Pensione di vecchiaia e assegno sociale, domande in aumento nel 2020: i dati INPS

Eleonora Capizzi - Pensioni

In aumento le domande di pensione di vecchiaia e per l'assegno sociale: secondo l'osservatorio INPS sui flussi di pensionamento del 28 gennaio 2021 queste prestazioni hanno subito un sensibile incremento nel 2020 rispetto all'anno precedente con un picco particolare riferito alle pensioni di vecchiaia nel settore privato (FPLD) che sono aumentate dell'86%.

Pensione di vecchiaia e assegno sociale, domande in aumento nel 2020: i dati INPS

Aumento sensibile delle domande per la pensione di vecchiaia e l’assegno sociale.

È questo il dato registrato, riferito al 2020 rispetto al 2019, dall’osservatorio INPS sui flussi di pensionamento pubblicato il 28 gennaio 2021.

In particolare, l’Istituto riporta un incremento dell’86% delle pensioni di vecchiaia nel settore privato, ossia quello che attinge al Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD).

Al contempo, si è registrato un sensibile aumento, rispetto al 2019, dell’erogazione degli assegni sociali, ossia di quelle prestazioni di natura assistenziale che l’INPS concede a chi ha almeno 67 anni e riversa in condizioni economiche disagiate.

Ma andiamo a vedere, più nel dettaglio, quali sono state le risultanze relative ai flussi di pensionamento 2019 - 2020 riportate nel documento di monitoraggio INPS aggiornato al 2 gennaio 2021.

Pensione di vecchiaia e assegno sociale, domande in aumento nel 2020: i dati INPS

L’Istituto, già nel comunicato stampa ad accompagnamento del rapporto di monitoraggio sulle pensioni, pone l’accento sull’evidente aumento delle pensioni di vecchiaia con riferimento a tutte le gestioni, con un picco significativo per il settore privato.

Inps- comunicato stampa su monitoraggio flusso pensioni 2019 2020 del 28 gennaio 2021
Inps - comunicato stampa su monitoraggio flusso pensioni 2019 2020 del 28 gennaio 2021

Per il 2020, infatti, si registra un aumento delle pensioni di vecchiaia rispetto all’anno precedente di 98.818 unità, per cui dai 156.995 del 2019 si è passati a 255.813 pensionati nel 2020.

Ciò che è stato enfatizzato, però, è il dato che emerge dall’osservatorio INPS relativo alle pensioni di vecchiaia FPLD: nel 2019 i pensionati erano 39.526 mentre nel 2020 sono aumentati fi a raggiungere quota 73.689, registrando un incremento dell’86%.

L’ammontare complessivo delle pensioni riferite al 2020, invece, è di 795.730, a fronte delle 740.486 nel 2019, un valore riferito sia alle pensioni di vecchiaia, sia ai prepensionamenti per il fondo pensioni dei lavoratori dipendenti (FPLD) e gli assegni sociali, sia alle pensioni anticipate, a quelle di invalidità e a quelle ai superstiti.

L’INPS, riconduce questo incremento alla rimozione della regola dell’aumento progressivo del requisito anagrafico in base all’aspettativa di vita, previsto dalla Legge Fornero, che dal gennaio 2019, in forza del D.L. 28 gennaio del 2019 n. 4, ha di fatto “bloccato” l’età minima di accesso alla pensione di vecchiaia, per entrambi i sessi e per i settori lavorativi dipendenti privati e autonomi, a 67 anni.

In questo senso, non essendosi alzata l’età minima pensionabile dal 2019 al 2020, ne discende, secondo quanto riferito anche dall’Istituto, che la platea dei beneficiari si sia sensibilmente ampliata.

Monitoraggio INPS pensioni 2019-2020: aumentano anche gli assegni sociali

Altro aspetto rilevante, secondo gli indici richiamati dall’INPS, riguarda l’aumento delle prestazioni per gli assegni sociali che sono passate da 39.020 nel 2019 a 68.273 nel 2020.

Si tratta di quella prestazione economica, destinata ai cittadini italiani e stranieri in condizioni economiche disagiate e con redditi inferiori alle soglie previste annualmente dalla legge che, dal 1° gennaio 1996, ha sostituito la pensione sociale.

Anche questo dato in salita dovrebbe avere come motivo il blocco dell’aumento dell’età minima pensionabile che fino al 2019 veniva adeguato all’aspettava di vita, adeguamento che riguardava anche i requisiti per l’accesso all’assegno sociale.

Per una consultazione integrale dei dati registrati dal monitoraggio dei flussi di pensionamento si invita alla consultazione del testo integrale fornito dall’INPS.

INPS - MONITORAGGIO DEI FLUSSI DI PENSIONAMENTO del 28 gennaio 2021
Inps - MONITORAGGIO DEI FLUSSI DI PENSIONAMENTO del 28 gennaio 2021 dal 2019 al 2020

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network