Crediti formativi commercialisti, riduzione per il 2020 a causa del coronavirus

Rosy D’Elia - Commercialisti ed esperti contabili

Crediti formativi commercialisti, arriva una riduzione sul numero obbligatorio da raggiungere nel 2020. Ad imporla è l'emergenza coronavirus che sta avendo il suo impatto anche sulla formazione professionale della categoria. La decisione del CNDCEC nell'informativa numero 16 dl 5 marzo 2020 e le istruzioni per gestire le attività formative in questo momento di crisi.

Crediti formativi commercialisti, riduzione per il 2020 a causa del coronavirus

Crediti formativi commercialisti, arriva una riduzione sul numero obbligatorio da raggiungere nel 2020. A determinare la necessità di rivedere le regole canoniche è il coronavirus che sta avendo il suo impatto anche sulla formazione professionale: nelle zone maggiormente colpite dall’emergenza, infatti, le attività sono sospese fino al 3 aprile e in tutta Italia gli Ordini sono stati invitati a rivedere modalità e tempi di svolgimento.

La decisione e le indicazioni per la gestione degli eventi formativi al tempo della crisi epidemiologica COVID 19 nell’informativa numero 16 del 5 marzo 2020 che il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ha inviato ai presidenti degli Ordini.

Crediti formativi commercialisti, riduzione per il 2020 a causa del coronavirus

Dalla scuola agli Ordini professionali, l’emergenza coronavirus impone una revisione delle regole standard anche per quanto riguarda gli obblighi formativi.

Nelle zone maggiormente colpite dalla crisi epidemiologia prima di tutto, ma anche nel resto d’Italia i calendari delle attività di formazione devono fare i conti con le restrizioni imposte dai provvedimenti del governo per arginare il contagio.

In questa ottica si inserisce la riduzione dei crediti formativi obbligatori richiesti ogni anno ai commercialisti per il 2020.

Nel testo dell’informativa numero 16 del 5 marzo 2020 che il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ha indirizzato ai presidenti degli ordini si legge:

“Il Consiglio Nazionale nella seduta del 3 marzo u.s. ha inoltre deliberato che al termine dell’emergenza verrà stabilita una riduzione dei crediti obbligatori ai fini della fpc per l’anno 2020”.

Non è ancora stato stabilito di quanto sarà ridotto il totale solitamente richiesto ai professionisti: almeno 90 crediti verificabili nell’arco di un triennio, con un minimo di 20 crediti verificabili per ciascun anno. La misura della riduzione dipenderà anche dall’evolversi della situazione.

Riduzione crediti formativi commercialisti 2020 e revisione delle attività formative a causa del coronavirus

Nel testo, il CNDCEC annuncia che nei prossimi giorni saranno comunicate anche le misure di sostegno che il Consiglio d’accordo con le Casse di Previdenza di Categoria metterà a disposizione per i professionisti colpiti dall’emergenza.

L’emergenza coronavirus impone una revisione del calendario e delle modalità da adottare per le attività formative delle prossime settimane.

Fino al 3 aprile c’è l’invito a sospendere i corsi professionali per gli Ordini che si trovano nei territori indicati negli allegati 2 e 3 del decreto legge del 23 febbraio 2020:

  • Regioni:
    • Emilia-Romagna;
    • Lombardia;
    • Veneto.
  • Province:
    • Pesaro e Urbino;
    • Savona;
    • Bergamo;
    • Lodi;
    • Piacenza;
    • Cremona.

Ma non mancano le indicazioni specifiche anche per il resto d’Italia: per “ogni forma di riunione e attività formativa (quali convegni, seminari di aggiornamento professionale, etc.)” sono da privilegiare modalità telematiche o in generale modalità tali da assicurare un “adeguato distanziamento come misura precauzionale”.

Inoltre, il Consiglio fornisce istruzioni per la gestione degli eventi richiesti in accreditamento sul portale Fpc che sono stati rinviati a causa dell’emergenza:

  • tutti gli appuntamenti in calendario fino al 5 marzo sono da lasciare in sospeso fino alla nuova data, una volta stabilito il giorno dal Consiglio dell’Ordine sarà necessario inviare una comunicazione via PEC all’inidirizzo [email protected] perché si possa provvedere alla variazione della scheda evento;
  • per gli eventi in calendario dal 5 marzo in poi è necessario indicare la data convenzionale del 30 giugno 2020.

Tutti i dettagli nel testo integrale dell’Informativa CNDCEC numero 16 del 5 marzo 2020.

PDF - 1.4 Mb
CNDCEC - Informativa numero 16 del 5 marzo 2020
Istruzioni operative per l’adozione di misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID 19 ai sensi del dl numero 6/2020, del DPCM 1 marzo 2020, del dl n. 9/2020, del DPCM 4 marzo 2020 e della Direttiva Funzione pubblica 1/2020.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it