Aliquota IRES 2019, riduzione di nove punti per chi investe e assume

IRES 2019: aliquota ridotta al 15% di nove punti in caso di investimenti e assunzioni. La novità è prevista dal Disegno di Legge di Bilancio 2019 approvato dal Governo.

Aliquota IRES 2019, riduzione di nove punti per chi investe e assume

IRES 2019, aliquota ridotta dal 24% al 15% sugli utili reinvestiti.

È questa una delle novità per le imprese prevista dal Governo all’interno del Disegno di Legge di Bilancio 2019 approvato nel corso del Consiglio dei Ministri del 15 ottobre 2018.

La riduzione di nove punti dell’aliquota IRES sarà rivolta alle imprese che reinvestiranno gli utili in ricerca e sviluppo, macchinari e per garantire assunzioni stabili, incentivando gli investimenti e l’occupazione stabile.

È questa la novità per i soci che il Governo punta a rendere definitiva nella Legge di Bilancio 2019 così come contenuto del Piano Nazionale delle Riforme allegato alla Nota al DEF.

Non ci sarà la flat tax anche per le Snc e le Sas e il piano iniziale di estendere il nuovo regime forfettario anche ai soci viene sostituito con la riduzione dell’IRES.

L’applicazione della mini-IRES sarà tuttavia condizionata all’investimento degli utili. L’obiettivo è duplice: da un lato si punta ad agevolare l’ammodernamento strutturale delle imprese e, parallelamente, all’incremento dell’occupazione con la spinta degli incentivi fiscali.

Aliquota IRES 2019, riduzione dal 24% al 15% tra le novità della Legge di Bilancio

La riduzione dell’aliquota IRES a partire dal 2019 rientra tra le misure dedicata alle imprese che rientreranno nella Legge di Bilancio, ed è stata confermata con l’approvazione del DdL che sarà presentato in Parlamento da parte del Governo.

L’aliquota IRES, oggetto di numerose modifiche negli scorsi anni e, da ultimo, ridotta dal 27,5% al 24% dalla Legge di Bilancio 2017, sarà ancora una volta interessata da novità a partire dal prossimo gennaio.

Secondo il Piano di riforme approvato da Lega e M5S, a partire dal 2019 è prevista la riduzione di nove punti dell’IRES ordinaria sugli utili reinvestiti nell’acquisto di beni strumentali e in nuove assunzioni.

L’aliquota dell’imposta sul reddito delle società sarà ridotta di nove punti e passerà quindi dal 24% al 15% nel rispetto dei requisiti che dovranno essere meglio delineati con la Legge di Bilancio 2019.

Riduzione aliquota IRES 2019, soci fuori dalla flat tax al 15%

La riduzione di nove punti dell’aliquota IRES che sarà inserita nella Legge di Bilancio 2019 è l’alternativa alla flat tax per gli utili dei soci. L’attuale disegno di riforma fiscale esclude le Srl, Snc e Sas dall’applicazione della tassazione fissa al 15% sui redditi prodotti.

Come anticipato, quindi, soltanto sugli utili reinvestiti in assunzioni e investimenti l’aliquota dell’imposta sul reddito societario per Srl, Snc e Sas passerebbe dal 24% al 15%. In più, alle società di persone e alle ditte individuali in regime contabile semplificato e in regime di cassa la Manovra dovrebbe prevedere la possibilità di recuperare le perdite di magazzino.

Per favorire gli investimenti delle imprese sarà inoltre creata una Banca pubblica a garanzia dello Stato, affiancata da un ulteriore rafforzamento del Fondo di garanzia per la iniziative imprenditoriali

Flat tax al 15% solo per le piccole partite IVA

La flat tax al 15% partirà dal 2019 soltanto per un numero ristretto di partite IVA. La riforma della tassazione Irpef sarà introdotta inizialmente per le piccole partite IVA, mediante l’estensione del limite per l’accesso al regime forfettario che passerà a 65.000 euro.

Oltre alla riduzione delle imposte dovute il regime forfettario prevede importanti semplificazioni fiscali, tra le quali l’esenzione dall’obbligo di emissione della fattura elettronica e dagli gli adempimenti IVA.

Sarebbero circa un milione e mezzo i nuovi esonerati dall’obbligo di fatturazione elettronica. Benefici che tuttavia lasceranno fuori le società, per le quali bisognerà accontentarsi della mini-IRES condizionata al reinvestimento degli utili societari.