Nuova scadenza per il 5 per mille 2022: accreditamento entro l’11 aprile

Cristina Cherubini - Associazioni

Iscrizione al RUNTS e accreditamento per ricevere il contributo 5 per mille 2022: nuova finestra per procedere per gli enti non iscritti nell'elenco permanente. C'è tempo dal 4 aprile e fino alla scadenza dell'11 aprile. Le istruzioni da seguire.

Nuova scadenza per il 5 per mille 2022: accreditamento entro l'11 aprile

Lo scorso 31 marzo il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato un estratto dettagliato al fine di fornire le istruzioni corrette che le associazioni dovranno seguire per poter beneficiare del contributo 5 per mille anche per il 2022.

Le casistiche sono molteplici e ad ognuna corrisponde una particolare modalità da implementare al fine di potersi dire in regola ed idonei a tale percezione.

I chiarimenti sono arrivati in prossimità di un’importante scadenza, quella dell’11 aprile, che se non dovesse essere onorata potrebbe comportare la perdita di uno dei benefici più importanti da sempre riservato alle associazioni.

5 per mille, accreditamento 2022: la scadenza dell’11 aprile

Gli enti che a partire dallo scorso 23 novembre hanno perfezionato la pratica per l’iscrizione al RUNTS in autonomia, che non rientrano quindi nella casistica particolare delle APS e ODV precedentemente iscritte in altri registri o alle ONLUS al momento dell’immatricolazione sul portale hanno avuto la possibilità di accreditarsi per ricevere il 5 per mille 2022.

Gli enti che al momento dell’iscrizione al RUNTS per qualsiasi motivo non hanno effettuato tale accreditamento, e che non risultano iscritti nell’elenco permanente, potranno modificare tale postilla a partire dal 4 aprile 2022 alle ore 15 fino alla scadenza dell’11 aprile.

Ad annunciarlo è il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con una notizia pubblicata lo scorso 31 marzo 2022.

La procedura da implementare per la presentazione di tale modifica si svilupperà attraverso i seguenti passaggi:

  • dalla home page del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali accedere al portale e alla propria posizione;
  • valorizzare la check box in corrispondenza della voce “Accreditamento del 5 x 1000”, inserendo negli appositi campi l’IBAN del conto corrente intestato all’ente sul quale poter ricevere il versamento del beneficio o in alternativa e per gli enti che non dispongano di conto corrente intestato, la Provincia della Tesoreria dello Stato dove poter ricevere il pagamento per importi non superiori a 1.000 euro;
  • salvare la pratica;
  • effettuare il download della distinta di riepilogo;
  • firmare digitalmente il file;
  • procedere con l’upload e l’invio della pratica.

La presente procedura non dovrà essere implementata al rispetto di determinati requisiti e alcune tipologie di enti ne saranno comunque esonerati.

APS e ODV: accreditamento per il 5 per mille 2022

Possiamo in questa sede suddividere le APS e le ODV in tre macro gruppi:

  • quelle cioè che risultavano iscritte alla data del 22 novembre 2021 a precedenti registri territoriali;
  • quelle iscritte all’elenco permanente;
  • quelle che si sono costituite dopo il 23 novembre scorso e si sono quindi iscritte direttamente al RUNTS.

Le ODV e le APS coinvolte nel processo di trasmigrazione al RUNTS, dovranno accreditarsi al beneficio del 5 per mille dal momento in cui avrà effetto l’iscrizione al RUNTS, presentando la pratica di modifica indicata nel paragrafo precedente entro il 31 ottobre 2022.

Non saranno obbligate inoltre ad effettuare alcun versamento stante la previsione di cui all’art. 9, comma 6, del D.L. n. 228 del 30 dicembre 2021.

Nel caso in cui le ODV e APS coinvolte nel processo di trasmigrazione al RUNTS, risultino già incluse nell’elenco permanente sopra indicato saranno considerate accreditate al beneficio anche per l’anno 2022 senza necessità di alcun ulteriore adempimento.

Le ODV e le APS che si sono iscritte autonomamente al RUNTS dovrebbero aver già predisposto il nuovo accreditamento ma se così non fosse dovranno effettuarlo in occasione della finestra temporale concessa tra il 4 e l’11 aprile 2022, eseguendo la procedura sopradescritta.

Importante sottolineare che gli enti che risultano iscritti all’elenco permanente di cui all’art. 8 del d.P.C.M. 23 luglio 2020 non potranno accedere al beneficio del 5 per mille per l’anno 2022 nel caso in cui non avranno perfezionato la loro iscrizione al RUNTS entro l’anno 2022.

Accreditamento 5 per mille: il caso delle imprese sociali

Nel caso in cui il beneficiario sia un’impresa sociale non costituita in forma d’impresa o una cooperativa sarà necessario inviare la pratica di modifica per l’accreditamento al 5 per mille a partire dal 4 aprile e fino alla data dell’11 aprile, nel caso in cui siano già iscritte nella sezione speciale del RUNTS o nell’elenco permanente di cui sopra.

Nel caso in cui volessero presentare tale pratica dopo l’11 aprile ne avranno facoltà fino al 30 settembre, dovendo però versare la somma di 250,00 euro.

Si precisa che le cooperative sociali e le imprese sociali che sono incluse nell’elenco permanente sopra indicato saranno considerate accreditate al beneficio anche per l’anno 2022 senza necessità di alcun ulteriore adempimento.

Nel caso in cui alcune cooperative non siano in grado di riscontrare la propria presenza sull’elenco tenuto appositamente dal RUNTS, potranno segnalarlo alla Camera di commercio competente per verificare l’avvenuta iscrizione nella sezione imprese sociali del Registro imprese, in quanto in caso di tale mancanza non sarà loro possibile vedersi accreditare nel RUNTS.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network