Bonus assunzioni 2019: agevolazioni per laureati con 110 e lode

Redazione - Incentivi alle imprese

Bonus assunzioni 2019: in arrivo sgravi e agevolazioni per i datori di lavoro che assumono giovani laureati con 110 e lode e dottori di ricerca. Ecco requisiti e novità della Legge di Bilancio.

Bonus assunzioni 2019: agevolazioni per laureati con 110 e lode

Bonus assunzioni 2019: agevolazioni per i datori di lavoro che assumono giovani laureati con 110 e lode e dottori di ricerca.

È questa una delle novità previste dalla Legge di Bilancio 2019, che mira ad incentivare l’assunzione di giovani eccellenze.

Nella bozza della Manovra è previsto lo sgravio dal versamento dei contributi dovuti dalle aziende dalla durata di 12 mesi e fino ad 8.000 euro per assunzione.

Per beneficiare dell’incentivo sono previsti specifici requisiti: la laurea dovrà esser conseguita dal 1° gennaio 2018 al 30 giugno 2019 e il neo-assunto non dovrà essersi laureato fuori corso. Per i dottori di ricerca, invece, bisognerà aver conseguito il titolo entro il termine di 35 anni di età.

Tra le novità relative ai bonus per le nuove assunzioni, nella Legge di Bilancio 2019 è inoltre prevista la proroga dell’incentivo occupazione Sud non solo per il prossimo anno ma anche per il 2020.

Bonus assunzione laureati con 110 e lode: le novità della Legge di Bilancio 2019

Si chiamerà bonus assunzioni giovani eccellenze l’agevolazione che sarà inserita in Legge di Bilancio 2019.

Si tratta di un bonus ad hoc volto ad incentivare l’assunzione di giovani laureati con 110 e lode e di dottori di ricerca che darà diritto alle imprese ed ai professionisti di beneficiare dell’esonero di un anno dal versamento dei contributi previdenziali dovuti dal datore di lavoro, ad esclusione di premi e contributi INAIL.

Sarà necessario rispettare specifici requisiti per accedere al nuovo bonus assunzioni 2019. Nel dettaglio, l’incentivo spetterà per:

  • i giovani in possesso della laurea magistrale, ottenuta dal 1° gennaio 2018 al 30 giugno 2019 con una votazione pari a 110 e lode entro la durata legale del corso di studi, prima del compimento del trentesimo anno di età, in università statali e non statali legalmente riconosciute, italiane o estere se riconosciute equipollenti in base alla legislazione vigente in materia, ad eccezione delle Università telematiche,
  • giovani in possesso di un dottorato di ricerca, ottenuto dal 1° gennaio 2018 al 30 giugno 2019, prima del compimento del trentaquattresimo anno di età, in università statali e non statali legalmente riconosciute italiane o estere se riconosciute equipollenti in base alla legislazione vigente in materia, ad eccezione delle Università telematiche.

L’esonero, fruibile per 12 mesi ed entro il limite di 8.000 euro spetta per le assunzioni con contratto a tempo indeterminato, anche in part-time (in questo caso il bonus sarà proporzionalmente ridotto). L’agevolazione potrà essere richiesta anche nei casi di trasformazione di contratti a tempo determinato in indeterminato avvenuta nel 2019.

Bonus assunzioni 2019: proroga incentivo occupazione Sud

Accanto all’agevolazione per chi assume laureati con 110 e lode e giovani dottori di ricerca, la Legge di Bilancio prevede la proroga del bonus assunzioni Sud anche per il 2019 e per il 2020.

Si tratta dell’incentivo rivolto alle imprese che assumono, con contratto a tempo indeterminato, soggetti che non abbiano compiuto i trentacinque anni di età, ovvero soggetti di almeno trentacinque anni di età privi di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

La Legge di Bilancio 2019 (ad oggi disponibile in bozza) dovrà essere discussa e approvata in Parlamento entro la fine dell’anno. Si attendono ancora novità su quelli che saranno i bonus per le assunzioni effettuate dalle imprese nel prossimo anno.