REI, proroga reddito di inclusione 2019: requisiti, novità e cosa cambia

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

REI, reddito di inclusione anche nel 2019 grazie alla proroga prevista dalla Legge di Bilancio fino all'avvio del reddito di cittadinanza. Ecco tutte le novità, requisiti per fare domanda e cosa cambia dal prossimo anno.

REI, proroga reddito di inclusione 2019: requisiti, novità e cosa cambia

REI verso la proroga anche per il 2019: il reddito di inclusione sarà confermato dalla Legge di Bilancio fino a quando entrerà in vigore il reddito di cittadinanza.

Proprio in virtù della conferma della misura anche per il prossimo anno, vediamo di seguito cosa cambia e quali sono le novità in merito ai requisiti e agli importi della carta REI 2019.

Il reddito di inclusione sarà la misura di sostegno “ponte” che sarà possibile richiedere fino a quando il Governo completerà il quadro per l’avvio del reddito di cittadinanza, per il quale ad oggi la Legge di Bilancio 2019 si limita a stanziarne i fondi per l’avvio.

In merito ai requisiti e alle novità sul REI, anche per il 2019 resteranno i limiti ISEE e le ulteriori condizioni per fare domanda partite dal mese di giugno, quando sono stati eliminati i requisiti relativi alla composizione del nucleo familiare.

REI, proroga reddito di inclusione 2019: requisiti, novità e cosa cambia

Anche a partire dal 1° gennaio 2019 sarà possibile presentare all’INPS domanda per l’erogazione del REI, il reddito di inclusione introdotto dal precedente Esecutivo e che anche Lega e M5S intendono prorogare.

Il reddito di inclusione sarà in vigore anche nel 2019 ma soltanto fin quando sarà possible richiedere il reddito di cittadinanza, per il quale attualmente la decorrenza è prevista non prima del prossimo mese di marzo o aprile e, in linea generale, dopo che sarà stata ultimata la riforma dei Centri per l’Impiego.

Nel frattempo, nell’attesa di ulteriori novità e nel rispetto dei limiti di reddito e dei requisiti ISEE, con la carta REI sarà possibile contare su un assegno mensile di importo variabile, che va dai 187 euro ai 539 euro sulla base del numero di componenti del nucleo familiare.

Requisiti REI 2019: chi può richiedere il reddito di inclusione

A partire dallo scorso mese di giugno i requisiti per richiedere il reddito di inclusione sono stati resi meno stringenti, grazie all’eliminazione dei parametri relativi alla composizione del nucleo familiare.

Per richiedere il REI a partire dal 1° gennaio 2019 non cambia l’insieme dei requisiti necessari sia per quanto riguarda il reddito documentato mediante il modello ISEE che quelli relativi al proprio patrimonio mobiliare e immobiliare.

Per fare domanda di reddito di inclusione è necessario possedere tre tipologie di requisiti:

  • requisiti di residenza e anagrafici: essere cittadino italiano o straniero in possesso di permesso di soggiorno UE di lungo periodo e risiede in Italia in modalità continuativa da almeno due anni;
  • requisiti economici:
    • modello ISEE non superiore a 6.000 euro;
    • valore ISRE non superiore a 3.000 euro
    • valore patrimonio immobiliare (esclusa casa di abitazione) non superiore a 20.000 euro;
    • patrimonio mobiliare, non superiore a euro 6.000, accresciuta di euro 2.000 per ogni componente il nucleo familiare successivo al primo, fino ad un massimo di euro 10.000;
  • requisiti di compatibilità: non si ha diritto al reddito di inclusione si riceve la disoccupazione Naspi mentre è possibile lo svolgimento di attività lavorativa.

Per accedere al REI è inoltre necessario che ciascun componente del nucleo familiare:

  • non percepisca già prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
  • non possieda autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
  • non possieda navi e imbarcazioni da diporto (art. 3, c.1, D.lgs. 171/2005).

REI, importo reddito di inclusione e differenza con reddito di cittadinanza

In merito all’importo del reddito di inclusione, non è chiaro se la Legge di Bilancio 2019 modificherà le cifre attualmente in vigore e che sono calcolate in base alla composizione del nucleo familiare.

Ad oggi, nell’attesa di sapere cosa cambia dal 2019, l’importo del reddito di inclusione REI è così stabilito:

Numero componenti​Importo REI mensile
​1 ​187, 50 €
2 294,50€
3 382,50€
4 461,25€
5 ​534,37 €
​6 o più ​539,82 €

C’è da dire che si tratta di un assegno di gran lunga inferiore rispetto a quello promesso dal Governo con il reddito di cittadinanza, che ammonterà a 780 euro (anche se non è ancora chiaro come sarà calcolato e quando verrà ridotto).

L’ipotesi, tuttavia, è che fino all’avvio del reddito di cittadinanza l’importo del REI resterà invariato e che la proroga al 2019 è stata voluta e pensata soltanto per evitare che i contribuenti in difficoltà economica si trovassero, di fatto, senza alcuna forma di sostegno economico.

Le differenze tra REI e reddito di cittadinanza non riguardano soltanto gli importi ma anche requisiti e durata. In merito a quest’ultimo aspetto si ricorda che la carta REI viene erogata per un periodo massimo di 18 mesi e può essere rinnovata soltanto una volta trascorsi 6 mesi.

Il reddito di cittadinanza, invece, dovrebbe avere una durata massima pari a 3 anni, anche se per via delle poche risorse disponibili, i tecnici che stanno lavorando alla definizione della misura hanno ipotizzato una riduzione a 18 mesi o a non più di due anni.

Domanda reddito di inclusione 2019: modulo REI e istruzioni Inps

Chi si sta chiedendo come e quando fare domanda per aver diritto al REI nel 2019 dovrà ricordarsi innanzitutto di presentare il nuovo modello ISEE. Quello richiesto lo scorso anno avrà validità fino al 15 gennaio prossimo e, per le domande presentate successivamente e per la conferma del diritto al reddito di inclusione sarà necessario consegnare la nuova modulistica all’INPS.

Così come previsto ad oggi, il modulo per presentare domanda di reddito di inclusione è quello predisposto dall’INPS, che di seguito si allega:

PDF - 360.7 Kb
REI, nuovo modulo di domanda dal 1° giugno 2018
Scarica il nuovo modello per presentare domanda di reddito di inclusione a partire dal 1° giugno 2018

Il modulo di domanda per richiedere il reddito di inclusione dovrà essere consegnato presso il proprio Comune di residenza o presso altri punti di accesso che saranno resi noti dai comuni.