Rientro a scuola 2022: ecco quando scatta la DAD in caso di positivi in classe

Rientro a scuola: con la nota dell'8 gennaio 2022, il MIUR e il Ministero della Salute spiegano quando scatta la DAD in caso di presenza in classe di positivi alla Covid-19. Regole diverse per la scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di I e II grado. Nella nota ci sono indicazioni anche per il personale scolastico o esterno entrato in contatto con un caso positivo.

Rientro a scuola 2022: ecco quando scatta la DAD in caso di positivi in classe

Nuove regole sulla DAD al rientro a scuola.

Con il Decreto Legge 1/2022 il Governo fissa i criteri per studenti e personale scolastico ed esterno, da applicare con la riapertura delle scuole in caso di presenza all’interno della classe di positivi alla Covid-19.

Le novità sulla DAD sono contenute nell’articolo 4 del predetto decreto, e a spiegare le regole da seguire è la nota congiunta che il MIUR e il Ministero della Salute hanno pubblicato l’8 gennaio 2022.

Le istruzioni riguardano gli alunni da 0 a 6 anni, la scuola primaria, e secondaria di I e II grado, ma anche il personale scolastico ed esterno, presente in aula nelle 48 ore precedenti la rilevazione di un caso positivo.

Le regole cambiano a seconda che ci siano uno o più casi positivi, del grado di istruzione frequentato e dell’iter vaccinale dei ragazzi.

Rientro a scuola 2022: ecco quando scatta la DAD in caso di positivi in classe

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge n. 1/2022 sono entrate in vigore le nuove regole per il rientro a scuola, finalizzate a conciliare l’esigenza di tutela della salute e sicurezza nazionale con quella di proseguire la didattica in presenza.

Il 5 gennaio, prima della pubblicazione del decreto, sul portale del MIUR, sono state diffuse le slides riepilogative delle nuove regole per la scuola.

Le indicazioni pratiche sono spiegate dal MIUR e dal Ministero della Salute con la circolare dell’8 gennaio.

Nota MIUR e Ministero della Salute sulla gestione dei casi di positività per il rientro a scuola
Nuove modalità di gestione dei casi di positività all’infezione da SARS-CoV-2 in ambito scolastico – art. 4, del decreto-legge 7 gennaio 2022, n. 1 – prime indicazioni operative.

Le regole in merito ai casi in cui scatta la DAD in caso di positività possono essere così schematizzate:

Un caso positivoDue casi positiviTre casi positivi
da 0 a 6 anni: DAD per 10 giorni
scuola primaria: didattica in presenza DAD per 10 giorni
scuola secondaria di I e II grado: didattica in presenza didattica in presenza per vaccinati o guariti entro 120 giorni, e per chi ha fatto la dose di richiamo; DAD di 10 giorni per non vaccinati, per vaccinati o guariti da più di 120 giorni DAD di 10 giorni

A ciò si aggiunge che, in nessun caso, può entrare o rimanere a scuola chi ha una temperatura corporea pari o superiore a 37,5°, o con tosse, raffreddore o altra sintomatologia respiratoria, come disposto dall’articolo 1, comma 2 lettera c) del Decreto Legge 111/2021.

Rientro a scuola 2022: con un positivo in classe DAD di 10 giorni per bambini da 0 a 6 anni

Per i bambini da 0 a 6 anni che frequentano la stessa sezione o gruppo classe in cui viene rilevato un caso positivo:

  • viene sospesa la didattica per 10 giorni;
  • i bambini entreranno in quarantena per 10 giorni, e ne potranno uscire con un tampone antigenico rapido o molecolare negativo.

Al personale scolastico ed esterno, che 48 ore prima della scoperta del caso positivo abbia trascorso almeno 4 ore, anche non di seguito, in attività in presenza in classe, si applicano le disposizioni per i contatti stretti ad alto rischio.

Rientro a scuola 2022: nella scuola primaria DAD con due positivi in aula

Nella scuola primaria, con un solo caso positivo:

  • l’attività in presenza non viene sospesa;
  • si raccomanda ai ragazzi della classe in cui è stata rilevata la positività di consumare i pasti ad almeno 2 metri di distanza;
  • i ragazzi dovranno sottoporsi il prima possibile ad un test antigenico rapido o molecolare, T0, e ripeterlo 5 giorni dopo il contatto, T5.
    • con T0 e T5 negativi, possono rientrare a scuola;
    • con T0 e T5 positivi non possono rientrare a scuola, e devono avvisare il medico di base o il pediatra.

Per il personale scolastico ed esterno è previsto il regime di auto sorveglianza ed è raccomandata l’esecuzione dei tamponi T0 e T5.

Con due casi positivi nella stessa classe:

  • si sospende l’attività in presenza, e si va in DDI, didattica digitale integrata, per 10 giorni;
  • i ragazzi devono fare 10 giorni di quarantena, e possono uscire con un tampone antigenico rapido o molecolare negativo.

Per il personale scolastico ed esterno, anche in questo caso, è previsto il regime di auto sorveglianza o di quarantena, secondo le regole stabilite dalla circolare del Ministero della Salute del 30 dicembre 2021.

I tamponi T0 e T5 devono essere effettuati nelle strutture del Servizio Sanitario Nazionale.

Rientro a scuola 2022: per la scuola secondaria di I e II grado DAD per tutti con tre casi positivi

Per quel che riguarda invece la scuola secondaria di I e II grado, con un caso positivo:

  • prosegue l’attività in presenza;
  • gli alunni dovranno osservare un regime di auto sorveglianza, e indossare la FFP2 per 10 giorni;
  • si raccomanda la consumazione dei pasti con una distanza di almeno 2 metri;
  • auto sorveglianza anche per il personale scolastico ed esterno.

Con due casi positivi, possono continuare ad andare a scuola, indossando mascherine FFP2 per almeno 10 giorni, gli alunni che possono dimostrare:

  • di aver completato il ciclo vaccinale da 120 giorni;
  • di essere guariti dalla Covid 19 da 120 giorni;
  • di aver effettuato la dose di richiamo del vaccino.

Il Decreto Legge 1/2022, articolo 4, comma 1, lettera c) n. 1, sul punto specifica che la didattica in presenza continua:

“per coloro che diano dimostrazione di avere concluso il ciclo vaccinale primario o di essere guariti da meno di centoventi giorni oppure di avere effettuato la dose di richiamo”

In caso contrario, dovranno restare a casa per 10 giorni in DDI, come anche gli alunni che al momento del contatto a rischio:

  • non hanno completato l’iter vaccinale;
  • lo hanno completato da più di 120 giorni;
  • sono guariti da più di 120 giorni.

Anche per loro la quarantena termina con un tampone negativo.

Se invece i casi positivi nella stessa classe sono tre:

  • si sospende la didattica in presenza;
  • si applicano le misure previste dalla circolare del Ministero della Salute per i contatti stretti ad alto rischio.

Queste ultime disposizioni si applicano al personale scolastico ed esterno sia con due sia con tre positivi.

Chi deve uscire dall’auto sorveglianza, potrà effettuare il test antigenico rapido presso le farmacie e le strutture sanitarie autorizzate gratuitamente, su prescrizione del medico di base o del pediatra.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network