Bonus centri estivi INPS 2022, domande riaperte fino al 1° luglio: chi ne ha diritto

Francesco Rodorigo - Pubblica Amministrazione

Riaperti i termini per l’invio delle domande per il bonus centri estivi INPS 2022. L’istanza può essere presentata dalle ore 12 del 27 giugno alle ore 24 del 1° luglio 2022. I dipendenti e i pensionati della Pubblica Amministrazione possono iscrivere i propri figli tra i 3 e i 14 anni a centri estivi in Italia e ricevere un rimborso spese fino a 100 euro a settimana, per un massimo di 4 settimane. Graduatoria in base al valore ISEE del nucleo familiare.

Bonus centri estivi INPS 2022, domande riaperte fino al 1° luglio: chi ne ha diritto

Bonus centri estivi INPS 2022, l’Istituto ha pubblicato l’avviso che riapre i termini di presentazione delle domande.

Sarà possibile inviare l’istanza sul sito dell’Istituto dalle ore 12:00 del 27 giugno alle ore 24:00 del 1° luglio 2022.

I dipendenti e pensionati della Pubblica Amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e alla Gestione dipendenti pubblici, possono beneficiare di un bonus per l’iscrizione dei figli tra i 3 e i 14 anni a centri estivi in Italia.

L’agevolazione prevede un rimborso spese, totale o parziale, fino a 100 euro a settimana e per un massimo di 20 giorni anche non consecutivi.

La graduatoria sarà stilata dall’Istituto sulla base dell’attestazione ISEE, in modo da dare precedenza ai nuclei familiari con i valori più bassi.

L’INPS la pubblicherà sul suo sito entro il 20 luglio 2022 e procederà a versare gli importi spettanti entro il 31 dicembre 2022.

Bonus centri estivi INPS 2022, domande riaperte fino al 1° luglio: chi ne ha diritto

Sono stati riaperti i termini per presentare la domanda e usufruire del bonus centri estivi INPS 2022, scaduto lo scorso 20 giugno. L’intervento arriva alla luce delle difficoltà di accesso al sistema riscontrate nel giorno della scadenza.

Il bando, pubblicato dall’Istituto il 31 maggio, prevede un rimborso per le spese sostenute per l’iscrizione a centri estivi diurni in Italia.

Le domande si possono presentare online dalle ore 12:00 del 27 giugno alle 24:00 del 1° luglio 2022.

Il bonus è riservato ai figli tra i 3 e i 14 anni compiuti alla data del 30 giugno di dipendenti e pensionati della Pubblica Amministrazione, in particolare, gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e alla Gestione dipendenti pubblici.

Hanno diritto a beneficiare del bonus anche i figli regolarmente affidati e gli orfani.

Il bonus consiste in un rimborso spese per l’iscrizione a centri estivi diurni in Italia, da giugno al 10 settembre 2022. L’INPS prevede un rimborso fino a 100 euro alla settimana, per un massimo di 20 giorni anche non consecutivi per i servizi erogati da un unico fornitore, scelto dal richiedente.

Il contributo copre tutte le spese per:

  • le attività ludico-ricreative-sportive previste;
  • il vitto (merende e pranzo);
  • eventuali gite;
  • altre attività previste nel programma del centro;
  • copertura assicurativa.

L’attività svolta nel centro deve essere finalizzata alla gestione costruttiva del tempo libero dei giovani ospiti.

La struttura deve essere conforme ai protocolli di sicurezza anti Covid, alle norme in materia di igiene e sanità, dotata di locali al coperto e idonei al consumo dei pasti e di spazi aperti adatti allo svolgimento delle attività previste.

Nel caso in cui sia previsto l’accesso alle persone disabili, il centro deve comprendere personale direttivo, educativo e ausiliario addetto alla loro gestione.

La domanda va inviata entro le ore 24:00 del 1° luglio 2022, esclusivamente in modalità telematica, dall’area riservata INPS, accedendo a “Domande Welfare in un click” e selezionando “Centri estivi 2022”.

Per procedere con la presentazione della domanda i richiedenti devono essere in possesso di credenziali SPID, CIE o CNS ed essere iscritti da almeno cinque giorni alla banca dati dei servizi di welfare per centri estivi diurni.

All’atto di presentazione della richiesta sarà necessario aver presentato una DSU ai fini dell’ISEE ordinario o per l’ISEE minorenni.

L’attestazione ISEE 2022 riferita al nucleo familiare sarà infatti uno dei parametri per la messa a punto della graduatoria dei beneficiari e per il calcolo del contributo.

Il contributo INPS non è compatibile con i bandi Estate INPSieme in Italia 2022, Estate INPSieme all’estero e con altri rimborsi per lo stesso sevizio erogati da altri enti.

Bonus centri estivi INPS 2022, graduatoria in base al valore ISEE

In fase di valutazione sarà data precedenza assoluta agli orfani o equiparati e alle persone con disabilità, per le quali è prevista una riserva di 500 posti.

Gli altri candidati saranno collocati in graduatoria per valore ISEE crescente nel limite di 3000 posti totali.

L’indennizzo è determinato in misura percentuale sull’importo più basso tra contributo massimo erogabile (100 euro) e il costo settimanale del centro estivo, in relazione al valore dell’attestazione ISEE, come mostrato in tabella.

I giovani con disabilità grave o gravissima potranno beneficiare del contributo maggiorato del 50 per cento per le spese dell’assistenza dedicata.

Valore ISEE del nucleo familiare di appartenenzaPercentuale di riconoscimento rispetto al valore massimo erogabile
fino a 8.000 euro 100 per cento
da 8.000 a 24.000 euro 95 per cento
da 24.000 a 32.000 euro 90 per cento
da 32.000 a 56.000 euro 85 per cento
oltre 56.000 euro (o in caso di mancata rilevazione di una DSU valida alla data di trasmissione della domanda di partecipazione) 80 per cento

La graduatoria sarà pubblicata dall’Istituto entro il 20 luglio 2022.

Gli ammessi al beneficio avranno tempo fino al 14 ottobre 2022 per caricare sul sito dell’INPS tutti i dati relativi a iscrizione, costo del centro estivo, durata e il codice IBAN per il versamento.

In particolare, il richiedente dovrà effettuare i seguenti adempimenti accedendo alla procedura informatica:

  • compilare la sezione Centro Estivo, riportando i dati del centro estivo e alle singole settimane di frequenza con il relativo costo;
  • caricare nella sezione Iscrizione la copia di un documento, firmato dal fornitore e dal richiedente, che attesti l’iscrizione presso un centro estivo idoneo e completo di una dichiarazione che certifichi il possesso dei requisiti;
  • caricare nella sezione fattura, la copia della fattura intestata al richiedente per l’importo corrispondente al 100% del costo del centro estivo. Bisogna riportare sia il costo totale sia quello di ciascuna settimana. Nel caso in cui il fornitore non sia tenuto ad emettere una fattura, dovrà essere stilato un documento di uguale valore;
  • indicare il codice IBAN su cui effettuare il versamento.

In caso di mancato invio della pratica completa entro il termine previsto, il beneficiario sarà considerato rinunciatario ed escluso dal concorso.

L’INPS effettuerà i pagamenti entro il 31 dicembre 2022.

L’Istituto eseguirà controlli nel caso ci siano dubbi riguardo le dichiarazioni fornite o sulla DSU e in caso di falsità procederà al recupero delle somme.

Eventuali richieste di riesamina vanno presentate entro 30 giorni dalla ricezione del provvedimento.

INPS - Bando di concorso Centri Estivi Diurni 2022
Bando di concorso Centri Estivi Diurni 2022

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network