Digital tax 2021, imposta servizi digitali: modello di dichiarazione e istruzioni

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Digital tax 2021, dall'Agenzia delle Entrate arrivano il modello di dichiarazione per l'imposta sui servizi digitali e le relative istruzioni. La scadenza per l'invio è fissata al 30 aprile per il 2021. Le novità nel provvedimento del 25 gennaio.

Digital tax 2021, imposta servizi digitali: modello di dichiarazione e istruzioni

Digital tax 2021, tutto pronto per l’avvio dell’imposta sui servizi digitali.

Con il provvedimento del 25 gennaio 2021, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione il modello di dichiarazione e le relative istruzioni. La web tax italiana è pronta al via, in attesa di una regolamentazione comunitaria sulla tassazione dei giganti del web.

La scadenza per la trasmissione telematica relativa ai dati del 2020 è stata prorogata al 30 aprile 2021; a regime invece, la trasmissione dovrà essere effettuata entro il 31 marzo di ciascun anno.

Dai soggetti obbligati all’invio della dichiarazione, alle istruzioni per la trasmissione del nuovo modello DST, facciamo il punto sulle novità contenute nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 25 gennaio 2021.

Digital tax 2021, imposta servizi digitali: modello di dichiarazione DST e istruzioni

Sono obbligati a trasmettere il modello di dichiarazione relativo all’imposta sui servizi digitali i soggetti esercenti attività d’impresa che, nell’anno d’imposta precedente, hanno realizzato, ovunque nel mondo, singolarmente o a livello di gruppo:

  • un ammontare complessivo di ricavi non inferiore a euro 750.000.000;
  • un ammontare di ricavi da servizi digitali non inferiore a euro 5.500.000 nel territorio dello Stato.

Nelle istruzioni relative al modello DST (Imposta sui Servizi Digitali) viene inoltre chiarito che i soggetti non residenti nel territorio dello Stato presentano la dichiarazione:

  • tramite una stabile organizzazione nel territorio dello Stato;
  • direttamente, se in possesso di un codice fiscale rilasciato dall’Amministrazione Finanziaria italiana;
  • direttamente, previa richiesta del codice fiscale, qualora ne siano privi;
  • tramite un rappresentante fiscale appositamente nominato.

Sono questi i soggetti passivi della digital tax, la web tax italiana, individuati prima dal provvedimento del 15 gennaio 2021 ed ora dal nuovo provvedimento del 25 gennaio, relativo alla dichiarazione annuale per l’applicazione dell’imposta.

Il modello di dichiarazione, corredato da istruzioni e specifiche tecniche per l’invio telematico all’Agenzia delle Entrate, potrà essere inviato entro la scadenza del 30 aprile 2021.

Il decreto n. 3/2021 ha disposto la proroga di un mese del termine di trasmissione; la scadenza ordinaria, a partire dal prossimo anno, è invece fissata al 31 marzo.

Modello dichiarazione imposta servizi digitali 2021
Scarica il modulo in pdf per la dichiarazione sulla digital tax - Provvedimento del 25 gennaio 2021
Modello dichiarazione imposta servizi digitali 2021 - istruzioni
Scarica le istruzioni allegate al provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 25 gennaio 2021
Specifiche tecniche dichiarazione servizi digitali 2021
Scarica le specifiche tecniche per la trasmissione telematica allegate al provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 25 gennaio 2021
Agenzia delle Entrate - provvedimento 25 gennaio 2021
Approvazione del modello DST (Digital Services Tax) per la dichiarazione dell’imposta sui servizi digitali, delle relative istruzioni e delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati

Digital tax 2021, chi paga l’imposta sui servizi digitali e scadenze per versamento e dichiarazione

L’imposta sui servizi digitali, con aliquota del 3%, si applica alla fornitura dei seguenti servizi digitali:

  • veicolazione su un’interfaccia digitale di pubblicità mirata agli utenti della medesima interfaccia;
  • messa a disposizione di un’interfaccia digitale multilaterale che consente agli utenti di essere in contatto e di interagire tra loro, anche al fine di facilitare la fornitura diretta di beni o servizi;
  • trasmissione di dati raccolti da utenti e generati dall’utilizzo di un’interfaccia digitale.

Sono due le scadenze da tenere a mente, ambedue ritoccate dal decreto n. 3/2021:

  • la scadenza per il versamento dell’imposta è fissata al 16 marzo 2021, in luogo del termine ordinario del 16 febbraio;
  • la scadenza per l’invio del modello di dichiarazione DST è fissata al 30 aprile 2021, in luogo del termine ordinario del 31 marzo.
Digital TaxScadenza 2021Scadenza a regime
Versamento imposta servizi digitali 16 marzo 2021 16 febbraio
Invio dichiarazione servizi digitali 30 aprile 2021 31 marzo

L’ultimo tassello mancante è ora relativo al codice tributo per il versamento mediante modello F24, da istituire con separata risoluzione.

Si ricorda invece che i soggetti non residenti che non dispongono di un conto corrente presso sportelli bancari o postali situati in Italia e che non possono eseguire il pagamento con modello F24, effettuano il versamento mediante bonifico:

  • a favore del Bilancio dello Stato al Capo 8 - Capitolo 1006 (codice IBAN IT43W0100003245348008100600),
  • indicando quale causale del bonifico il codice fiscale, il codice tributo e l’anno di riferimento.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network