Indennità Covid avvocati, al via la nuova domanda: scadenza il 30 giugno 2021

Eleonora Capizzi - Avvocati

Indennità Covid avvocati: dal 15 aprile al via la nuova domanda per le infezioni contratte tra il 1° novembre 2020 e il 30 aprile 2021. Lo annuncia la Cassa Forense con l'avviso del 14 aprile. La scadenza è fissata al 30 giugno.

Indennità Covid avvocati, al via la nuova domanda: scadenza il 30 giugno 2021

Indennità Covid avvocati: è aperta dalle 8.30 del 15 aprile 2021 la procedura per presentare la nuova domanda online.

Con l’avviso del 14 aprile 2021 la Cassa Forense ha annunciato il rilascio della procedura per richiedere il contributo in ipotesi di contagio da Covid-19.

Dal 15 aprile si può presentare richiesta telematica, entro la scadenza fissata a mezzanotte del 30 giugno 2021.

Il professionista interessato, per compilare ed inviare l’istanza, potrà collegarsi dalla propria posizione personale presente sul sito internet della Cassa.

Indennità Covid avvocati, al via la nuova domanda: scadenza il 30 giugno 2021

Gli avvocati possono fare domanda di accesso ai nuovi indennizzi riconosciuti dalla Cassa Forense in caso di contagio da Covid avvenuto tra il 1° novembre 2020 e il 30 aprile 2021.

A partire dalle ore 8.30 del 15 aprile 2021 e fino alla mezzanotte del 30 giugno 2021, sarà possibile presentare la domanda on-line per l’erogazione del contributo per prestazioni straordinarie per l’anno 2021”.

Si legge nell’avviso pubblicato il 14 aprile 2021 sul periodico ufficiale della Cassa Forense.

Per richiedere il contributo economico, che va dai 1.000 ai 7.500 euro una tantum, gli iscritti dovranno presentare esclusivamente domanda telematica attraverso la pagina personale. Non saranno, quindi, ammesse richieste pervenute in altro modo.

Solo in caso il richiedente sia un superstite dell’iscritto deceduto, la Cassa ha messo a disposizione, nella sezione modulistica, il relativo modulo cartaceo da trasmettere via pec ([email protected]) sempre entro il termine di scadenza del 30 giugno 2021.

Indennità Covid avvocati: gli importi delle prestazioni straordinarie

La Cassa Forense ha esteso il beneficio già previsto nel corso dell’anno passato, in favore degli avvocati, anche pensionati, che siano stati contagiati da Covid.

Anche per parte del 2021, l’Ente ha infatti deciso di erogare prestazioni assistenziali straordinarie in un’unica soluzione.

In particolare, i contributi, rapportati in base alle situazioni in cui si è trovato l’iscritto, sono quelli riportati nella tabella seguente:

SituazioneImporto dell’indennità
Ricovero in una struttura sanitaria 5.000 euro
Isolamento sanitario obbligatorio per aver contratto il virus o per contatti diretti con soggetti contagiati 3.000 euro
Isolamento obbligatorio senza aver contratto il virus ma perché in contatto con malati Covid-19 1.500 euro
Isolamento obbligatorio senza aver contratto il virus e con coniuge deceduto per Covid - 19 7.500 euro

Inoltre, è stato riconosciuto un contributo in favore dei superstiti in caso di decesso dell’iscritto nel medesimo periodo, sempre per patologia Covid-19 di 5.000 euro.

Cassa Forense: avviso del 14 aprile 2021
Scarica l’AVVISO - PRESENTAZIONE DOMANDA ON-LINE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI STRAORDINARIE COVID-19 (2021)

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network