Bonus carta: al via la domanda per le imprese editrici

Francesco Rodorigo - Incentivi alle imprese

Si può fare domanda per il bonus carta dal 19 gennaio 2023. Le imprese editrici hanno tempo fino alla scadenza del 21 febbraio per richiedere il credito d'imposta del 30 per cento delle spese sostenute nel 2021 per l'acquisto della carta per la stampa

Bonus carta: al via la domanda per le imprese editrici

A partire dal 19 gennaio 2023 le imprese editrici di quotidiani e periodici possono presentare la domanda per il bonus carta.

Termini e modalità di presentazione sono specificati nella circolare n. 1 del 6 dicembre 2022, pubblicata dal Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria.

Si tratta del credito d’imposta del 30 per cento delle spese effettuate per l’acquisto della carta utilizzata per la stampa.

Sarà possibile presentare la domanda di ammissione, in riferimento alle spese effettuate nel 2021, fino alla scadenza del 21 febbraio 2023. La richiesta per le spese effettuate nel 2022, invece, potrà essere inviata dal prossimo settembre.

Possono beneficiarne le imprese editrici di quotidiani e periodici iscritte al ROC, il Registro degli Operatori della Comunicazione.

Bonus carta: al via la domanda per il credito d’imposta in favore delle imprese editrici

Tutto pronto per la trasmissione delle domande per il bonus carta. Le imprese editrici di quotidiani e periodici possono presentare le richieste per il credito d’imposta per l’acquisto della carta dal 19 gennaio e fino alla scadenza del 21 febbraio 2023.

I criteri e le modalità di domanda sono specificate nella circolare n. 1 del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria, pubblicata lo scorso 6 dicembre.

Si tratta del credito d’imposta del 30 per cento concesso per le spese di acquisto della carta utilizzata per la stampa effettuate nel corso del 2021.

La misura è stata prevista dalla Legge di Bilancio 2022 anche per il biennio 2022-2023 nel limite delle risorse stanziate, 60 milioni di euro, per le spese effettuate nel 2021 e nel 2022 (120 milioni di euro in totale).

Possono beneficiare dell’agevolazione tutte le imprese editrici di quotidiani e periodici in possesso dei seguenti requisiti:

  • sede legale in uno Stato dell’Unione Europea o nello spazio economico europeo;
  • residenza fiscale o stabile organizzazione in Italia;
  • iscrizione al Registro degli Operatori della Comunicazione (ROC);
  • attività contraddistinta da uno dei seguenti codici ATECO:
    • 58.13 (edizione di quotidiani);
    • 58.14 (edizione di riviste e periodici).

Sono escluse dal beneficio le spese per l’acquisto di carta utilizzata per la stampa di quotidiani e periodici che contengono inserzioni pubblicitarie per un’area superiore al 50 per cento, di quelli non distribuiti in vendita, dei cataloghi e degli altri prodotti editoriali individuati dall’articolo 4, comma 183, della legge n. 350/2003.

Le spese ammesse al credito devono essere certificate da soggetti iscritto nel Registro dei revisori legali e delle società di revisione.

Bonus carta: come fare domanda per il credito d’imposta

Le imprese editrici di quotidiani e periodici che intendono accedere al beneficio, in relazione alle spese effettuate nel 2021, possono fare domanda a partire dal 19 gennaio fino alla scadenza del 21 febbraio 2023.

Le richieste che si riferiscono alle spese effettuate nel 2022, invece, si potranno trasmettere dal 5 settembre al 6 ottobre 2023.

La domanda va presentata, in modalità telematica, dal rappresentante legale dell’impresa. Si invia utilizzando l’apposita procedura disponibile nell’area riservata del portaleimpresainungiorno.gov.it” a cui si accede tramite SPID o CNS.

Una volta effettuato l’accesso è sufficiente cliccare sulla vocecredito d’imposta per le spese per l’acquisto della carta” del menuServizi on line”.

La domanda deve essere corredata della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, redatta e firmata tramite la stessa procedura, che attesti il possesso dei requisiti e l’importo della spesa.

Il credito è utilizzabile in compensazione presentando il modello F24 e non è cumulabile con altre agevolazioni relative agli stessi costi ammissibili. Nel caso in cui le risorse non dovessero essere sufficienti a coprire le richieste verranno ripartite in modo proporzionale in base al credito spettante.

Tutti gli altri dettagli sono disponibili nel testo integrale della circolare n. 1 del Dipartimento per l’Editoria.

Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria - Circolare n. 1 del 6 dicembre 2022
Attuazione dell’articolo 1, commi 378 e 379, della legge 30 dicembre 2021, n. 234. Credito d’imposta per le spese sostenute negli anni 2021 e 2022 dalle imprese editrici di quotidiani e periodici iscritte al Registro Operatori della Comunicazione (ROC) per l’acquisto della carta utilizzata per la stampa delle testate edite.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network