Ecobonus, i 90 giorni per la comunicazione ENEA si calcolano dal 30 marzo 2018

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Più tempo per la comunicazione ENEA dei lavori ammessi all'Ecobonus: il calcolo dei 90 giorni parte dal 30 marzo 2018.

Ecobonus, i 90 giorni per la comunicazione ENEA si calcolano dal 30 marzo 2018

Ecobonus, più tempo per la comunicazione ENEA dei lavori conclusi nel 2018.

A comunicarlo è la stessa Agenzia per il risparmio energetico, con un avviso pubblicato il 22 maggio 2018 sul portale d’invio Finanziaria 2018.

Il motivo sono i ritardi e problemi causati, in parte, dalle importanti novità sulla detrazione Ecobonus 2018 per i lavori di risparmio energetico introdotte con la Legge di Bilancio, con le due diverse aliquote di bonus previste sulla base della tipologia di spesa sostenuta.

Come ogni anno, i contribuenti che hanno effettuato lavori in casa o in condominio volti al risparmio energetico, dovranno inviare all’ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori un’apposita comunicazione, secondo le diverse istruzioni previste per ciascuna tipologia di spesa sostenuta.

L’adempimento è fondamentale al fine di poter beneficiare delle detrazioni fiscali che, si ricorda, per i lavori effettuati e conclusi nel 2018 sono pari al 50%, al 65% e fino all’85% per i lavori in condominio.

Tuttavia, tenuto conto che il portale per l’invio Finanziaria 2018 è stato attivato dal 30 marzo 2018, per gli interventi conclusi prima di tale data il termine di 90 giorni è di fatto prorogato di tre mesi.

Ecobonus, i 90 giorni per la comunicazione ENEA si calcolano dal 30 marzo 2018

Si riporta di seguito il messaggio pubblicato dall’ENEA sul portale relativo all’Ecobonus 2018:

“Si avvisano gli utenti e si chiarisce che il portale d’invio Finanziaria 2018, è attivo dal 30/03/2018. Per gli interventi la cui data di fine lavori (collaudo) è antecedente il 30/03/2018, considerando che l’indisponibilità del sito costituisce causa di forza maggiore, il termine di 90 giorni per la trasmissione dei dati previsti decorre dal 30 marzo 2018.”

Pertanto, qualora la data di conclusione dei lavori sia antecedente alla pubblicazione del sito per l’invio della comunicazione, il termine di 90 giorni dovrà essere calcolato in ogni caso a partire dal 30 marzo e non dalla data effettiva di collaudo.

Comunicazione ENEA Ecobonus 2018: quali dati inviare

In merito alle informazioni da trasmettere all’ENEA entro 90 giorni dal termine dei lavori, i dati obbligatori da inviare sono i seguenti:

  • copia dell’attestato di certificazione o di qualificazione energetica e la scheda informativa relativa agli interventi realizzati;
  • la data di fine lavori, dalla quale decorre il termine per l’invio della documentazione, coincide con il giorno del collaudo;
  • se per il tipo di lavoro effettuato non è richiesto il collaudo, il contribuente può provare la data di fine lavori con altra documentazione emessa da chi ha eseguito i lavori (o dal tecnico che compila la scheda informativa). In tal caso, non è ritenuta valida un’autocertificazione del contribuente.

Oltre a differire al 30 marzo 2018 la data a partire dalla quale decorrono i 90 giorni per l’invio della comunicazione, l’ENEA ha precisato che la “Scheda descrittiva dell’intervento” dovrà essere firmata da un tecnico abilitato solo nei casi in cui è prevista l’asseverazione (tutti i casi sono riportati nei vademecum ENEA).

Per maggiori dettagli ed istruzioni i lettori possono far riferimento alla guida dedicata all’invio della comunicazione ENEA Ecobonus 2018.

Comunicazione ENEA ristrutturazioni 2018: quali novità?

Tra le novità in materia di detrazioni introdotte dalla Legge di Bilancio 2018 si segnala che, anche per i lavori di ristrutturazione conclusi a partire dal 1° gennaio è stato introdotto l’obbligo di comunicazione ENEA.

Tuttavia, precisa l’ENEA, per la trasmissione dei dati per gli interventi di ristrutturazione edilizia che accedono al bonus casa - detrazioni 50% che comportano riduzione dei consumi energetici, non sono ancora state pubblicate le indicazioni da parte delle istituzioni.

Pertanto, per i lavori di ristrutturazione si invitano gli utenti a non trasmettere ad ENEA dati e/o documenti fino all’apertura dell’apposito nuovo sito.

Ecobonus 2018: le novità e le spese ammesse in detrazione al 50% e al 65%

L’Ecobonus è stato oggetto di importanti modifiche per i lavori effettuati dal 1° gennaio 2018. Rimandando alla guida completa e aggiornata per tutte le istruzioni, di seguito si riporta l’infografica con tutte le novità e le spese detraibili al 50% e al 65%: