicoli elettrici e ibridi. Il decreto del Presidente del Consiglio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 16 maggio 2022. Per le auto euro 6, contributo da 3 mila euro fino a 5 mila euro con rottamazione. Agevolazioni anche per l'acquisto di moto e veicoli per il trasporto di cose. Sono validi i contratti a partire dalla data di pubblicazione ma le prenotazioni partono dal 25 maggio 2022.

Ecobonus auto 2022, i nuovi incentivi per veicoli elettrici e ibridi: prenotazioni dal 25 maggio

Ecobonus auto 2022, prenotazione dei nuovi incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi, a basse emissioni di CO2, a partire dal 25 maggio.

Il decreto del presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dello Sviluppo economico è stato registrato dalla Corte dei Conti e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 16 maggio 2022.

La misura dovrebbe entra in vigore nella stessa giornata della pubblicazione, tuttavia la piattaforma per prenotarsi sarà operativa a partire dal prossimo 25 maggio.

Per l’acquisto di auto euro 6 gli incentivi partono da 3 mila euro e arrivano fino a 5 mila euro, in caso di rottamazione.

Anche i contributi per moto elettriche o ibride partono da 3 mila euro e sono incrementati di mille euro con rottamazione.

Incentivi anche per l’acquisto di nuovi veicoli commerciali elettrici di categoria N1 e N2, ossia veicoli per il trasporto merci.

Ecobonus auto 2022, i nuovi incentivi per veicoli elettrici e ibridi

L’ecobonus auto 2022 entra nel vivo: la misura prevista dal decreto Bollette, affidata a un decreto del presidente del Consiglio su proposta del Ministro dello Sviluppo economico, è pronto per l’attuazione.

La Corte dei Conti ha registrato il decreto, che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 16 maggio. Rispetto ai tempi previsti dall’articolo 22 del DL numero 17 del 2022 si registra un ritardo: l’arrivo dei decreti era previsto entro 30 giorni dall’entrata in vigore DL Bollette.

ll decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 6 aprile 2022, rubricato come “Riconoscimento degli incentivi per l’acquisto di veicoli non inquinanti”, entra in vigore subito.

Gazzetta Ufficiale - Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 6 aprile 2022
Riconoscimento degli incentivi per l’acquisto di veicoli non inquinanti.

Di conseguenza, sono validi i contratti di vendita a partire dal 16 maggio 2022.

Per la prenotazione vera e propria si dovrà attendere la messa a disposizione della piattaforma, che sarà operativa a partire dal prossimo 25 maggio.

Confermati in ogni caso gli incentivi per l’acquisto dei veicoli elettrici e ibridi e il rilancio del settore automotive, di cui il nuovo decreto fornisce i dettagli.

Per quanto riguarda le auto, l’acquisto di euro 6 tra la data di pubblicazione del decreto e il 31 dicembre 2022 darà diritto a un contributo di 3 mila euro, che salgono a 5 mila euro in caso di rottamazione di un veicolo fino a euro 5.

Nello specifico, sono previsti incentivi che variano in base alle emissioni dei nuovi veicoli.

Gli importi previsti sono i seguenti:

  • per l’acquisto di nuovi veicoli di categoria M1, di classe non inferiore a euro 6 e nella fascia di emissioni 0-20 g/km, ovvero auto elettriche con un prezzo fino a 35 mila euro IVA esclusa, è previsto contributo di 3 mila euro a cui si aggiungono altri 2 mila euro con la rottamazione di un’auto inferiore a Euro 5;
  • per l’acquisto di nuovi veicoli di categoria M1 di classe non inferiore a euro 6 e nella fascia di emissioni 21-60 g/km, ovvero auto ibride plug-in con un prezzo fino a 45 mila euro IVA esclusa, è previsto un contributo di 2 mila euro a si aggiungono altri 2 mila euro con la rottamazione di un’auto inferiore a Euro 5;
  • per l’acquisto di nuovi veicoli di categoria M1 di classe non inferiore a euro 6 e nella fascia di emissioni 61-135 g/km, ovvero auto endotermiche a basse emissioni con un prezzo fino a 35 mila euro più IVA, la somma massima che si può ricevere è 2 mila euro con la rottamazione di un’auto inferiore a Euro 5.

La tabella riassuntiva fornisce un quadro complessivo dei nuovi incentivi per l’acquisto di auto nel 2022.

Tipologia di veicolo Incentivo Incentivo addizionale
nuovi veicoli M1 (emissioni 0-20 g/km), auto elettriche con un prezzo fino a 35 mila euro + IVA 3 mila euro 2 mila euro con rottamazione di un’auto inferiore a Euro 5
nuovi veicoli M1 (emissioni 21-60 g/km), auto ibride plug-in con un prezzo fino a 45 mila euro + IVA 2 mila euro 2 mila euro con rottamazione di un’auto inferiore ad Euro 5
nuovi veicoli M1 (emissioni 61-135 g/km), auto endotermiche a basse emissioni con un prezzo fino a 35 mila euro + IVA 2 mila euro con rottamazione di un’auto inferiore ad Euro 5 -

I contributi sono destinati alle persone fisiche anche per acquistare in locazione finanziaria auto, moto, veicoli a tre ruote e quadricicli.

I veicoli acquistati in leasing, però, dovranno essere intestati ai beneficiari dei contributi e la proprietà dovrà essere mantenuta in capo ad essi per almeno 12 mesi.

Ecobonus auto 2022, gli incentivi per moto e altri veicoli

Oltre all’ecobonus auto sono anche previsti contributi per moto elettriche o ibride, per un ammontare iniziale di 3 mila euro che sale di mille euro, nel caso di rottamazione.

Le somme spettano per per l’acquisto di ciclomotori e motocicli elettrici e ibridi, che rientrano nelle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7.

Nello specifico sono previsti i seguenti importi:

  • fino a 3 mila euro per coprire il 30 per cento del prezzo di acquisto;
  • fino a 4 mila euro per coprire il 40 per cento del prezzo di acquisto, con rottamazione di una moto da euro 0 a 3.

L’acquisto di ciclomotori e motocicli termici nuovi che rientrano nelle stesse categorie indicate è previsto a fronte di uno sconto del venditore del 5 per cento e consiste in un contributo del 40 per cento del prezzo d’acquisto e fino a 2500 euro con rottamazione.

Lo specchietto di sintesi riporta i dettagli sull’incentivo.

Tipologia di veicolo Incentivo
ciclomotori e motocicli elettrici e ibridi (categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7) 3 mila euro per coprire il 30 per cento del prezzo
ciclomotori e motocicli elettrici e ibridi (categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7) 4 mila euro per coprire il 40 per cento del prezzo (con rottamazione di una moto da euro 0 a 3
ciclomotori e motocicli termici nuovi (categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7) fino a 2500 euro (con rottamazione) per coprire il 40 per cento del prezzo, a fronte di uno sconto del venditore del 5 per cento

In ultimo sono previsti anche incentivi per piccole e medie imprese, comprese le persone giuridiche, su veicoli per il trasporto di cose.

Gli acquisti di nuovi veicoli commerciali elettrici di categoria N1 e N2, ovvero veicoli per il trasporto merci e con rottamazione di un veicoli inferiore a euro 4, danno diritto a contributi dei seguenti importi:

  • 4 mila euro per veicoli N1 fino a 1,5 tonnellate;
  • 6 mila euro per veicoli N1 tra 1,5 e 3,5 tonnellate;
  • 12 mila euro per veicoli N2 tra 3,5 e 7 tonnellate;
  • 14 mila euro per l’acquisto veicoli N2 superiori a 7 tonnellate.

Ecobonus auto 2022, le risorse a disposizione

Le risorse a disposizione, sbloccate dal decreto del presidente del Consiglio, approvato su proposta del ministro dello Sviluppo economico, di concerto con i ministri dell’Economia e delle Finanze, delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili e della Transizione Ecologica, ammontano a 650 milioni di euro.

I fondi a disposizione per l’acquisto di auto sono così ripartiti:

  • 220 milioni di euro per i contributi su veicoli con emissioni 0-20 g/km e prezzo di listino non superiore a 35.000 euro IVA esclusa;
  • 225 milioni di euro per gli importi per auto con emissioni 0-20 g/km e prezzo di listino non superiore a 45.000 euro IVA esclusa;
  • 170 milioni di euro per le somme per auto con emissioni 0-20 g/km e prezzo di listino non superiore a 35.000 euro IVA esclusa.

25 milioni di euro sono invece destinati all’agevolazione sulle moto e i motocicli, i veicoli a tre ruote e i quadricicli.

Infine, per gli acquisti di veicoli commerciali per il trasporto merci esclusivamente elettrici, sono a disposizione 10 milioni di euro.

Le risorse del settore automotive si inseriscono in piano di incentivi strutturali che ha una dotazione di 8,7 miliardi di euro a disposizione fino al 2030.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network