Sisma 2016/2017, versamento dei contributi INPS sospesi entro il 15 ottobre

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Sisma 2016/2017, versamento dei contributi sospesi entro la scadenza del 15 ottobre 2019: l'INPS, con il messaggio numero 3247 del 2019, fornisce le istruzioni da seguire a datori di lavoro e lavoratori delle regioni interessate, Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo.

Sisma 2016/2017, versamento dei contributi INPS sospesi entro il 15 ottobre

Sisma 2016/2017, versamento dei contributi sospesi entro il 15 ottobre 2019 con la possibilità di scegliere se pagare in un’unica soluzione o rateizzare e versare le prime 5 rate. Con il messaggio numero 3247 del 6 settembre 2019, l’INPS fornisce alle diverse categorie di iscritti le istruzioni da seguire per il pagamento unico.

La scadenza interessa datori di lavoro e lavoratori che operano nei comuni del Lazio, delle Marche, dell’Umbria e dell’Abruzzo colpiti dai terremoti del 24 agosto 2016, del 26 e 30 ottobre 2016 e del 18 gennaio 2017.

PDF - 84.7 Kb
INPS - Messaggio numero 3247 del 6 settembre 2019
Eventi sismici verificatisi nei territori delle Regioni Lazio, Marche, Umbria, Abruzzo in data 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017. Modalità di versamento dei contributi sospesi. Istruzioni contabili.

Sisma 2016/2017, versamento dei contributi sospesi entro il 15 ottobre: le istruzioni INPS

Il 15 ottobre segna la scadenza per la ripresa degli adempimenti e dei versamenti sospesi, precedentemente prevista per il 1° giugno 2019.

I cittadini interessati dal sisma 2016/2017 hanno due possibilità per mettersi in regola:

  • pagare le somme dovute in un’unica soluzione, senza applicazione di sanzioni e interessi;
  • rateizzare l’importo fino ad un massimo di 120 rate mensili di pari valore, senza applicazione di sanzioni e interessi, pagando le prime 5 rate entro il 15 ottobre.

Nel caso in cui la domanda di rateazione sia già stata presentata entro la scadenza del 1° giugno 2019 e il contribuente non abbia intenzione di modificare il piano, non sarà necessaria una nuova domanda.

Con lo slittamento dei termini, risulta prorogata la scadenza delle rate dalla seconda alla quinta: entro la data del 15 ottobre 2019 servirà effettuare un versamento di ammontare, complessivamente, pari all’importo delle prime cinque rate e comprensivo delle somme già pagate a titolo di prima rata nel corso del mese di maggio 2019.

Con il messaggio numero 3247 del 6 settembre 2019, l’INPS illustra le istruzioni operative, riferite alle diverse gestioni previdenziali, per il versamento in un’unica soluzione della contribuzione sospesa.

Si attendono ancora, invece, i chiarimenti per il versamento della contribuzione sospesa mediante rateizzazione e per la presentazione della relativa domanda verranno fornite con successivo messaggio.

Sisma 2016/2017, versamento dei contributi INPS sospesi: istruzioni per le aziende con dipendenti

Le aziende con dipendenti devono versare in un’unica soluzione i contributi INPS sospesi tramite modello F24 compilando la “Sezione INPS” secondo l’esempio riportato nel testo del messaggio. Alla matricola dell’azienda si aggiunge lo stesso codice utilizzato per la rilevazione del credito, ovvero N964.

Codice SedeCausale contributoMatricola INPS/Codice INPS/Filiale AziendaPeriodo dalPeriodo alImporti a debito versati
- DSOS PPNNNNNCCN964 mm/aaaa mm/aaaa

Anche gli adempimenti relativi alla trasmissione della denuncia Uniemens dovranno essere assolti entro il 15 ottobre 2019.

Ai fini della compilazione del flusso Uniemens, per i periodi di paga dalla data dell’evento sismico ad agosto 2017, le aziende interessate devono inserire il valore “N964” nell’elemento “DenunciaAziendale”, “AltrePartiteACredito”, “CausaleACredito” e le relative “SommeACredito”, che rappresentano l’importo dei contributi sospesi.


Le aziende con natura giuridica privata e dipendenti iscritti alla gestione pubblica, invece, dovranno indicare il contributo dovuto nell’elemento “AltriImportiDovuti_Z2” della ListaPosPA, valorizzando la Tipologia del Dovuto con il Codice 33, ovvero Restituzione contributi sospesi per eventi calamitosi. Nel campo “causale contributo” del modello F24 va indicato il codice PX33.

Sisma 2016/2017, versamento dei contributi INPS sospesi: istruzioni per artigiani e commercianti

Anche artigiani e commercianti possono utilizzare il modello F24 indicando l’apposita codeline presente a decorrere dal 9 settembre 2019 nelle comunicazioni bidirezionali del Cassetto previdenziale, nella sezione “Atti emessi – dilazioni”.

In questo caso, l’INPS anticipa le istruzioni anche per il pagamento rateale e chiarisce:

“La rata pagata in occasione della precedente scadenza del 1° giugno 2019 dovrà essere considerata come facente parte delle cinque rate da versare entro il 15 ottobre. A seguito dell’invio della comunicazione di pagamento rateale, e delle conseguenti verifiche, l’operatore provvederà alla sua acquisizione e all’elaborazione del piano rateale generando le codelines specifiche per il versamento delle rate successive alla prima, che saranno fornite ai contribuenti tramite Cassetto previdenziale nelle comunicazioni bidirezionali (tipo atto: “Esito Domanda di Rateizzazione”). I soggetti interessati potranno richiedere le codelines anche direttamente presso le Strutture territoriali. Il versamento deve essere effettuato con il modello “F24” e nello spazio riservato alla matricola deve essere riportata la codeline”.


Come sottolinea l’Istituto, per gli iscritti alle gestioni artigiani e commercianti non vige il principio dell’automaticità delle prestazioni, i contributi dovuti e non versati per effetto della sospensione non saranno utilizzabili fino al loro completo versamento.

Sisma 2016/2017, versamento dei contributi INPS sospesi per liberi professionisti e committenti

Entro la scadenza del 15 ottobre anche liberi professionisti e committenti devono utilizzare il modello F24 per il versamento, compilandolo secondo le istruzioni.

ContribuentiCodice SedeCausale contributoMatricola INPS/Codice INPS/Filiale AziendaPeriodo dalPeriodo alImporti a debito versati
Liberi professionisti PXX/P10 mm/aaaa mm/aaaa
Committenti CXX/C10 mm/aaaa mm/aaaa

Sisma 2016/2017, versamento dei contributi INPS sospesi: aziende agricole e lavoratori agricoli autonomi

Come si legge nel messaggio INPS, le aziende agricole che assumono manodopera e i lavoratori agricoli autonomi e concedenti a piccola colonia e compartecipazione familiare devono utilizzare, allo stesso modo delle altre categorie, il modello F24. I dati necessari alla compilazione della delega di pagamento (Sede INPS, Causale e Periodo) sono indicati nella lettera, già inviata in sede di tariffazione, con gli estremi per il versamento dei contributi.

Il prospetto dei contributi dovuti, oggetto della sospensione con relativa codeline, è inserito nel Cassetto previdenziale aziende agricole all’interno della sezione “News individuale”.

In particolare, per le aziende agricole il 15 ottobre è anche il termine ultimo per le denunce trimestrali di manodopera (DMAG) del 3° e 4° trimestre 2016 e del 1° e 2° trimestre 2017 non ancora trasmesse.

Le dichiarazioni di manodopera saranno oggetto di calcolo contributivo e di valorizzazione ad ogni altro fine in concomitanza della lavorazione delle denunce del 3° trimestre 2019. La contribuzione dovuta avrà come scadenza di pagamento il giorno 16 marzo 2020.

Sisma 2016/2017, versamento dei contributi INPS sospesi: datori di lavoro domestico

Infine il testo diffuso dall’INPS indica le istruzioni anche ai datori di lavoro domestico, che per il versamento dei contributi INPS sospesi possono procedere come di consueto:

  • servirsi dei bollettini MAV ricevuti oppure gli avvisi di pagamento PagoPA generati attraverso il sito internet www.inps.it al seguente percorso: Tutti i servizi > Portale dei Pagamenti>Lavoratori Domestici;
  • rivolgersi ai soggetti aderenti al circuito Reti Amiche;
  • utilizzare i servizi online presenti sul portale INPS.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it