Bando ISI 2020, dall’INAIL istruzioni e regole tecniche in attesa del click day

Tommaso Gavi - Incentivi alle imprese

Bando ISI 2020, quando sarà il click day? L'INAIL fa sapere che la data sarà resa nota il prossimo 30 settembre. Intanto, con l'avviso pubblico del 14 settembre 2021, vengono fornite istruzioni e regole tecniche per proseguire nella procedura di domanda degli incentivi a fondo perduto.

Bando ISI 2020, dall'INAIL istruzioni e regole tecniche in attesa del click day

Bando ISI 2020, la data del click day non è ancora resa nota ma dall’INAIL arrivano le istruzioni e le regole tecniche per proseguire nella procedura per beneficiare degli incentivi a fondo perduto.

Viene rimandata al 30 settembre la pubblicazione dell’allegato "Tabella temporale", che permetterà di conoscere la data del giorno in cui avrà l’avvio la fase d’invio delle domande.

Possono proseguire nella procedura esclusivamente le imprese che hanno provveduto alla compilazione della richiesta entro lo scorso 15 luglio 2021 e che hanno scaricato, a partire dallo scorso 20 luglio, il codice identificativo associato alle istanze.

Tale codice è essenziale per proseguire l’iter. I richiedenti dovranno inoltre disporre di un account di posta elettronica e di un numero di telefono.

Bando ISI 2020, si attende il click day: dall’INAIL le regole tecniche

Per le imprese che abbiano compilato la richiesta entro lo scorso 15 luglio, sono state fornite le regole tecniche per procedere con gli ulteriori passaggi della procedura prevista dall’INAIL nel bando ISI.

L’avviso pubblico del 14 settembre 2021 fornisce le istruzioni da seguire, in attesa di sapere la data del click day, il giorno in cui si aprirà l’effettiva fase d’invio delle domande.

INAIL - Avviso pubblico del 14 settembre 2021
Invio della domanda online ai sensi dell’art. 14 dell’avviso pubblico ISI 2020. Regole tecniche e modalità di svolgimento.

L’Istituto ha reso noto che il calendario sarà pubblicato il prossimo 30 settembre.

Intanto le imprese possono prepararsi agli step successivi.

In via preliminare è necessario avere effettuato il download del codice identificativo, che è possibile a partire dallo scorso 20 luglio.

Tale codice è indispensabile per la registrazione dell’utente partecipante che deve registrare il proprio account e configurare un secondo fattore di autenticazione, che avverrà tramite telefono.

Oltre al codice identificativo è quindi necessario un account di posta elettronica e un numero di telefono.

La prima fase in assoluto consiste nell’acquisizione da parte del portale INAIL degli indirizzi di partecipanti e amministratori.

Successivamente gli utenti potranno registrarsi al portale e autenticarsi.

Se in tale processo verranno fornite password errate è previsto un periodo di lockout di 1 minuto per le prime 10 volte, mentre per i tentativi successivi tale periodo è più lungo.

Per quanto riguarda il portale amministratore, ogni azienda può accedere a un riquadro che mostra:

  • la Ragione Sociale dell’azienda;
  • il codice identificativo univoco a 65 caratteri, riportato sotto la voce “token”;
  • l’email del partecipante che si è registrato per procedere con la fase d’invio della domanda.

Bando ISI 2020, click day con le credenziali del partecipante

A differenza delle procedure degli anni passati, per andare avanti nell’iter d’invio della domanda è necessario utilizzare le credenziali del partecipante.

Nell’avviso dell’INAIL viene infatti specificato quanto segue:

“L’indirizzo acquisito al termine della Fase 1 permetterà di richiamare la pagina di accesso all’applicazione per l’invio della domanda, previa autenticazione dell’utente partecipante.”

Il giorno del click day si dovranno poi seguire i seguenti passaggi:

  • accedere alla pagina di login;
  • inserire l’indirizzo mail utilizzato in fase di registrazione in “Indirizzo di Posta Elettronica” e la password in “Password”, poi cliccare su “Accedi”;
  • a questo punto verrà richiesto d’inserire il codice di verifica inviato per sms o per chiamata telefonica sul numero indicato in fase di registrazione.

Nei giorni antecedenti all’apertura dello sportello informatico, effettuando l’autenticazione sul portale del partecipante si potrà accedere a una pagina con informazioni di carattere generale sull’invio e con il link a una pagina web di test messa a disposizione dall’Istituto.

Tale pagina ha l’obiettivo di verificare le condizioni di visualizzazione ed eventualmente adeguare i parametri del proprio browser.

L’avviso pubblico dell’INAIL del 14 settembre sottolinea anche quali sono i comportamenti e le regole che gli utenti devono rispettare.

Nello specifico il documento chiarisce che:

  • al fine di prevenire sovraccarichi, è nell’interesse degli utenti evitare la divulgazione degli indirizzi acquisiti durante la fase 1 e delle credenziali rilasciate: in tal modo essi saranno conosciuti e utilizzati solo dagli aventi diritto;
  • non è consentito utilizzare strumenti automatici d’invio;
  • non deve essere aperta più di una sessione con le medesime credenziali;
  • in caso d’invii multipli farà fede l’orario di arrivo del primo invio;
  • sarà inutile ripetere l’invio se il sistema ha già risposto con il messaggio di presa in carico.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network