Certificato INAIL di infortunio: novità sull’invio dal 28 aprile 2022

Alessio Mauro - Leggi e prassi

Certificato INAIL di infortunio: a partire dal 28 aprile sarà disponibile un nuovo applicativo per l'invio. Si fa un passo avanti verso la scadenza del 1° gennaio 2023: dal prossimo anno sarà operativo solo il servizio Rest. I dettagli nella notizia pubblicata il 21 febbraio.

Certificato INAIL di infortunio: novità sull'invio dal 28 aprile 2022

Certificato INAIL di infortunio, novità per l’invio a partire dal 28 aprile: diventa operativo un nuovo applicativo per la trasmissione dei documenti utili a certificare l’inabilità al lavoro nelle tre modalità ammesse: online, offline e tramite cooperazione applicativa/interoperabilità.

Si fa un primo passo verso la scadenza del 1° gennaio 2023: dal prossimo anno sarà operativo unicamente il servizio Rest.

I dettagli nella notizia pubblicata dall’Istituto il 21 febbraio 2022.

Certificato INAIL di infortunio: nuovo servizio per l’invio dal 28 aprile

Cambiano le modalità di invio del certificato INAIL che documenta lo stato di inabilità temporanea assoluta al lavoro in seguito a un infortunio lavorativo.

Dal 28 aprile 2022 è operativo il nuovo applicativo per l’invio.

“Le novità riguardano i contenuti del certificato, nel tracciato del file da inviare in modalità offline in formato .xml, nell’interfaccia utente del servizio online, aggiornata in base alle nuove linee guida dell’Istituto, nell’architettura tecnologica e nella modalità di interoperabilità, adeguata alle linee guida Agid, in sostituzione della cooperazione applicativa”.

Si legge nell’avviso pubblicato sul portale INAIL.

Il certificato di infortunio deve essere inviato all’Istituto e al datore di lavoro quando un medico rileva uno stato di inabilità temporanea al lavoro, o anche la guarigione, che deriva un evento legato all’attività lavorativa.

Di seguito il modello cartaceo con il prospetto da compilare con tutti i dati utili.

INAIL - Modello 1 SS
Certificazione Medica di infortunio lavorativo

Certificato INAIL di infortunio: le istruzioni sulle novità in arrivo

Alla luce delle novità in arrivo, gli utenti che trasmettono il certificato INAIL di infortunio offline o in cooperazione applicativa devono adeguare i propri sistemi.

Coloro che si avvalgono delle modalità di invio offline, ovvero tramite il file in formato .txt, .xml oppure .zip, devono aggiornarsi entro la scadenza del 28 aprile 2022, seguendo le istruzioni fornite nel manuale dedicato.

INAIL - Manuale utente certificati medici di infortunio
Manuale INAIL in vigore dal 28 aprile 2022

I soggetti che operano in cooperazione applicativa potranno continuare ad affidarsi al servizio già in uso, ma solo fino alla fine del 2022.

L’INAIL, infatti, mette in guardia:

A partire dal 1° gennaio 2023 è, infatti, unicamente operativo il nuovo servizio Rest. Per l’adeguamento al nuovo servizio occorre consultare la documentazione tecnica disponibile agli indirizzi www.inail.it/api/docs/home e www.inail.it/onecatalog/#!/pdd/prod (servizio “API Certificati Medici Infortunio - CMI-CertificatoMedicoInfortunio”).

In questo anno di transizione le Regioni devono aderire al nuovo accordo, in via di definizione, per l’utilizzo del servizio Rest.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network