Codice tributo compensazione credito d’imposta affitti di aprile

Guendalina Grossi - Dichiarazione dei redditi

Il codice tributo da utilizzare per la compensazione nei modelli F24 del credito di imposta sugli affitti pagati ad aprile 2020 sarà diverso da quello utilizzato per marzo: lo chiarisce la risoluzione dell'Agenzia delle Entrate numero 32/E del 6 giugno 2020.

Codice tributo compensazione credito d'imposta affitti di aprile

Credito d’imposta locazioni aprile 2020: l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 32/E del 6 giugno 2020 ha comunicato qual è il codice tributo da utilizzare per la compensazione, tramite modello F24, della misura agevolativa prevista dall’articolo 28 del Decreto Rilancio.

Ricordiamo che il credito d’imposta è pari al 60 per cento degli affitti pagati per gli immobili ad uso non abitativo ed al 30 per cento del canone nei casi contratti di affitto d’azienda.

La compensazione del credito dovrà avvenire utilizzando il modello F24 che dovrà poi essere inviato all’Agenzia delle Entrate esclusivamente attraverso i servizi telematici Entratel e Fisconline.

Evidenziamo subito un aspetto problematico e che - a modesto avviso di chi scrive - appare esattamente il contrario del concetto di semplificazione: il codice tributo sugli affitti relativo al mese di aprile sarà diverso da quello di marzo. Occorrerà prestare quindi molta attenzione a non commettere errori nella compilazione dei modelli F24.

Credito d’imposta locazioni aprile 2020: il codice tributo da utilizzare

Con la risoluzione n. 32/E pubblicata il 6 giugno 2020, l’Agenzia delle Entrate ha fornito il codice tributo da utilizzare per la compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta locazioni previsto dal DL Rilancio.

Il comma 6 dell’art. 28 del Decreto Rilancio prevede che il credito d’imposta per le locazioni sia utilizzabile nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa oppure in compensazione successivamente all’avvenuto pagamento dei canoni; in alternativa, tale credito potrà anche essere ceduto a terzi.

La compensazione potrà essere eseguita utilizzando il codice tributo “6920” nel modello F24 da presentare esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dell’Agenzia delle Entrate.

Nello scorso mese di marzo, invece, la compensazione nel modello F24 per la stessa fattispecie andava fatta con il codice tributo 6914 (occorre quindi prestare massima attenzione per evitare di compensare con il codice tributo errato).

Risoluzione n. 32/E del 6 giugno 2020 dell’Agenzia delle Entrate
Istituzione del codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta di cui all’articolo 28 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34

Codice tributo 6920 per il credito d’imposta affitti aprile 2020: le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate e la circolare con tutti i chiarimenti operativi

L’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 14/E del 6 giugno 2020 ha fornito diverse indicazioni in merito al credito d’imposta del 60 per cento del canone mensile per la locazione, il leasing o la concessione di immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento di attività industriali, commerciali, artigianali, agricole inserito nel DL Rilancio.

Il documento pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate si concentra sulla misura agevolativa partendo dai requisiti per accedere sino alle modalità di fruizione del credito.

La circolare dell’AdE, si sofferma, inoltre sui soggetti beneficiari, includendo anche i forfettari e gli enti non commerciali, compresi gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti, che svolgono attività istituzionale di interesse generale.

Codice tributo 6920 per il credito di imposta sugli affitti di aprile 2020
Circolare numero 14/E del 6 giugno 2020 dell’Agenzia delle Entrate: istruzioni operative per l’utilizzo del credito di imposta sugli affitti del mese di aprile

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it