Credito e liquidità per famiglie e imprese, dati MEF: richieste al Fondo di Garanzia PMI per 223 miliardi

Tommaso Gavi - Leggi e prassi

Credito e liquidità per famiglie e imprese, le richieste di garanzie di finanziamenti al Fondo di Garanzia PMI ammontano a circa 223 miliardi di euro. A renderlo noto sono i dati contenuti nel comunicato congiunto della task force, incaricata del monitoraggio delle misure dei provvedimenti emergenziali. Al 25 gennaio 2022 le garanzie di SACE raggiungono i 32,4 miliardi di euro.

Credito e liquidità per famiglie e imprese, dati MEF: richieste al Fondo di Garanzia PMI per 223 miliardi

Credito e liquidità per famiglie e imprese, continuano le rilevazioni sulle somme distribuite in base alle misure dei provvedimenti emergenziali.

I dati MEF aggiornati sono stati diffusi attraverso il comunicato stampa numero 18 del 26 gennaio 2022.

Le richieste relative a garanzie per nuovi finanziamenti bancari per le micro, piccole e medie imprese, presentate al Fondo di Garanzia per le PMI, raggiungono il valore di circa 223 miliardi di euro.

Gli importi concessi sulla base di “Garanzia Italia” di SACE, arrivano a circa 32,4 miliardi di euro, per un totale di oltre 4 mila richieste.

Credito e liquidità per famiglie e imprese, dati MEF: richieste al Fondo di Garanzia PMI per circa 223 miliardi di euro

Continuano gli aggiornamenti sul credito e liquidità per famiglie e imprese, previsti sulla base dei diversi provvedimenti emergenziali.

I dati sono stati diffusi dal comunicato stampa numero 18 del 26 gennaio 2022 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, e della task force incaricata del monitoraggio.

Il valore complessivo delle garanzie per nuovi finanziamenti bancari richieste da micro, piccole e medie imprese attraverso il Fondo di Garanzia per le PMI, si attesta a circa 223 miliardi di euro.

MEF - Comunicato stampa numero 18 del 26 gennaio 2022
Comunicato congiungo di Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ministero dello Sviluppo Economico, Banca d’Italia, Associazione Bancaria Italiana, Mediocredito Centrale e Sace.

I dati vengono forniti sulla base delle rilevazioni della task force costituita da:

  • Ministero dell’Economia e delle Finanze;
  • Ministero dello Sviluppo Economico;
  • Banca d’Italia;
  • Associazione Bancaria Italiana;
  • Mediocredito Centrale;
  • SACE.

Attraverso il programma “Garanzia Italia” di SACE, sono stati garantiti prestiti per circa 32,4 miliardi di euro. Il totale delle richieste ricevute ammonta a 4.384.

Prendendo in considerazione l’intero periodo pandemico, dal 17 marzo 2020 al 25 gennaio 2022, il MEF e il Mediocredito Centrale (MCC) rendono noto che sono 2.591.426 le richieste di garanzie, pervenute all’apposito fondo e destinate a favore di imprese, artigiani, autonomi e professionisti.

I principali rilevamenti delle misure previste dal decreto Cura Italia e dal decreto Liquidità sono aggiornati a ieri, 25 gennaio 2022.

Credito e liquidità per famiglie e imprese: richieste tramite SACE per 32,4 miliardi di euro

Le domande relative alle misure introdotte con i decreti Cura Italia e Liquidità sono 2.574.216, per un importo complessivo di circa 221,3 miliardi di euro.

Prendendo in considerazione la tipologia:

  • 1.179.715 riguardano finanziamenti fino a 30.000 euro, per complessivi 23 miliardi di euro che possono essere erogati senza attendere l’esito definitivo dell’istruttoria da parte del Gestore;
  • 694.894 garanzie per moratorie di cui all’art. 56 del DL Cura Italia per un importo finanziato di circa 27,1 miliardi di euro.

Alla data odierna, le operazioni accolte sono 2.573.638 operazioni, 2.556.772 delle quali si riferiscono ai primi due decreti emergenziali DL Cura Italia e Liquidità.

Per quanto riguarda i prestiti garantiti attraverso lo strumento SACE per sostenere le imprese italiane colpite dall’emergenza coronavirus, 9,9 miliardi di euro riguardano sedici operazioni garantite attraverso la procedura ordinaria prevista dal Decreto Liquidità.

Si tratta di finanziamenti destinati a imprese di grandi dimensioni: con oltre 5000 dipendenti in Italia o con un valore del fatturato superiore agli 1,5 miliardi di euro.

Quasi il doppio delle somme sono garantite tramite procedura semplificata, circa 22,4 miliardi di euro.

Il comunicato stampa sottolinea inoltre che le richieste sono state:

gestite ed emesse tutte entro 48 ore dalla ricezione attraverso la piattaforma digitale dedicata a cui sono accreditate oltre 250 banche, istituti finanziari e società di factoring e leasing.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network