Cena di Natale con i dipendenti, è deducibile? Quando si considera spesa di rappresentanza

Non sempre la cena di Natale con i dipendenti è deducibile come spesa di rappresentanza. Le regole da seguire ed i requisiti da rispettare sono contenuti nella circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 34/2009.

Cena di Natale con i dipendenti, è deducibile? Quando si considera spesa di rappresentanza

La cena di Natale organizzata dall’azienda con i propri dipendenti è deducibile dal reddito come spesa di rappresentanza?

Ai fini della deducibilità della spesa sostenuta è necessario che la stessa rispetti specifici requisiti e che rappresenti un momento utile all’accrescimento del prestigio dell’azienda.

È stata l’Agenzia delle Entrate, all’alba dell’introduzione della nuova disciplina sulla deduzione delle spese di rappresentanza, ad illustrare quando la cena aziendale è deducibile dall’impresa.

Le indicazioni operative sono contenute nella circolare n. 34/2009, che dispone chiaramente che il costo non rientra tra le spese di rappresentanza se alla cena natalizia partecipano solo i dipendenti dell’azienda. A fare la differenza sono quindi i partecipanti.

Cena di Natale con i dipendenti, è deducibile? Quando si considera spesa di rappresentanza

Non solo la cena natalizia, ma tutte le spese sostenute per feste, ricevimenti, o altri eventi aziendali organizzati in occasione di ricorrenze o festività non sono considerate spese di rappresentanza se vi partecipano soltanto i dipendenti.

È questo quanto chiarito dall’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 34/E del 13 luglio 2009, emanata a seguito della modifica al regime della deducibilità dal reddito d’impresa delle spese di rappresentanza di cui all’articolo 108, comma 2 del TUIR.

Agenzia delle Entrate - circolare n. 34 del 13 luglio 2009
Modifiche al regime di deducibilità dal reddito d’impresa delle spese di rappresentanza - Articolo 108 del Testo unico delle imposte sui redditi, come modificato dall’articolo 1, comma 33, lettera p), della legge 24 dicembre 2007, n. 244

Ai fini della deducibilità delle spese di rappresentanza è necessario che queste rispettino i requisiti di inerenza e congruità.

È il decreto ministeriale 19/11/2008 a fornire una chiara definizione di spese di rappresentanza:

“si considerano inerenti, sempre che effettivamente sostenute e documentate, le spese per erogazioni a titolo gratuito di beni e servizi, effettuate con finalità promozionali o di pubbliche relazioni e il cui sostenimento risponda a criteri di ragionevolezza in funzione dell’obiettivo di generare anche potenzialmente benefici economici per l’impresa ovvero sia coerente con pratiche commerciali di settore.”

È quindi evidente che la cena di Natale organizzata con i dipendenti non soddisfa i requisiti richiesti ai fini della deducibilità delle stesse come spesa di rappresentanza.

Deducibilità cena di Natale, spesa di rappresentanza se partecipano anche i clienti

Diverso è invece il discorso qualora all’evento organizzato dall’azienda partecipino anche clienti esterni.

Soltanto in tal caso la cena aziendale di Natale è considerata spesa di rappresentanza, ed è quindi deducibile nella seguente misura:

  • 1,5% dei ricavi fino a 10 milioni di euro;
  • 0,6% dei ricavi da 10 a 50 milioni di euro;
  • 0,4% dei ricavi per la parte eccedente i 50 milioni di euro.

Considerando la differenza notevole fatta dai partecipanti alla cena natalizia, è fondamentale che l’impresa documenti in maniera chiara e precisa la tipologia di destinatari delle spese.

Sarà quindi fondamentale che dai giustificativi di spesa emerga chiaramente che, oltre ai dipendenti, l’evento aziendale ha visto la partecipazione anche di clienti.

Cena di Natale con i dipendenti, il trattamento fiscale

Se la cena natalizia è organizzata esclusivamente come scambio di auguri con i dipendenti, la spesa sostenuta è considerata una prestazioni di servizi gratuita e, in quanto tale, deducibile ai sensi di quando previsto dal comma 5, articolo 109 del TUIR così come le spese per alberghi e ristoranti.

Il costo sostenuto dall’impresa sarà quindi deducibile al 75% ma nel limite del 5 per mille delle spese per prestazioni di lavoro dipendente, secondo quanto previsto dal comma 1, articolo 100 del TUIR per gli Oneri di utilità sociale.

Questo sito contribuisce all'audience di Evolution ADV Network Logo Evolution adv