Corrispettivi telematici e adeguamento RT, ancora una proroga: la scadenza passa al 2022

Corrispettivi telematici e adeguamento RT, nuova proroga: la scadenza passa al 1° gennaio 2022. Non scatterà più il 1° ottobre l'obbligo di adottare il nuovo tracciato. L'ennesimo slittamento dei termini è dato ancora una volta dall'emergenza Covid, a stabilirlo è l'Agenzia delle Entrate con il provvedimento numero 228725 del 7 settembre 2021.

Corrispettivi telematici e adeguamento RT, ancora una proroga: la scadenza passa al 2022

Corrispettivi telematici e adeguamento RT, Registratore Telematico: lunga proroga, concessa un pezzettino per volta, per il debutto dell’obbligo di adottare il nuovo tracciato. La scadenza passa dal 1° ottobre al 1° gennaio 2022, termine già rivisto ben due volte dallo scorso dicembre.

La motivazione? Sempre la stessa: la necessità di concedere più tempo a causa dell’emergenza Covid.

Lo stabilisce l’Agenzia delle Entrate con il provvedimento numero 228725 del 7 settembre 2021.

Corrispettivi telematici e adeguamento RT, ancora una proroga: la scadenza passa al 2022

La storia della proroga dell’obbligo di adeguamento al nuovo tracciato per l’invio dei corrispettivi telematici giornalieri somiglia a tante altre. Una su tutte quella dell’adesione al servizio di consultazione delle fatture elettroniche.

Un primo, originario, provvedimento viene riscritto più e più volte. La scadenza per aggiornare il sistema slitta nuovamente in avanti e passa dal 1° ottobre al 1° gennaio 2022.

Il termine autunnale, infatti, era frutto della proroga disposta lo scorso 30 marzo dall’Agenzia delle Entrate, a ridosso del termine stabilito con il provvedimento dello scorso 23 dicembre e così via nel meccanismo a ritroso.

Con il documento pubblicato il 7 settembre 2021, vengono ancora una volta riscritti i tempi per adottare le novità che riguardano lo scontrino elettronico:

  • dal 1° gennaio 2022 debutta l’utilizzo esclusivo del nuovo tracciato telematico dei dati dei corrispettivi giornalieriTIPI DATI PER I CORRISPETTIVI – versione 7.0 - giugno 2020”, e dell’adeguamento dei Registratori telematici;
  • entro il 31 dicembre 2021 i produttori possono dichiarare la conformità alle specifiche tecniche di un modello già approvato dall’Agenzia delle entrate.

Sarà possibile, dunque, continuare per qualche mese a usare la versione 6.0.

Ancora una volta l’obbligo di adeguarsi alle novità viene rimandato, si legge nel provvedimento, per recepire le “richieste provenienti dalle associazioni di categoria” alla luce delle difficoltà che derivano dal perdurare dell’emergenza Covid.

Agenzia delle Entrate - Provvedimento numero 228725 del 7 settembre 2021
Modifiche al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate n. 182017 del 28 ottobre 2016, come modificato dai provvedimenti n. 99297 del 18 aprile 2019, n. 1432217 del 20 dicembre 2019, n. 248558 del 30 giugno 2020, n. 389405 del 23 dicembre 2020 e n. 83884 del 30 marzo 2021, in tema di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network