Mobilità scuola 2022-23, le istruzioni per docenti e ATA

Stefano Paterna - Scuola

Mobilità scuola 2022-23, aperta dal 28 febbraio la procedura per le domande da parte dei docenti. Seguiranno il personale educativo e gli ATA. Le richieste potranno essere inoltrate tramite il portale Istanze online, tranne che nel caso degli insegnanti di religione che dovranno utilizzare un modulo particolare.

Mobilità scuola 2022-23, le istruzioni per docenti e ATA

Mobilità scuola 2022-23, al via la possibilità per il personale scolastico di presentare domanda tramite il portale Istanze online.

A comunicarlo è stato il 25 febbraio 2022 il Ministero dell’istruzione e dal 28 febbraio possono già accedere al servizio i docenti.

Date differenziate sono previste per gli educatori, per gli ATA (assistenti tecnici, amministrativi e ausiliari) e per i docenti di religione cattolica. In quest’ultimo caso anche le modalità di invio delle domande avverrà attraverso una modulistica particolare.

Anche gli esiti delle domande di mobilità 2022-2023 presentate dalle varie categorie del mondo della scuola arriveranno in date diverse.

Una apposita sezione con le istruzioni per presentare le richieste è stata pubblicata sul sito del Ministero, insieme alla normativa che regola le varie richieste di trasferimento volontarie: passaggio di ruolo, passaggio di cattedra, cambiamento di profilo.

Ma vediamo nel dettaglio il meccanismo di funzionamento, i tempi e le modalità delle richieste di mobilità per il prossimo anno scolastico.

Mobilità scuola 2022-23, le diverse tipologie e il CCNI 2022-25

Esistono vari tipi di mobilità del personale scolastico, che innanzitutto può essere volontaria o obbligatoria.

Nel caso specifico si parla ovviamente della prima categoria, dato che si tratta dell’apertura alle richieste di trasferimento da parte del Ministero dell’Istruzione.

In ogni caso, anche la mobilità volontaria presenta delle categorie diverse al suo interno e può essere territoriale con il passaggio del lavoratore da una sede all’altra entro la stessa provincia oppure anche da una provincia all’altra oppure di tipo professionale che si articola a sua volta nel:

  • passaggio di cattedra, ad esempio un docente che chiede di essere trasferito all’insegnamento di una materia o classe di concorso diversa nell’ambito della stesso ordine e grado scolastico;
  • passaggio di ruolo, che può valere sia nel caso del docente che chiede di passare all’insegnamento in una scuola di ordine e grado diverso, sia nel caso del personale ATA che chiede di cambiare profilo professionale.

In generale la mobilità del personale scolastica viene regolata per tre anni scolastici dal Contratto Collettivo Nazionale Integrativo: nel caso specifico si applica il recente CCNI 2022-25, che però è stato sottoscritto solo dalla Cisl ed è fortemente contestato dalle altre organizzazioni sindacali.

Domanda mobilità nella scuola 2022-23, tempi, scadenze e modalità

Tutte le richieste di mobilità del personale per l’anno scolastico 2022-23 devono essere presentate attraverso il portale Istanze online, accedendo tramite registrazione all’area riservata oppure attraverso l’utilizzo di SPID.

Soltanto gli insegnanti di religione cattolica devono compilare la domanda attraverso uno specifico modello disponibile nella sezione informativa sulla mobilità pubblicata sul sito del Ministero.

I tempi per inoltrare domanda e per ricevere gli esiti di mobilità, pubblicati dal Ministero dell’Istruzione il 25 febbraio, sono invece diversificati per ogni categoria specifica di personale scolastico:

  • il personale docente ha già iniziato a presentare domanda dal 28 febbraio e lo potrà fare sino al 15 marzo. Gli esiti delle richieste si avranno il prossimo 17 maggio 2022;
  • il personale educativo ha invece una “finestra di presentazione” che va dal 1° marzo al 21 dello stesso mese, mentre gli esiti delle domande si avranno anche in questo caso il 17 maggio;
  • il personale ATA va dal 9 al 25 marzo e gli esiti verranno pubblicati il 27 maggio;
  • i docenti di religione cattolica dal 21 marzo al 15 aprile. Gli esiti delle domande saranno pubblicati il 30 maggio.

Si evidenzia che all’interno del portale Istanze online sono messe a disposizione specifiche istruzioni, utili per capire come compilare correttamente la domanda di mobilità 2022-23.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network