Un credito di imposta per i professionisti: la proposta di G. Diretto (Unagraco)

Rosy D’Elia - Commercialisti ed esperti contabili

Credito di imposta e agevolazioni fiscali per le aggregazioni dei professionisti: per affrontare ostacoli e nuove sfide il lavoro di squadra è la strategia da seguire. Questa la visione futura di Giuseppe Diretto, presidente Unagraco, presente al Forum Commercialisti 2020.

Credito di imposta e agevolazioni fiscali per le aggregazioni dei professionisti: per affrontare ostacoli e nuove sfide il lavoro di squadra è la migliore strategia. Questa la visione futura di Giuseppe Diretto, presidente Unagraco, Unione Nazionale Commercialisti e degli Esperti Contabili.

In cima alla lista delle criticità per il 2020 ci sono i rapporti con l’Agenzia delle Entrate e il Ministero dell’Economia e delle Finanze. “Gli ostacoli sono tanti ma dobbiamo affrontarli, superarli, vincerli”.

Sottolinea il presidente ai microfoni di Informazione Fiscale durante la seconda giornata del Forum Commercialisti ed Esperti Contabili 2020, organizzato a Milano dal quotidiano Italia Oggi dal 13 al 15 gennaio.

Lavoro di squadra su digitale e privacy e credito di imposta per l’aggregazione dei professionisti

La via più breve per farlo, e la richiesta per il 2020 che il presidente Unagraco definisce “atavica”, è una semplificazione del sistema.

Bisognerebbe rispondere a un’esigenza comune di professionisti e contribuenti:

“Hanno bisogno di un fisco molto più semplice. Si inseriscono sempre più nuovi adempimenti a discapito sia della professione che delle imprese”.

Attualmente, invece, si va verso una tendenza opposta, e per questo servono nuove strategie.

Anche per le questioni più spinose, come digitale e privacy, oltre le criticità ci sono delle opportunità che possono aprirsi per la professione.

Giuseppe Diretto ammette una resistenza iniziale nei confronti della rivoluzione digitale in atto nel mondo del fisco, ma sottolinea:

“Sono temi su cui i commercialisti possono dare un grossissimo contributo insieme agli avvocati, agli informatici”.

Un credito di imposta per le aggregazioni dei professionisti: la proposta di Diretto, Unagraco

La strada da percorrere per chi opera nel mondo del Fisco è sicuramente quella del lavoro di squadra.

“L’evoluzione della normativa può riservare anche sviluppi maggiori della professione, di nicchie, che non vanno lasciati ad altre professioni”.

Per mettere a frutto questa unione di forze è necessario “favorire gli strumenti di aggregazione tra professionisti”, sottolinea Giuseppe Diretto, presidente Unagraco durante la seconda giornata del Forum Commercialisti 2020.

“Oggi assistiamo, grazie alla politica fiscale che è stata fatta, a uno scioglimento degli studi associati per un risparmio fiscale”.

La rotta dovrebbe essere opposta:

“C’è bisogno di un credito di imposta per le aggregazioni, in modo tale che studi associati o società professionali non siano penalizzati dal punto di vista fiscale”.

L’obiettivo è duplice: unire le forze tra colleghi che operano nello stesso ambito ma anche poter agire al meglio in un’ottica multidisciplinare.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it