Bonus acquisto prima casa 2023, la guida alle agevolazioni per gli under 36

Tommaso Gavi - Imposte

L'Agenzia delle Entrate pubblica una mini guida alle agevolazioni per i giovani under 36. Nel documento aggiornato a gennaio, le informazioni utili sul bonus per l'acquisto della prima casa 2023

Bonus acquisto prima casa 2023, la guida alle agevolazioni per gli under 36

La Legge di Bilancio ha rinnovato anche per il 2023 il cosiddetto “bonus per l’acquisto della prima casa”.

In apertura dell’anno l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una mini guida che sintetizza i principali aspetti dell’agevolazione indirizzata ai giovani under 36.

Nel documento aggiornato a gennaio vengono riepilogati i requisiti per avere accesso alle agevolazioni, i vantaggi previsti dalla misura e i casi in cui si perde il bonus per l’acquisto della prima casa.

Bonus acquisto prima casa 2023, la guida alle agevolazioni per gli under 36

Il cosiddetto bonus per l’acquisto della prima casa per giovani under 36 è stato prorogato a tutto il 2023 dalla Legge di Bilancio.

Le agevolazioni, inizialmente introdotte dal decreto Sostegni bis, saranno operative fino alla scadenza del 31 dicembre prossimo.

Per favorirne l’utilizzo l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una mini guida con una sintesi degli aspetti più importanti dell’agevolazione, per permettere di sapere subito chi ha diritto alla misura per favorire l’autonomia abitativa dei giovani.

Il documento aggiornato a gennaio contiene informazioni in merito a:

  • in cosa consiste l’agevolazione;
  • chi ne ha diritto;
  • quali sono gli immobili interessati dalla misura;
  • e quando si perdono le agevolazioni.

Il bonus per l’acquisto della prima casa per under 36 consiste nell’esonero dal versamento di alcune imposte nel caso di acquisto da parte di giovani che rispettano i requisiti previsti dalla legge.

Per gli acquisti non soggetti a IVA non si devono pagare le imposte di registro, ipotecaria e catastale.

Nell’ipotesi in cui l’acquisto sia soggetto a IVA, invece, oltre all’esonero dalle imposte indicate verrà riconosciuto un credito d’imposta che potrà essere utilizzato anche nei seguenti modi:

  • per pagare imposte su successioni e donazioni dovute su atti e denunce presentati dopo la data di acquisizione del credito;
  • per pagare l’IRPEF dovuta all’atto della presentazione della dichiarazione dei redditi successiva alla data dell’acquisto agevolato;
  • per compensare importi dovuti, tramite modello F24.

Nel documento predisposto dall’Agenzia delle Entrate viene anche specificato chi ha diritto all’agevolazione e in quali casi.

Agenzia delle Entrate - mini guida pubblicata aggiornata a gennaio 2023
Under 36, le agevolazioni per l’acquisto della "prima casa".

Bonus acquisto prima casa 2023: chi ne ha diritto e i requisiti degli immobili

Per avere diritto alle agevolazioni sulla prima casa si devono rispettare diversi requisiti, alcuni soggettivi, altri relativi alla data del rogito.

Il contratto definitivo di compravendita deve essere stipulato nel corso del periodo agevolativo, dovrà quindi essere sottoscritto tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2023.

A livello anagrafico, gli acquirenti per beneficiare delle agevolazioni non devono aver compiuto il trentaseiesimo anno di età nell’anno in cui viene stipulato il rogito.

Gli stessi soggetti devono avere un ISEE, indicatore della situazione economica equivalente, non superiore a 40.000 euro.

A tali requisiti se ne aggiungono altri:

  • i soggetti devono avere o stabilire la residenza nel Comune in cui si trova l’immobile, entro i 18 mesi successivi all’acquisto;
  • gli stessi non devono essere titolari, coniuge compreso, di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove si trova l’immobile da acquistare;
  • i soggetti non devono possedere un altro immobile acquistato con l’agevolazione prima casa o, se si possiede, venderlo entro un anno dalla data del nuovo acquisto.

Per quanto riguarda gli immobili che possono permettere l’accesso all’agevolazione, sono ammessi al bonus prima casa under 36 quelli che rientrano nelle seguenti categorie catastali:

  • A/2;
  • A/3;
  • A/4;
  • A/5;
  • A/6;
  • A/7;
  • A/11.

Anche le pertinenze possono rientrare nell’agevolazione, a patto che ciascun immobile abbia al massimo una pertinenza per ciascuna delle seguenti categorie catastali:

  • C2;
  • C6;
  • C7.

La pertinenza può essere acquistata anche con atto separato successivo al rogito, a patto che la stipula del secondo contratto di compravendita rientri nel periodo di validità indicato in precedenza.

Bonus acquisto prima casa 2023: quando si perdono le agevolazioni?

Una parte della mini guida diffusa dall’Agenzia delle Entrate riguarda anche le condizioni che fanno perdere il diritto all’agevolazione.

Nel caso in cui i giovani sotto i 36 anni di età abbiano, ad esempio, un valore ISEE superiore a quello del limite previsto dalla norma, gli stessi hanno comunque diritto alle agevolazioni per la prima casa.

Tuttavia dovranno essere pagate le imposte indicate, nello specifico:

  • l’imposta di registro nella misura del 2 per cento;
  • le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di 50 euro ciascuno.

Nel caso degli acquisti soggetti a IVA, invece:

  • dovranno essere pagate le imposte di registro, ipotecaria e catastale;
  • si dovrà restituire il credito d’imposta non spettante;
  • si dovrà pagare l’IVA, con aliquota al 4 per cento.

Conseguenze diverse si applicano nel caso in cui la decadenza dall’agevolazione sia dovuta in conseguenza di:

  • dichiarazione mendace sulla sussistenza dei requisiti, resa nell’atto di acquisto;
  • mancato trasferimento della residenza nei termini previsti;
  • vendita entro cinque anni, non seguita dal riacquisto entro l’anno;
  • mancata alienazione della precedente “prima casa” entro l’anno dall’acquisto della nuova.

In tali casi l’imposta di registro dovrà essere versata nella misura del 9 per cento mentre le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di 50 euro ciascuna.

Anche il credito d’imposta, nel caso di acquisti soggetti a IVA, sarà recuperato.

Alle imposte saranno inoltre applicate le sanzioni previste e la maggiorazione degli interessi.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network