Bonus edicole 2021 fino a 4.000 euro: domanda entro la scadenza del 30 settembre

Alessio Mauro - Imposte

Bonus edicole 2021, scadenza della domanda fissata al 30 settembre: è possibile richiedere un credito di imposta fino a un massimo di 4.000 euro per le spese sostenute nell'anno precedente. Richiesta online tramite il portale impresainungiorno.it: requisiti e istruzioni da seguire.

Bonus edicole 2021 fino a 4.000 euro: domanda entro la scadenza del 30 settembre

Bonus edicole 2021 al via: si ha un mese di tempo per presentare domanda, la scadenza è fissata al 30 settembre. Anche per quest’anno gli esercenti attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici hanno la possibilità di richiedere un credito di imposta con un importo massimo fino a 4.000 euro.

Debuttano nuove voci nella lista di spese che danno diritto al beneficio: acquisto o noleggio di registratori di cassa, registratori telematici e di dispositivi POS.

Gli aspiranti beneficiari dovranno presentare l’istanza per l’accesso al bonus edicole 2021 utilizzando la procedura presente sul portale impresainungiorno.it.

Bonus edicole 2021, domanda entro la scadenza del 30 settembre: i requisiti da rispettare

L’agevolazione è stata confermata in una veste leggermente rinnovata dall’ultima Legge di Bilancio per il 2021 e il per il 2022.

Possono richiedere il credito di imposta due categorie di contribuenti:

  • esercenti attività commerciali attivi esclusivamente nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici;
  • imprese di distribuzione della stampa che riforniscono giornali quotidiani e/o periodici a rivendite che si trovano nei comuni con una popolazione inferiore a 5.000 abitanti e nei comuni con un solo punto vendita.

Entrambe le tipologie di aspiranti beneficiari del bonus edicole 2021 devono rispettare i requisti che seguono:

  • avere la sede legale in uno Stato dell’unione europea o nello Spazio economico europeo;
  • avere la residenza fiscale in Italia o anche una stabile organizzazione sul territorio nazionale, a cui sia riconducibile l’attività commerciale che permette di accedere all’agevolazione;
  • risultare attivo nel Registro delle Imprese con i codici di attività ATECO ammessi.
BeneficiariCodici ATECO ammessi
Attività commerciali che operano esclusivamente nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici Codice attività primario 47.62.10
Attività commerciali di vendita di merci abilitate alla vendita di quotidiani o periodici
nel caso di imprese di distribuzione della stampa che riforniscono giornali quotidiani e/o periodici
Codice attività primario 82.99.20

La domanda, entro la scadenza del 30 settembre, deve essere presentata dal titolare o dal legale rappresentante dell’impresa.

Bonus edicole 2021, come presentare domanda entro la scadenza del 30 settembre

Come indicato nelle istruzioni fornite dal Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la richiesta di accesso al bonus terme 2021 deve essere presentata tramite la procedura online presente sul portale impresainungiorno.gov.it accedendo con una delle credenziali previste:

  • Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID);
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • Carta d’Identità Elettronica (CIE).

Il modulo da compilare è disponibile al seguente percorso:

  • Servizi on line;
  • Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per l’informazione e l’editoria;
  • Credito di imposta edicole.

Il valore del bonus edicole 2021 a cui si ha diritto, fino a un massimo di 4.00 euro, si calcola sulla base degli importi pagati nel corso del 2020 dal titolare del singolo punto vendita per i locali in cui si esercita la vendita in relazione a una serie di voci di spesa:

  • imposta municipale unica (IMU);
  • tassa per i servizi indivisibili (TASI);
  • canone per l’occupazione di suolo pubblico (COSAP);
  • tassa sui rifiuti (TARI);
  • spese per locazione, al netto dell’IVA;
  • servizi di fornitura di energia elettrica;
  • servizi telefonici e di collegamento a Internet;
  • servizi di consegna a domicilio delle copie di giornali;
  • acquisto o il noleggio di registratori di cassa o registratori telematici
  • acquisto o il noleggio di dispositivi POS.

Una volta presentata la domanda, è necessario attendere l’elenco dei soggetti beneficiari: a partire dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione è possibile utilizzare il credito di imposta in compensazione tramite il modello F24 e indicando il codice tributo 6913.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network