Bonus Garanzia giovani, bonus sud e fondo disabili: dove sono le circolari INPS per il 2019?

Giuseppe Guarasci - Incentivi alle imprese

Inps, dove sono le circolari per Garanzia giovani, bonus sud e fondo disabili? D'accordo, il sistema degli incentivi alle imprese in Italia è retroattivo ma al 2 aprile mancano ancora le istruzioni INPS: il diritto alle agevolazioni non si perde, ma i tempi di attesa diventano sempre più lunghi.

Bonus Garanzia giovani, bonus sud e fondo disabili: dove sono le circolari INPS per il 2019?

Garanzia giovani, bonus sud e fondo disabili: in Italia gli incentivi alle imprese sono retroattivi e diventano un ossimoro. Il 1° aprile mancano ancora le istruzioni INPS: il diritto alle agevolazioni non si perde, ma i tempi di attesa diventano sempre più lunghi.

L’incentivo guarda al futuro, è una spinta, uno stimolo. Ma in un sistema lento diventa retroattivo e volge lo sguardo verso il passato, ritorna sui sui passi, generando un sistema che si basa su un meccanismo di spinte contrarie.

Anno dopo anno, le istruzioni e i dettagli operativi dell’INPS che sbloccano la possibilità di accedere ai bonus arrivano sempre più tardi. Nel 2017 la circolare sul Bonus Sud è arrivata il 1° marzo, mentre nel 2018 è stata pubblicata il 19 marzo, il documento che ha dettato le regole su Garanzia Giovani, invece, negli ultimi due anni è arrivato il 28 febbraio e il 19 marzo.

Per quanto riguarda il 2019, invece, ancora nulla è stato pubblicato. Nei primi quattro mesi dell’anno dallo Stato non arriva nessuna spinta per le imprese che assumono i lavoratori per cui si ha diritto alle agevolazioni, con effetti potenzialmente negativi sulle imprese e sul mercato del lavoro.

Mentre per il Fondo disabili l’ultima circolare risale al 2016, e dopo che la Legge di Bilancio 2019 ha stanziato nuovi fondi si attendono anche nuove istruzioni...

Circolari INPS 2019 e Bonus Garanzia giovani, bonus sud e fondo disabili: gli incentivi previsti

Gli sgravi contributivi previsti dei tre incentivi congelati nei primi mesi dell’anno sono strumenti preziosi nelle mani delle aziende che hanno intenzione di assumere.

Per il Bonus Garanzia Giovani, ad esempio, si prevede un incentivo pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, per un importo massimo di 8.060,00 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile per dodici mensilità.

Se ne ha diritto per le assunzioni di giovani dai 16 ai 29 anni Not (engaged) in Education, Employment or Training , non occupati e non impegnati in percorsi di istruzione o formazione che aderiscono al Programma Garanzia Giovani.

Lo stesso importo massimo di sgravi contributivi è previsto per il Bonus Sud.

Si ha diritto all’agevolazione per le assunzioni con contratto a tempo indeterminato di lavoratori di età compresa tra i 16 e i 34 anni e di disoccupati da almeno sei mesi di età dai 35 anni in su. Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia (regioni meno sviluppate) e Abruzzo, Molise, Sardegna (regioni in transizione) sono i territori interessati.

Secondo quanto stabilito dal decreto legislativo numero 151/2015, anche per quanto riguarda l’assunzione a tempo indeterminato di persone con disabilità fisica o psichica spettano degli incentivi:

  • per i lavoratori con una riduzione della capacità lavorativa superiore al 79% o affetti da disabilità intellettiva e psichica che comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45% il contributo è pari a 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali;
  • per i lavoratori con una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% e il 79% il contributo è pari al 35% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali.

La durata del beneficio varia in base alle caratteristiche del lavoratore assunto e alla tipologia di rapporto di lavoro instaurato.

Ancora non sono arrivate le circolari INPS Bonus Garanzia giovani, bonus sud e fondo disabili... ma il sistema è retroattivo

Utilizzando il nuovo portale del Ministero del Sviluppo Economico che raccoglie tutte le agevolazioni previste per le aziende, gli imprenditori hanno accesso a tutte le informazioni utili.

Ma dalla teoria alla pratica le cose si complicano.

Ad oggi, per il 2019, le agevolazioni sono previste ma non disponibili.

Emblematici di un sistema che si blocca sono i collegamenti in fondo alle schede dei bonus Garanzia Giovani e Sud, pubblicate sul portale www.incentivi.gov.it: i link rimandano a pagine del sito dell’Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro non più attive...

Messaggio di errore, lo stesso che compare ai datori di lavoro che provano a chiedere l’accesso ai contributi, nonostante la Legge di Bilancio abbia già previsto dei fondi per il 2019.

Dal riconoscimento del diritto ad ottenere un’agevolazione all’effettivo godimento la strada è lunga: nel caso dei bonus Garanzia Giovani e Sud, ad esempio, dalla conferma dell’incentivo nella Legge di Bilancio si passa ai decreti direttoriali dell’ANPAL e, infine, alle circolari INPS che rappresentano le chiavi d’accesso ai contributi.

Il tempo della burocrazia è lento e spezzato, mentre quello delle aziende segue un flusso costante e continuo: è così che il sistema degli incentivi viaggia su spinte contrarie.

Si tratta solo di attendere le istruzioni operative: nessuno dei datori di lavoro perderà il diritto ad ottenere le agevolazioni, quando i fondi saranno sbloccati saranno soddisfatte tutte le richieste. Ma intanto i primi quattro mesi dell’anno sono passati. E, si sa, il tempo è denaro.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it