Autodichiarazione Aiuti di Stato Covid-19, istruzioni e scadenza: evento formativo il 23 giugno

Redazione - Dichiarazioni e adempimenti

L'autodichiarazione Aiuti di Stato Covid-19 è il tema al centro del webinar gratuito organizzato da TeamSystem e Informazione Fiscale, in programma giovedì 23 giugno alle ore 15. Focus dell'evento formativo le indicazioni operative per la compilazione del modello e l'invio telematico.

Autodichiarazione Aiuti di Stato Covid-19, istruzioni e scadenza: evento formativo il 23 giugno

Sarà l’autodichiarazione Aiuti di Stato Covid-19 l’argomento al centro del webinar gratuito del 23 giugno organizzato da TeamSystem e Informazione Fiscale .

L’evento formativo rivolto a commercialisti, consulenti e imprese consentirà di fare il punto delle istruzioni di riferimento.

All’interno del modello, pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 27 aprile scorso, sarà necessario indicare le agevolazioni riconosciute nel corso del periodo emergenziale, dai contributi a fondo perduto alle esenzioni fiscali.

Dati da indicare, scadenza, e regole di dettaglio per la compilazione del modello saranno quindi analizzati dai relatori dell’evento formativo del 23 giugno, il Dottor Giuseppe Guarasci e la Dottoressa Anna Maria D’Andrea. È già possibile iscriversi gratuitamente per partecipare all’incontro, in programma dalle ore 15 alle 16.15.

Nel corso dell’evento saranno inoltre illustrate le funzionalità di TeamSystem Studio Cloud , software dichiarativo che consente di gestire in cloud ogni tipo di comunicazione fiscale. L’acquisizione dei dati da Contabilità e Bilanci permette di risparmiare tempo, e inoltre automatismi e controlli consentono di ridurre drasticamente gli errori.

Autodichiarazione Aiuti di Stato Covid-19, istruzioni e scadenza: evento formativo il 23 giugno

Il modello per l’autodichiarazione degli Aiuti di Stato Covid-19 è stato pubblicato dall’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 27 aprile 2022, e dopo una lunga attesa sono state quindi fornite le istruzioni operative relative all’adempimento introdotto dall’articolo 1, commi da 13 a 17 del decreto legge n. 41/2021.

Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze dell’11 dicembre 2021 ha stabilito le prime indicazioni relative all’adempimento, ma all’Agenzia delle Entrate è stato lasciato il compito di fissare scadenza e regole specifiche.

Nell’autodichiarazione per ciascun beneficiario sarà necessario attestare l’importo complessivo dei sostegni fruiti, al fine di accertare di non aver superato i massimali previsti dal Quadro Temporaneo sugli Aiuti di Stato previsto alla luce dell’emergenza Covid-19.

Nel corso del webinar gratuito del 23 giugno organizzato da TeamSystem e Informazione Fiscale verranno fornite tutte le indicazioni operative necessarie.

Il programma dell’evento formativo online si articola nei seguenti punti:

  • Autodichiarazione sugli Aiuti di Stato Covid-19: la normativa di riferimento;
  • Soggetti obbligati e scadenza per la presentazione;
  • Quando non è obbligatorio l’invio;
  • Focus sul modello: dati da indicare e istruzioni;
  • Autodichiarazione anche per la definizione agevolata degli avvisi bonari;
  • Modalità di invio, scarto e dichiarazione sostitutiva;
  • Superamento dei massimali e restituzione volontaria.

Autodichiarazione Aiuti di Stato Covid-19, quando non è obbligatoria? Le istruzioni nel corso del webinar del 23 giugno

Sono numerosi gli aspetti che verranno affrontati dai relatori nel corso del webinar del 23 giugno.

Uno spazio specifico nel corso dell’evento formativo sarà dedicato a quelli che sono i soggetti obbligati all’invio.

Come sopra evidenziato, sono chiamati a inviare l’autodichiarazione sugli Aiuti di Stato per verificare il rispetto dei limiti e delle condizioni previste dal Quadro temporaneo le imprese e in generale tutti i soggetti che hanno ricevuto i contributi a fondo perduto, i bonus, i ristori.

Pur non essendovi casi di esonero, nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 27 aprile 2022 è stato previsto che chi ha già inviato le informazioni richieste in precedenza, tramite uno dei modelli elaborati dall’Agenzia delle Entrate per l’accesso ai ristori, non deve necessariamente ripetere l’operazione.

Invio non obbligatorio che è però subordinato al rispetto di specifici requisiti, quali ad esempio non aver ricevuto altri ristori successivamente alla domanda.

Le condizioni specifiche per sfuggire all’obbligo di invio saranno uno dei punti affrontati nel corso dell’evento formativo online del 23 giugno 2022, che dalle ore 15 alle 16.15 si propone di fornire a professionisti e imprese tutte le indicazioni utili.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network