Contributi a fondo perduto, risorse dal bonus vacanze per sbloccare le domande sospese

Rosy D’Elia - Dichiarazioni e adempimenti

Contributi a fondo perduto, per la copertura delle domande sospese arrivano nuove risorse del bonus vacanze. 500 milioni di euro per sbloccare le somme a cui hanno diritto società e persone fisiche con i requisiti richiesti. I dettagli nello schema di decreto ministeriale trasmesso alla Presidenza del Senato il 15 ottobre 2020.

Contributi a fondo perduto, risorse dal bonus vacanze per sbloccare le domande sospese

Contributi a fondo perduto, domande sospese a causa delle risorse insufficienti: la soluzione arriva dal bonus vacanze. Se da un lato le risorse non bastano, dall’altro risultano in eccesso, e si procede con una compensazione.

Sulla base dei dati emersi dal monitoraggio del Ministero dell’Economia e delle Finanze ci sarà un travaso di risorse pari a 500 milioni di euro.

In base a quanto stabilito dal DL numero 34 del 2020, infatti, è possibile intervenire sulle somme da destinare alle misure previste dai decreti emergenziali per ricalibrare i fondi in base alle esigenze emerse.

Contributi a fondo perduto, in arrivo risorse dal bonus vacanze per sbloccare le domande sospese

Secondo i dati forniti dall’Agenzia delle Entrate, sono state presentate 2.381.112 domande di accesso ai contributi a fondo perduto per un totale di 6.568 milioni di euro.

Il valore delle somme da erogare ai singoli beneficiari è calcolato in base allo scaglione di fatturato di appartenenza del richiedente, partendo da un minimo di 1.000 euro per le persone fisiche e 2.000 euro per le persone giuridiche.

Sulla base dei calcoli effettuati considerando la platea potenziale, i fondi a disposizione per erogare i contributi a fondo perduto a società e partite IVA sono risultati inferiori dell’8% rispetto alla richieste.

Nella relazione tecnica allegata allo “schema di decreto ministeriale recante compensazione interventi fiscali - Bonus vacanze e contributo a fondo perduto”, trasmesso alla Presidenza del Senato il 15 ottobre 2020, si legge:

“La stima dell’onere era stata valutata in 6,192 miliardi di euro per il 2020, prendendo a riferimento i dati sintetici della fatturazione elettronica che riguardano, senza considerare i professionisti esclusi dal contributo, 2,6 milioni di soggetti su un totale di circa 4,4 milioni di partite IVA attive (circa il 59% del totale)”.

Un errore di calcolo che ha messo in stand by le ultime domande di accesso alla misura prevista dall’articolo 25 del Decreto Rilancio. Se, infatti, i primi beneficiari hanno ricevuto rapidamente le somme a cui avevano diritto, coloro che hanno presentato domanda a partire dalla seconda metà di luglio e quindi più a ridosso della scadenza del 10 agosto 2020, restano ancora in attesa di riceverli.

Contributi a fondo perduto, domande sospese: dal bonus vacanze 500 milioni di euro

A sbloccare la situazione, però, arriva un altro strumento del DL numero 34 del 2020, il bonus vacanze.

In questo caso, infatti, si è verificata la situazione inversa: le stime effettuate per stabilire i fondi da stanziare si sono rivelate ben più abbondanti rispetto alle richieste dei cittadini.

“A seguito del monitoraggio sulla spesa condotto con riferimento agli articoli 25 e 176 del decreto-legge n. 34/2020, è emerso che la spesa correlata al Contributo a fondo perduto (articolo 25) si è rilevata più elevata di quanto preventivato dalla relativa relazione tecnica e, invece, quella derivante dal Tax credit vacanze (articolo 176) ha fatto registrare margini di economia”.

Si legge nel testo.

Sul beneficio, da un minimo di 150 euro ai 500 euro, destinato ai nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 euro da utilizzare per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast fino al 31 dicembre 2020 c’è stato, infatti, un netto risparmio.

Per il bonus vacanze erano state previste risorse utili a soddisfare 5,1 milioni di domande mentre al 23 settembre sono solo 1,5 milioni le richieste effettivamente presentate.

Le risorse utilizzate, infatti, risultano pari a 689.760.100 euro, a fronte di uno stanziamento di 1.677,2 milioni di euro, una differenza che permette di spostare dalla dotazione del bonus vacanze a quella del contributo a fondo perduto i 500 milioni di euro utili a sbloccare le domande sospese dalla scorsa estate.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network