Bonus librerie, tax credit in compensazione con F24: le istruzioni delle Entrate

Bonus librerie, utilizzo del tax credit in compensazione con il modello F24: istruzioni e novità nel provvedimento pubblicato dall'Agenzia delle Entrate il 12 dicembre 2018.

Bonus librerie, tax credit in compensazione con F24: le istruzioni delle Entrate

Bonus librerie, modalità e termini per l’utilizzo del tax credit sono contenuti nel provvedimento pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 12 dicembre 2018.

Il credito d’imposta per gli esercenti attività commerciali del settore della vendita di libri potrà essere utilizzato in compensazione con modello F24 esclusivamente in modalità telematica.

Il bonus riconosciuto, si ricorda, può essere utilizzato per il versamento di IMU, TASI e TARI, per l’imposta relativa all’occupazione del suolo pubblico, per le spese di affitto, per il mutuo ovvero per la quota di importo relativo al versamento dei contributi previdenziali e assistenziali per i dipendenti, così come stabilito dal relativo decreto attuativo.

Sarà con successiva risoluzione che l’Agenzia delle Entrate pubblicherà il codice tributo per la compilazione del modello F24 e per l’effettivo utilizzo del credito d’imposta introdotto dalla scorsa Legge di Bilancio per il sostegno alle librerie.

Bonus librerie, tax credit in compensazione con F24: le istruzioni delle Entrate

Il credito d’imposta concesso a favore degli esercenti di attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati, è utilizzabile in compensazione con modello F24 da presentare esclusivamente in modalità telematica.

Per la fruizione del bonus librerie e per la compensazione del credito vantato per il versamento delle imposte sarà necessario passare dai servizi online messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, pena il rifiuto dell’operazione. La compensazione con il modello F24 potrà avvenire a partire dal decimo giorno lavorativo del mese successivo a quello in cui è stato comunicato ai beneficiari l’importo del credito spettante.

La pubblicazione del provvedimento del 12 dicembre 2018 non esaurisce i passaggi necessari per il pieno via libera al bonus per le librerie ed ora è attesa la pubblicazione del codice tributo che sarà necessario indicare nel modello F24 ai fini della compensazione del credito.

PDF - 296.7 Kb
Agenzia delle Entrate - provvedimento 12 dicembre 2018
Modalità e termini di fruizione del credito d’imposta di cui all’articolo 1, comma 319, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, a favore degli esercenti di attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati ai sensi del decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze 23 aprile 2018

Bonus librerie, controllo automatizzato delle compensazioni

La Direzione generale Biblioteche e istituti culturali del MIBAC trasmetterà all’Agenzia delle Entrate i dati dei soggetti ai quali è stato riconosciuto il bonus librerie, con i relativi importi spettanti.

Sarà sulla base di questi dati che l’Agenzia delle Entrate effettuerà i controlli sulle compensazioni e, qualora l’importo del credito d’imposta utilizzato sia superiore all’importo del credito residuo, ovvero qualora l’impresa non rientri nell’elenco dei soggetti ammessi al beneficio, il relativo modello F24 è scartato.

Lo scarto del modello F24 sarà comunicato al soggetto che ha trasmesso il modello per la compensazione tramite apposita ricevuta sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

In caso di variazioni dei dati delle imprese ammesse al beneficio e dell’importo del credito concesso, il modello F24 potrà essere presentato in modalità telematica all’Agenzia delle entrate a partire dal terzo giorno lavorativo successivo a quello di comunicazione delle variazioni trasmesse dal Ministero.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it