Bonus lavoratori dello spettacolo pari a 2.400 euro nel DL Sostegni: novità sui requisiti

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Bonus lavoratori dello spettacolo: con il Decreto Sostegni è in arrivo una nuova tornata di aiuti. Prevista nel provvedimento emergenziale una indennità una tantum pari a 2.400 euro. Rispetto al passato, novità sui requisiti reddituali. Tutti i dettagli nel testo che sta per approdare in Gazzetta Ufficiale.

Bonus lavoratori dello spettacolo pari a 2.400 euro nel DL Sostegni: novità sui requisiti

Bonus lavoratori dello spettacolo nel Decreto Sostegni: è in arrivo una indennità una tantum pari a 2.400 euro. La nuova tornata di aiuti coinvolge una platea di circa 44.000 beneficiari: rispetto al passato, cambiano i requisiti: sale il limite reddituale da 50.000 a 75.000 euro. Domanda all’INPS entro la scadenza del 30 aprile 2021.

Il settore è quasi totalmente fermo dallo scorso 24 ottobre 2020, data di introduzione delle nuove restrizioni su tutto il territorio nazionale, e i lavoratori dello spettacolo non potevano mancare tra i destinatari dei nuovi bonus introdotti.

L’articolo 10 dell’ultimo provvedimento emergenziale, infatti, interviene a sostegno di coloro che risultano più colpiti dalle misure restrittive per arginare la diffusione del coronavirus:

  • lavoratori stagionali del turismo e di altri settori;
  • lavoratori a tempo determinato del turismo;
  • intermittenti;
  • autonomi occasionali;
  • venditori a domicilio;
  • lavoratori dello spettacolo.

Bonus lavoratori dello spettacolo nel Decreto Sostegni pari a 2.400 euro: novità sui requisiti

Sarebbero 374.000 i lavoratori beneficiari dell’indennità una tantum di 2.400 euro prevista dal Decreto Sostegni: 44.000 operano nel settore dello spettacolo. Sono queste le cifre contenute nella relazione illustrativa.

Il nuovo pacchetto di aiuti si pone in linea di continuità con i precedenti interventi: vengono confermati anche i bonus per i lavoratori sportivi.

Il cambio di governo, di certo, non ha determinato un’inversione di tendenza. Si tratta evidentemente di una necessità, più che una scelta: alcuni settori sono in stand by ormai da mesi.

Sul fronte dello spettacolo, il Decreto Sostegni non riserva solo una conferma ma introduce anche una novità importante che riguarda i requisiti di accesso: il limite reddituale da rispettare per una parte di lavoratori ammessi a beneficiare del bonus passa da 50.000 a 75.000 euro.

L’indennità, infatti, è destinata a due categorie di iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo:

  • coloro che hanno almeno 30 contributi giornalieri versati dal 1° gennaio 2019 alla data di entrata in vigore del decreto, un reddito relativo al 2019 non superiore a 75.000 euro e non risultano:
    • titolari di pensione;
    • titolari di contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato;
    • titolari di contratto intermittente con corresponsione dell’indennità di disponibilità prevista dall’articolo 16 del decreto legislativo numero 81 del 2015;
  • coloro che hanno almeno 7 contributi giornalieri versati dal 1° gennaio 2019 alla data di entrata in vigore del decreto e un reddito relativo al 2019 non superiore a 35.000 euro.

Si confermano due canali di accesso, distinti in base al numero di contributi giornalieri e al limite reddituale, ma con una inclusione più ampia.

Bonus lavoratori dello spettacolo pari a 2.400 euro nel Decreto Sostegni: domanda entro il 30 aprile

I nuovi bonus per i lavoratori dello spettacolo ricalcano la formula già consolidata nei mesi scorsi.

Il testo dell’articolo 10 del DL Sostegni rimanda agli articoli 15 e 15 bis del Decreto Ristori convertito in legge: coloro che hanno beneficiato delle precedenti misure rientrano tra i beneficiari di questa nuova indennità.

È infatti nella serie di provvedimenti emergenziali dello scorso autunno che sono stati previsti gli ultimi aiuti ricevuti dalle diverse categorie.

Come accaduto in precedenza, le somme non concorrono alla formazione del reddito.

A gestire il pagamento dell’indennità di 2.400 euro sarà sempre l’INPS, che riceve le richieste ed eroga le somme ai destinatari ormai dall’inizio dell’emergenza coronavirus.

Dall’Istituto, quindi, anche stavolta dovranno arrivare le istruzioni sulla domanda di accesso al bonus lavoratori dello spettacolo da presentare entro la scadenza del 30 aprile 2021, stando alla data stabilita nel testo del Decreto Sostegni.

Sembra essere confermato anche per questa nuova tornata di aiuti il meccanismo ormai consolidato:

  • pagamento automatico per chi ha già ricevuto la stessa tipologia di aiuti in passato;
  • erogazione su domanda per i nuovi beneficiari.

Si attende ora l’apposita circolare INPS sull’indennità una tantum per sciogliere ogni dubbio sulle regole operative.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network