Cedolino pensione febbraio 2021, continuano le operazioni di conguaglio INPS

Rosy D’Elia - Pensioni

Cedolino pensione febbraio 2021: come ogni mese, sul portale INPS sono disponibili per i pensionati i dati sulle trattenute fiscali e su altri elementi che incidono sull'importo. Trattenute addizionali e regionali, operazioni di conguaglio 2020 e verifica di congruità sulle pensioni d'oro sono alcuni dei fattori da considerare. Le istruzioni per l'accesso.

Cedolino pensione febbraio 2021, continuano le operazioni di conguaglio INPS

Cedolino pensione febbraio 2021: come ogni mese, i pensionati possono verificare gli elementi che hanno un impatto sull’importo totale dell’assegno a cui hanno diritto accedendo al portale INPS.

Trattenute addizionali comunali e regionali, operazioni di conguaglio 2020 e verifiche sul valore delle pensioni d’oro sono alcuni dei fattori da considerare per questa mensilità.

Come ormai accade dall’inizio dell’emergenza, anche la pensione di febbraio 2021 è arrivata in anticipo per coloro che ricevono le somme tramite Poste Italiane, con un calendario in ordine alfabetico a partire dal 25 gennaio.

Tutti gli altri devono attendere il 1° febbraio, primo giorno bancabile del mese, per ricevere gli assegni.

Cedolino pensione febbraio 2021: come visualizzarlo sul portale INPS

Non è ancora chiaro se anche a marzo 2021 le somme saranno erogate in tempi più brevi, ma è probabile che lo schema ormai consolidato si confermi fino alla fine dell’emergenza coronavirus, attualmente stabilita per il 30 aprile 2021.

Intanto, come di consueto, per verificare da dove deriva l’importo degli assegni ricevuti è possibile accedere al cedolino pensione di febbraio 2021.

Per visualizzarlo è necessario, prima di tutto, collegarsi al sito istituzionale INPS e accedere al servizio utilizzando le credenziali previste:

  • PIN rilasciato dall’INPS;
  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

Entrando nel portale istituzionale, nella sezione dedicata al cedolino pensione febbraio 2021, è possibile verificare tutti gli elementi che hanno avuto un impatto sull’importo della pensione.

Cedolino pensione febbraio 2021: continuano le operazioni di conguaglio

Come indicato dall’INPS nella notizia del 28 gennaio 2021, per il mese di febbraio 2021 vengono trattenute insieme all’IRPEF mensile anche le addizionali regionali e comunali del 2020, che come di consueto vengono effettuate in 11 rate nell’anno successivo a quello cui si riferiscono.

Proseguono, inoltre, le operazioni di conguaglio del 2020: in caso di trattenute IRPEF e addizionale regionale e comunale a saldo inferiori al dovuto, a febbraio viene effettuata la seconda rata di recupero.

L’INPS, poi, specifica:

“Nel caso di pensionati con importo annuo complessivo dei trattamenti pensionistici fino a 18.000 euro, per il quali il ricalcolo dell’ IRPEF ha determinato un conguaglio a debito di importo superiore a 100 euro, la rateazione viene estesa fino alla mensilità di novembre (articolo 38, comma 7, legge 122/2010)”.

C’è, inoltre, dal 2021 una novità per la tassazione delle pensioni i cui titolari non risultino percettori di altre prestazioni pensionistiche.

Per garantire l’applicazione dell’imposta in maniera omogenea nel corso ed evitare una trattenuta più elevata sulla tredicesima, dal 2021 le ritenute IRPEF vengono calcolate direttamente sull’importo complessivo annuo della pensione e vengono trattenute mensilmente, al netto delle detrazioni eventualmente spettanti, nei mesi da gennaio a dicembre.

Cedolino pensione febbraio 2021: i risultati delle verifiche sulle pensioni d’oro

Nel mese di febbraio, inoltre, viene anche effettuata la verifica di congruità sugli importi trattenuti nel corso del 2020 come riduzione delle pensioni d’oro.

Due le situazioni possibili:

  • conguaglio positivo a favore del pensionato e importo a credito inserito nel pagamento con il rateo di pensione di febbraio;
  • conguaglio negativo e importo recuperato in quattro rate a partire da febbraio.

Quest’ultima ipotesi richiede un’ulteriore precisazione: se dal ricalcolo dell’ IRPEF conseguente alla riduzione dell’imponibile riferito al 2020 si è determinato un importo a credito, lo stesso verrà posto in pagamento a febbraio.

Viene applicata, inoltre, sempre questo mese la prima rata delle addizionali regionali e comunali determinate sul solo reddito da pensione.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network