Proroga cassa integrazione Covid 19, le istruzioni INPS per la nuova domanda

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Proroga cassa integrazione Covid 19, le istruzioni INPS per la nuova domanda CIG con modalità semplificate. Novità anche per la dichiarazione semplificata fruito CIGO e per l'assegno ordinario FIS. Tutte le indicazioni per procedere nel messaggio numero 2101 del 21 maggio 2020.

Proroga cassa integrazione Covid 19, le istruzioni INPS per la nuova domanda

Proroga cassa integrazione Covid 19, dall’INPS istruzioni per aziende e intermediari sulle funzioni semplificate introdotte per procedere con le nuove domande.

Gli strumenti online già disponibili vengono arricchiti e ottimizzati per accorciare i tempi delle richieste.

Come si legge nel messaggio numero 2101 del 21 maggio 2020, le novità riguardano tre operazioni:

  • Copia domanda CIGO;
  • Dichiarazione semplificata fruito CIGO Covid;
  • Duplica domanda Fondi.

Proroga cassa integrazione covid 19, le istruzioni INPS per la nuova domanda

Debutta la versione rivisitata della funzione “Copia domanda Cigo” sul portale INPS, che permette di caricare in maniera rapida di tutti i quadri precompilati e di inviare la richiesta per la proroga della cassa integrazione per coronavirus Covid 19 in pochi passaggi.

Nell’allegato 1 del messaggio INPS numero 2101 del 21 maggio 2020, le istruzioni per procedere.

Per intermediari e aziende, due sono i casi:

  • proroga cassa integrazione per Covid 19 senza alcuna variazione, per procedere bastano due passaggi:
    • indicare le seguenti informazioni:
      • date relative alla proroga della domanda;
      • numero ticket;
      • 5 dichiarazioni (tipologia di pagamento, eventuale dichiarazione di fallimento, …).
    • convalidare e, se superati tutti i controlli previsti, confermare l’invio della domanda.
  • proroga cassa integrazione per Covid 19 con variazione, l’azienda o l’intermediario può modificare, in parte o tutte, le informazioni già presenti nei 9 quadri che compongono la domanda CIGO (incluso il Quadro G) e indicare i dati come nel caso precedente.

In un caso o nell’altro, per procedere è possibile utilizzare la nuova funzione per duplicare la domanda CIGO cliccando sul tasto dedicato e confermando l’azione.

Una volta confermata la volontà di duplicare una precedente domanda, la nuova domanda utile per una proroga della cassa integrazione in modalità semplificata si trova nella sezione “Lavorazione”, sulla spalla sinistra della schermata dove vengono visualizzate tutte le richieste che risultano da completare o convalidare.

Una volta selezionata la domanda, azienda o intermediario possono completare richiesta disponendo di tutti i quadri precompilati.

Nel messaggio INPS numero 2101 del 21 maggio 2020 si legge:

“Sarà dunque sufficiente variare il periodo richiesto e, di conseguenza, i dati di cui al quadro “G” ed eventualmente i lavoratori beneficiari, se differiscono rispetto a quanto riportato nella prima istanza”.

La comunicazione precisa, poi, che i quadri I (Dati sui lavoratori addetti allo stabilimento/cantiere per mansione) e L (Dati su assunzioni, licenziamenti e dimissioni) non sono più obbligatori e che le specifiche causali “Covid 19” prevedono ulteriori semplificazioni:

  • la non compilazione del quadro D (Dati ripresa attività);
  • la non compilazione del quadro N (Dati sulle comunicazioni alle rappresentanze sindacali);
  • l’eliminazione dell’obbligo di allegazione della relazione tecnica o altra documentazione a supporto.
PDF - 418.7 Kb
INPS - Messaggio numero 2101 del 21 maggio 2020, allegato 1
Proroga domande CIGO e fondi di integrazione salariale per l’azienda o l’intermediario.

Proroga cassa integrazione covid 19, le istruzioni INPS per procedere con la dichiarazione semplificata fruito CIGO

Un’altra semplificazione riguarda la “Dichiarazione semplificata fruito CIGO Covid”.

L’INPS mette a disposizione un file excel semplificato, rispetto a quello normalmente in uso per dichiarare il fruito CIGO, da allegare per le domande di proroga cassa integrazione con causale Covid 19.

Excel - 38.5 Kb
INPS - Messaggio numero 2101 del maggio 2020, allegato 2
Dichiarazione fruito CIGO.

La dichiarazione non riguarda tutte le CIGO pregresse ma solo quelle che riguardano l’emergenza coronavirus.

Le istruzioni sulla nuova funzione sono anche la giusta occasione per mettere in chiaro le regole per calcolare le giornate di CIGO effettivamente fruite dall’azienda.

“In concreto, a consuntivo della CIGO richiesta, l’azienda può calcolare esattamente quanti giorni di integrazione salariale sono stati effettivamente fruiti. Dalla somma del numero dei giorni si risale al numero di settimane ancora residue da godere, che si potranno richiedere con una nuova domanda. In caso di superamento dei limiti in base alle settimane autorizzate, si potranno indicare le giornate effettivamente fruite inviando, come detto, l’allegato file excel: il conteggio in base al fruito, secondo le modalità di seguito descritte, potrà pertanto liberare la disponibilità di ulteriori settimane concedibili”.

Bisogna tener presente, come evidenziato dall’INPS, che il conteggio del residuo si basa sul fatto che si considera fruita qualsiasi giornata in cui almeno un lavoratore, anche per un’ora soltanto, sia stato posto in CIG, indipendentemente dal numero dei dipendenti dell’azienda.

Bisogna, poi, dividere il numero delle giornate per 5 o 6 a seconda dell’orario contrattuale prevalente in azienda.

Proroga cassa integrazione covid 19, le istruzioni INPS per procedere una nuova domanda di assegno ordinario FIS

Infine, anche anche la funzione “Duplica domanda”, per l’invio delle domande online che riguardano l’assegno ordinario FIS, Fondi di solidarietà, è stata implementata per una procedura più rapida.

Utilizzando lo strumento “Cerca esiti” è possibile effettuare la duplicazione di una domanda a partire da domande già inviate per causale “COVID-19”, indicando due informazioni:

  • il nuovo periodo di interesse;
  • il tipo di pagamento desiderato, che può essere variato rispetto alla domanda precedentemente inviata.

Una volta indicate le informazioni, è possibile cliccare sul tasto “Invia domanda duplicata Covid”.

In questo caso la funzione non è stata ancora ottimizzata del tutto, nel messaggio si legge:

“Al momento è possibile modificare solo il periodo ed il tipo di pagamento, mentre non è ancora possibile modificare l’elenco dei beneficiari ed il tipo di causale e, qualora si debbano modificare questi parametri, è necessario inviare una nuova domanda con la consueta funzione “Invio domande” nel menu principale dell’applicazione. Con successivo messaggio sarà comunicata la disponibilità delle altre funzioni”.

Infine, si ricorda che per l’invio della domanda duplicata sarà necessario inserire il ticket, selezionando il pulsante “Inserimento ticket domanda duplicata Covid”, senza uscire dalla schermata “Visualizza”.

Tutti i dettagli nel testo del messaggio numero 2101 del 21 maggio 2020.

PDF - 691.2 Kb
INPS - Messaggio numero 2101 del 21 maggio 2020
Semplificazione adempimenti operativi per la compilazione delle domande di cassa integrazione ordinaria e di assegno ordinario. Precompilazione delle domande per le proroghe dei periodi di sospensione: rilascio funzione “Copia/Duplica domanda”. Dichiarazione fruito CIGO COVID.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it