ZFU Sisma Centro Italia: domanda agevolazioni dal 12 marzo 2018

Anna Maria D’Andrea - Incentivi alle imprese

ZFU Sisma Centro Italia: con la circolare MISE del 5 marzo 2018 viene dato il via alle agevolazioni per imprese e professionisti introdotte dalla Legge di Bilancio. Domande dal 12 marzo 2018.

ZFU Sisma Centro Italia: domanda agevolazioni dal 12 marzo 2018

ZFU Sisma Centro Italia: tutto pronto per le domande di accesso alle agevolazioni fiscali e contributive introdotte dalla Legge di Bilancio 2018.

La circolare direttoriale pubblicata dal Ministero dello Sviluppo Economico il 5 marzo 2018 fornisce tutte le istruzioni necessarie in merito alle modalità e ai termini per presentare domanda di accesso alle agevolazioni.

Le domande potranno essere inviate a partire dal 12 marzo 2018 e le agevolazioni potranno essere richieste da imprese e titolari di reddito di lavoro autonomo e da imprese individuali e familiari residenti nella zona franca urbana dei Comuni del Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dai terremoti che si sono susseguiti a partire dal 24 agosto 2016.

Di seguito tutti i dettagli sui bandi di agevolazione del MISE per le imprese e i lavoratori autonomi della ZFU del Centro Italia, requisiti e come fare domanda.

Agevolazioni imprese e professionisti ZFU Sisma Centro Italia

La Legge di Bilancio 2018 ha previsto, per le imprese e i lavoratori autonomi con sede nelle regioni del Centro Italia colpite dagli eventi sismici del 2016, la possibilità di beneficiare di agevolazioni fiscali e contributive nel caso di riduzione del fatturato.

L’esenzione riguarda il versamento delle imposte sui redditi fino al limite di 100.000 euro, dell’Irap fino a 300.000 euro, dei contributi previdenziali e assistenziali e dell’IMU.

L’agevolazione è rivolta ai soggetti che hanno la sede principale o l’unità locale nei comuni della ZFU di Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo e che nel periodo compreso tra il 1° novembre 2016 e il 28 febbraio 2017 hanno subito una riduzione del fatturato pari almeno al 25 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Per i titolari di imprese individuali e familiari è prevista la possibilità di presentare domanda di agevolazione per la riduzione dei contributi previdenziali e assistenziali qualora, a seguito degli eventi sismici verificatisi dal 24 agosto 2016 nelle regioni Umbria, Abruzzo, Marche e Lazio, si sia subita una riduzione del fatturato pari al 25 per cento nel periodo dal 1° settembre 2016 al 31 dicembre 2016, rispetto al corrispondente periodo dell’anno 2015.

Le agevolazioni fiscali e contributive saranno concesse per i periodi d’imposta 2017 e 2018, secondo i limiti e le regole descritti nella circolare n. 99473 del 4 agosto 2017 e nella circolare pubblicata dal MISE il 5 marzo 2018 di seguito allegata:

PDF - 179 Kb
Circolare MISE n. 144220 del 5 marzo 2018
ZFU Sisma Centro Italia. Chiarimenti su presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni

Soggetti beneficiari delle agevolazioni fiscali e contributive

Oltre alla riduzione del 25 per cento del fatturato, la circolare pubblicata dal MISE stabilisce che i soggetti beneficiari delle agevolazioni rivolte alle imprese e agli autonomi residenti nella ZFU del Centro Italia potranno presentare domanda nel rispetto dei seguenti requisiti:

  • le imprese devono essere regolarmente iscritte nel Registro delle Imprese e Costituite entro il 28 febbraio 2016;
  • i titolari di reddito di lavoro autonomo devono aver presentato, alla data del 28 febbraio 2016, la dichiarazione di inizio attività;
  • i soggetti che presentano domanda devono svolgere l’attività nella sede o nell’unità locale ubicata all’interno del territorio dei Comuni di cui all’allegato 2 del decreto-legge n. 189 del 2016 (Allegato 3 della circolare MISE). Per le imprese, la sede principale o l’unità locale dove è svolta l’attività, così come l’avvenuto avvio dell’attività nella predetta sede o unità locale, devono risultare dal certificato camerale. Per i titolari di reddito di lavoro autonomo, la sede principale o l’unità locale dove è svolta l’attività deve risultare dalla comunicazione di inizio attività.

Le agevolazioni contributive rivolte ai titolari di imprese familiari o individuali (esonero di cui all’art. 46, comma 2, lettera d del DL 50/2017) potranno essere richieste sia ad integrazione dell’esonero già ottenuto e sia nel caso in cui non abbiano già ottenuto le agevolazioni.

I requisiti richiesti alle imprese familiari o individuali sono i seguenti:

  • devono essere regolarmente iscritte nel Registro delle imprese e costituite entro il 31 dicembre 2015;
  • attività svolta all’interno dei Comuni di cui agli allegati numeri 1 e 2 del decreto-legge n. 189 del 2016. I soggetti istanti devono svolgere l’attività nella sede o nell’unità locale ubicata all’interno del territorio dei Comuni della ZFU (Allegato 3 circolare MISE).
  • la sede principale o l’unità locale dove è svolta l’attività, così come l’avvenuto avvio dell’attività nella predetta sede o unità locale, devono risultare dal certificato camerale.

In ambedue i casi le imprese o titolari di reddito di lavoro autonomo che presentano domanda devono trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti civili e non essere in liquidazione volontaria o sottoposti a procedure concorsuali.

Importo delle agevolazioni fiscali e contributive

Nel rispetto dei regolamenti “de minimis” è previsto che ciascun soggetto potrà beneficiare delle agevolazioni fino al limite massimo di euro 200.000,00, ovvero:

  • di euro 100.000,00, nel caso di imprese attive nel settore del trasporto di merci su strada per conto terzi;
  • di euro 15.000,00, nel caso di soggetti attivi nel settore agricolo.

Si ricorda che per il calcolo dei limiti massimi di aiuti concedibili concorrono anche eventuali ulteriori agevolazioni ottenute dal soggetto beneficiario a titolo di de minimis nell’esercizio finanziario in corso alla data di presentazione della domanda e nei due precedenti.

Come presentare domanda: modalità e scadenze

La circolare MISE stabilisce due diverse date a partire dalle quali sarà possibile presentare domanda:

  • a partire dalle ore 10 del 12 marzo 2018 e fino alle ore 12 del 27 marzo 2018 per le istanze di accesso alle agevolazioni previste dall’art. 1, comma 745 della Legge di Bilancio 2018 rivolte a titolari di imprese o di reddito da lavoro autonomo;
  • a partire dalle ore 10 del 4 aprile 2018 e fino alle ore 12 del 20 aprile 2018 per i titolari di imprese individuali o familiari.

Per presentare domanda sarà necessario utilizzare i modelli messi a disposizione in allegato dal MISE e l’invio dovrà essere effettuato esclusivamente in modalità telematica.

Si riportano di seguito i moduli di domanda:

PDF - 267.9 Kb
Modulo di domanda agevolazioni imprese e lavoratori autonomi ZFU Centro Italia (Allegato 1)
Domanda agevolazioni ai sensi dell’articolo 1, comma 745 della legge 27 dicembre 2017, n. 205 (legge di bilancio 2018), nei Comuni delle Regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo di cui all’allegato 2 del decreto legge 17 ottobre 2016, n.189
PDF - 256.1 Kb
Modulo di domanda agevolazioni imprese individuali e familiari ZFU Centro Italia (Allegato 2)
Domanda agevolazioni ai sensi dell’articolo 1, comma 746 della legge 27 dicembre 2017, n. 205 (legge di bilancio 2018), nei Comuni delle Regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo di cui agli allegati 1 e 2 del decreto legge 17 ottobre 2016, n.189

Per ulteriori dettagli si consiglia di consultare la sezione dedicata sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico.