5G per la produzione di contenuti, in arrivo incentivi MISE: domanda entro la scadenza del 22 aprile 2022

Rosy D’Elia - Incentivi alle imprese

Tecnologia 5G per la produzione di contenuti, arrivano gli incentivi MISE: domanda entro la scadenza del 22 aprile 2022 per la realizzazione di progetti innovativi. Finanziamento fino all'80 per cento delle spese ammissibili. I dettagli e le istruzioni nell'avviso pubblico dell'8 marzo.

5G per la produzione di contenuti, in arrivo incentivi MISE: domanda entro la scadenza del 22 aprile 2022

Tecnologia 5G, in arrivo incentivi MISE per la produzione e distribuzione di contenuti audiovisivi: la domanda per accedere ai finanziamenti per una copertura dell’80 per cento delle spese ammissibili può essere presentata entro la scadenza del 22 aprile 2022.

5 milioni di euro sono le risorse a disposizione: dalle imprese alle scuole, la platea di potenziali beneficiari è ampia.

Punteggio premiante per le iniziative di Cagliari, Arbatax, Frosinone, Salerno, Vibo Valentia, Palermo.

Tecnologia 5G per la produzione di contenuti, accesso agli incentivi MISE entro la scadenza del 22 aprile 2022

Con l’Avviso Pubblico dell’8 marzo 2022, il Ministero dello Sviluppo Economico ha fornito le istruzioni per accedere ai finanziamenti del bando 5G audiovisivi.

I soggetti che possono presentare domanda entro la scadenza del 22 aprile 2022 sono le imprese investite del ruolo di capofila di forme di raggruppamento, aggregazione, partenariato ed altre modalità di intesa/coordinamento di cui devono far parte obbligatoriamente uno o più soggetti di quelli riportati di seguito:

  • Operatori di rete radiotelevisiva e di comunicazione elettronica ad uso pubblico
  • Fornitori di Servizi Media Audiovisivi (FSMA);
  • Produttori audiovisivi;
  • Imprese di livello nazionale/internazionale con competenze specifiche nel settore oggetto della proposta progettuale (editori e creators digitali, produttori ed editori di videogiochi, produttori di eventi, editori multimediali ecc);
  • Pubbliche amministrazioni centrali o locali, operanti nell’area di interesse;
  • Start-up operanti nel settore audiovisivo;
  • Istituzioni scolastiche e/o educative o, in alternativa, università o enti o centri di ricerca che svolgono attività funzionali rispetto alle attività progettuali presentate.

Sono due le tipologie di progetto che è possibile presentare e in base alla tipologia cambiano gli importi massimi del finanziamento a cui si può accedere e le regole sul capofila.

Una sintesi in tabella.

Tipologia di progettoRisorseFinanziamento massimo delle spese ammissibiliCapofila
Obiettivo A - Progetti innovativi e sperimentali di produzione di contenuti e di distribuzione degli
stessi
4 milioni di euro Fino a un milione di euro per l’80 per cento delle spese progettuali Operatori di rete radiotelevisiva e di comunicazione elettronica ad uso pubblico;b. Fornitori di Servizi Media Audiovisivi (FSMA); Produttori audiovisivi, Imprese di livello nazionale/internazionale con competenze specifiche nel settore oggetto della proposta progettuale
Obiettivo B - Progetti innovativi e sperimentali afferenti la sola produzione di contenuti 1 milione di euro Fino a 200 mila euro per l’80 per cento delle spese progettuali Non è necessario formare un raggruppamento, a patto che il richiedente rientri tra le seguenti categorie:

  • Produttori audiovisivi;
  • Imprese di livello nazionale/internazionale con competenze specifiche nel settore oggetto della proposta progettuale (editori e creators digitali, produttori ed editori di videogiochi, produttori di eventi, editori multimediali ecc);
  • Pubbliche amministrazioni centrali o locali, operanti nell’area di interesse;
  • Start-up operanti nel settore audiovisivo;
  • Istituzioni scolastiche e/o educative o, in alternativa, università o enti o centri di ricerca che svolgono attività funzionali rispetto alle attività progettuali presentate

Le iniziative devono essere avviate entro e non oltre il 15 giugno 2022 e realizzate entro un anno.

5G per la produzione di contenuti, i requisiti per accedere al finanziamento MISE

Il finanziamento previsto dal bando 5G audiovisivi copre fino all’80 per cento delle spese ammissibili sostenute per la realizzazione del progetto a partire dalla data di avvio, ad esempio:

  • acquisto di strumenti e attrezzature;
  • spese del personale dedicato al progetto;
  • quote di ammortamento degli strumenti e delle attrezzature acquistati precedentemente
  • avvio delle attività, solo nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto;
  • acquisto di materiale utilizzato direttamente ed esclusivamente per la realizzazione delle attività previste;
  • servizi di consulenza e altri servizi utilizzati per le attività di progetto.

La proposta di progetti innovativi e sperimentali di produzione di contenuti e di distribuzione deve rispondere alle seguenti caratteristiche:

  • adottare soluzioni tecnologiche attuabili con l’impiego della rete 5G, valorizzando i benefici della tecnologia in termini di prestazioni e funzionalità;
  • adottare architetture di rete innovative, basate sul paradigma 5G, per una distribuzione di contenuti audiovisivi in modo efficiente;
  • prevedere lo sviluppo di uno o più casi d’uso che riguardano i seguenti ambiti:
    • Produzione video remota e distribuita;
    • DAD+gaming;
    • Eventi live;
    • Documentari.

Allo stesso modo possono accedere agli incentivi MISE proposte progettuali di produzione dei contenuti che rispondono ai seguenti requisiti:

  • adottano soluzioni innovative per servizi e/o contenuti audiovisivi, come realtà virtuale o funzionalità di tipo immersivo;
  • adottano architetture di rete che forniscano strumenti funzionali alla gestione remota e all’interattività (ad esempio, NPN-Non Public Network, edge computing, ambienti cloud);
  • favoriscono la diffusione di dispositivi di ultima generazione, sia nel campo della registrazione sia nel campo della possibilità di telecontrollo;
  • favoriscono la produzione di contenuti in formati audio e video da 8k, UHD, MPEG-H, etc.;
  • prevedono lo sviluppo di uno o più casi d’uso che riguardano i seguenti ambiti:
    • Produzione remota ed intelligente;
    • Produzione di contenuti audio live;
    • Produzione audio e video multi-location in ambito professionale;
    • Produzione di contenuti live immersivi;
    • Media immersivi e realtà virtuale.

5G per audiovisivi, come presentare domanda di finanziamento MISE entro la scadenza del 22 aprile

La domanda di finanziamento per i progetti di produzione e distribuzione di contenuti con la tecnologia 5G devono essere presentati entro la scadenza del 22 aprile 2022.

A fornire le istruzioni da seguire è l’avviso pubblico dell’8 marzo:

  • sarà necessario redigere la richiesta in lingua italiana e in carta legalefogli protocollo al cui margine è riportata l’imposta di bollo, o carta di uso comune in formato A4 resa legale in applicazione della relativa imposta di bollo”, si legge nelle istruzioni;
  • solo il soggetto capofila nella persona del titolare dell’impresa proponente oppure del legale rappresentante oppure da persona munita dei relativi poteri dovrà sottoscriverla;
  • dovrà riportare l’indicazione dei partner del soggetto proponente;
  • in calce ad ogni pagina della proposta progettuale e nel frontespizio dovrà essere riportata la dicitura “Progetto 5G audiovisivo – Obiettivo A” ovvero “Progetto 5G audiovisivo – Obiettivo B”.

La proposta progettuale presentata per accedere al finanziamento MISE deve essere ben dettagliata e riportare tutte le informazioni utili a valutare requisiti e specificità, così come illustrato nell’avviso pubblico.

La domanda insieme agli allegati e alla ricevuta dell’imposta versata dovrà essere inviata tramite PEC al seguente indirizzo [email protected]. Allo stesso indirizzo è possibile inviare richieste di informazioni e chiarimenti entro la scadenza del 23 marzo 2022.

Tre sono le fasi di selezione:

  • invio delle domande;
  • selezione delle migliori proposte progettuali, destinate alla successiva fase di procedura negoziata;
  • procedura negoziata per l’affinamento delle proposte progettuali collocatesi ai primi posti delle graduatorie entro il 23 maggio 2022.

Le graduatorie finali saranno pubblicate sul sito del MISE entro il 31 maggio 2022.

Tutti i dettagli sulla documentazione da inviare e sulle condizioni del finanziamento sono indicate nel testo integrale dell’bando MISE pubblicato l’8 marzo 2022.

Ministero dello Sviluppo Economico-Bando Progetto 5G audiovisivo 2022
Avviso pubblico MISE dell’8 marzo 2022.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network