Pagamento cartelle, le date di scadenza dopo la proroga del DL Lavoro

Rosy D’Elia - Imposte

Pagamento cartelle, si riparte con la scadenza del 30 settembre: una panoramica sulle date da considerare dopo la proroga del Decreto Lavoro che ha portato al 31 agosto il termine di sospensione per l'attività di riscossione. Ma non ha toccato la pace fiscale. A fare il punto sul nuovo calendario è proprio l'Agenzia delle Entrate Riscossione con le FAQ, risposte a domande frequenti, aggiornate al 2 luglio.

Pagamento cartelle, le date di scadenza dopo la proroga del DL Lavoro

Pagamento delle cartelle, qual è la prossima scadenza da rispettare? Nessun impegno per l’estate, si riprende il 30 settembre.

Dopo l’ulteriore proroga del Decreto Lavoro che ha allungato la sospensione dell’attività di riscossione fino al 31 agosto, è necessario aggiornare il calendario con le date da tener presente e fare una panoramica che tenga conto delle novità degli ultimi provvedimenti approvati. L’intervento più recente, infatti, non ha toccato in alcun modo gli appuntamenti della pace fiscale.

A fare il punto sul nuovo calendario è l’Agenzia delle Entrate Riscossione con le FAQ, risposte a domande frequenti, aggiornate al 2 luglio.

Pagamento cartelle, le nuove date di scadenza dopo la proroga del DL Lavoro

Il DL n. 99 del 30 giugno 2021, con l’articolo 2, ha modificando calendario della riscossione, fissando la nuova data del 31 agosto per il termine della sospensione.

Riepilogando il testo è intervenuto sui seguenti aspetti:

  • prolungamento del termine di sospensione del versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie che derivano da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agente della riscossione;
  • stop per le attività di notifica di nuove cartelle, degli altri atti di riscossione ma anche delle procedure di riscossione, cautelari ed esecutive, che non potranno essere iscritte o rese operative fino alla fine del periodo di sospensione; e ancora restano in stand by gli obblighi derivanti dai pignoramenti presso terzi effettuati, prima del 19 maggio, data di entrata in vigore del decreto Rilancio, su stipendi, salari, altre indennità relative al rapporto di lavoro o impiego, nonché a titolo di pensioni e trattamenti assimilati;
  • tutto bloccato nei mesi estivi anche per ciò che riguarda le verifiche di inadempienza che le Pubbliche Amministrazioni e le società a prevalente partecipazione pubblica devono effettuare prima di erogare pagamenti di importo superiore a 5.000 euro.

Dal punto di vista operativo, quindi, c’è una nuova data di scadenza da inserire in calendario per i pagamenti delle cartelle riferiti al periodo dall’8 marzo 2020 al 31 agosto 2021: i versamenti dovranno essere effettuati entro il mese successivo al termine del periodo di sospensione e quindi entro il 30 settembre 2021, è questa la data da segnare in rosso.

Sempre entro la stessa data è possibile richiedere una rateizzazione della cifra. Non è necessario versare le somme dovute in un’unica soluzione. A confermarlo è l’Agenzia delle Entrate Riscossione nelle FAQ, risposte a domande frequenti, aggiornate il 2 luglio 2021 sulle misure adottate nel periodo di emergenza Covid.

Pagamento cartelle, il calendario AdER con le date di scadenza dopo la proroga del DL Lavoro

Sul calendario delle date di scadenza è necessario fare una precisazione: il Decreto Lavoro, l’ultimo provvedimento emergenziale approvato, non è intervenuto sulle rate della pace fiscale.

Resta, quindi, confermato per coloro che hanno effettuato nei tempi stabiliti i pagamenti relativi al 2019 il maxi appuntamento del 31 luglio 2021, che automaticamente slitta al 2 agosto perché cade di sabato, con le rate di Rottamazione ter e Saldo e Stralcio scadute nel 2020.

Attualmente, quindi, il calendario dei prossimi appuntamenti rivisto alla luce del DL n. 99/2021 appare come segue.

Data di scadenzaVersamenti/Adempimenti da effettuarePeriodo di scadenza originario
30 settembre Versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento Dall’8 marzo 2020, o dal 21 febbraio 2020 per la primissima zona rossa, al 31 agosto 2021
30 settembre Termine ultimo per richiedere la rateizzazione dei pagamenti dovuti nel periodo di sospensione Dall’8 marzo 2020, o dal 21 febbraio 2020 per la primissima zona rossa, al 31 agosto 2021
31 luglio, ovvero 2 agosto 2021(a cui è applicabile la tollerenza canonica dei 5 giorni) Versamento delle rate di Rottamazione ter e Saldo e Stralcio Nel corso del 2020
30 novembre 2021 Versamento delle rate di Rottamazione ter e Saldo e Stralcio Nel corso del 2021

Bisogna, tuttavia, sottolineare che il lavoro sul Decreto Sostegni bis non è ancora terminato e che già si parla di un possibile nuovo intervento per distribuire i versamenti delle rate della pace fiscale con la conversione in legge del testo.

Nel frattempo tutte le indicazioni da seguire sono contenute nelle risposte a domande frequenti dell’AdER riportate nel documento aggiornato il 2 luglio 2021.

Agenzia delle Entrate Riscossione - Risposte a domande frequenti su provvedimenti emergenziali
FAQ sulle misure introdotte in materia di riscossione dai provvedimenti legislativi emanati nel periodo di emergenza sanitaria Covid 19 aggiornate al 2 luglio 2021.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network