Acquisto auto usata dall’estero, quando non si paga l’IVA? Le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

Acquisto auto usata dall'estero con esenzione IVA, ma a specifiche condizioni: l'Agenzia delle Entrate illustra requisiti e modalità di accesso all'esonero dal versamento con il provvedimento pubblicato il 17 luglio 2020.

Acquisto auto usata dall'estero, quando non si paga l'IVA? Le istruzioni dell'Agenzia delle Entrate

Acquisto auto usata dall’estero, quando non si paga l’IVA? Le indicazioni arrivano dall’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 17 luglio 2020.

Sarà necessario presentare apposita domanda all’Agenzia delle Entrate per poter beneficiare dell’esonero IVA sull’acquisto di veicoli dall’estero.

Entro 30 giorni sarà comunicato l’esito dei controlli sulla sussistenza dei requisiti per poter beneficiare dell’esenzione IVA per l’acquisto di auto o moto dall’estero (Paesi UE) effettuati da privati, titolari o non di partita IVA.

Il provvedimento del 17 luglio 2020 rende operativa una delle novità introdotte con il decreto Fiscale 2020, che ha esteso all’acquisto di veicoli esteri da parte di privati l’obbligo di verifica dei requisiti per l’esenzione IVA.

Acquisto auto usata dall’estero, quando non si paga l’IVA? Le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

Il provvedimento pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 17 luglio 2020 fissa termini e modalità di verifica dei requisiti previsti per l’esclusione dal versamento IVA, tramite modello F24 Elide, per l’immatricolazione di auto, moto e rimorchi intracomunitari.

Non si paga l’IVA sull’acquisto di veicoli usati o strumentali all’esercizio dell’attività d’impresa.

Come illustrato dall’Agenzia delle Entrate, l’esonero dal versamento con modello F24 Elide riguarda:

  • gli acquisti, effettuati nell’esercizio di imprese, arti e professioni, di autoveicoli e motoveicoli usati provenienti da altri Stati membri dell’Unione Europea e che presentano i requisiti per essere inclusi nel regime Iva dei beni usati;
  • gli acquisti, effettuati nell’esercizio di imprese, arti e professioni, di autoveicoli e motoveicoli provenienti da altri Stati membri dell’Unione Europea e destinati ad essere utilizzati dall’acquirente come beni strumentali all’esercizio dell’attività artistica, professionale o d’impresa;
  • gli acquisti di autoveicoli e motoveicoli usati effettuati in altri Stati membri dell’Unione Europea, fuori dall’esercizio di imprese, arti e professioni.

Un beneficio che si applica a patto di presentare apposita istanza alla Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate competente.

Il provvedimento del 17 luglio 2020 specifica che, ai fini dell’esonero IVA sui veicoli usati acquistati all’estero, sarà necessario esibire in originale la documentazione che attesti l’esistenza dei requisiti per la legittima applicazione dello speciale regime Iva dei beni usati e allegando copia del documento di identità del cedente, se persona fisica.

Alle informazioni fornite dal contribuente si aggiungono quelle disponibili nelle banche dati a disposizione dell’Agenzia delle Entrate.

Agenzia delle Entrate - provvedimento del 17 luglio 2020
Definizione di termini e modalità della verifica sulla sussistenza delle condizioni di esclusione dal versamento mediante modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”, in attuazione dell’art. 9 del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157, che ha introdotto il comma 9-bis all’art. 1 del decreto-legge 3 ottobre 2006, n. 262, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2006, n. 286.

Esonero IVA per l’acquisto auto usata dall’estero, requisiti e verifica dell’Agenzia delle Entrate

Il regime IVA dei beni usati si applicherà a patto di rispettare i seguenti requisiti:

  • che il veicolo abbia le caratteristiche per essere considerato usato ai sensi dell’art. 38 comma 4 del decreto-legge 30 agosto 1993, n. 331, convertito con modificazioni dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427;
  • la presenza, fra i precedenti proprietari del veicolo, di un soggetto rimasto inciso a titolo definitivo dall’Imposta sul valore aggiunto.

Sono questi i due parametri che stabiliranno l’esito della richiesta di applicazione dell’esenzione dal versamento dell’IVA con modello F24 Elide.

Per l’esclusione dal versamento IVA relativo agli acquisti di autoveicoli e motoveicoli di provenienza comunitaria destinati ad essere utilizzati come beni strumentali, il titolare di partita IVA dovrà presentare la documentazione che attesti l’effettiva destinazione del mezzo all’esercizio dell’attività d’impresa, insieme alla documentazione relativa all’assolvimento degli obblighi IVA connessi all’acquisto intracomunitario.

Per gli acquisti di veicoli usati da non titolari di partita IVA, all’istanza bisognerà allegare:

  • la documentazione relativa al pagamento effettuato e, nel caso di pagamento in contanti pari o superiore a 10.000 euro, l’apposita dichiarazione di trasferimento di denaro contante;
  • pratica di censimento già trasmesso al centro elaborazione dati (C.E.D.) del dipartimento per i trasporti;
  • copia del documento d’identità del cedente comunitario, se persona fisica non soggetto passivo IVA.

In caso di esito positivo della verifica effettuata, la Direzione Provinciale dell’Agenzia delle entrate provvede alla comunicazione degli elementi identificativi dell’autoveicolo e del motoveicolo al centro elaborazione dati (C.E.D.) del dipartimento per i trasporti, al fine di consentirne l’immatricolazione.

Acquisto auto usata dall’estero, 30 giorni di tempo per la verifica dei requisiti. Più tempo in caso di sospetta frode IVA

L’Agenzia delle Entrate avrà 30 giorni di tempo per la verifica sulla sussistenza delle condizioni di esclusione dal versamento dell’IVA mediante modello F24 Elide.

Qualora dalla verifica dovessero emergere gravi elementi di rischio connessi a possibili fenomeni di frode Iva, al fine di consentire l’esecuzione di riscontri specifici e più approfonditi da parte delle strutture competenti per il controllo, il termine può essere esteso di ulteriori 30 giorni.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network