Modello Redditi ENC 2018: bozza, istruzioni e novità

Alessio Mauro - Dichiarazione dei redditi

Modello Redditi ENC 2018 in bozza pubblicato dall'Agenzia delle Entrate: ecco le istruzioni e le principali novità.

Modello Redditi ENC 2018: bozza, istruzioni e novità

Modello Redditi ENC 2018 pubblicato in bozza dall’Agenzia delle Entrate con le relative istruzioni.

Una delle novità che accomuna i modelli di dichiarazione dei redditi 2018 è la scadenza, fissata al 31 ottobre per effetto delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio; il nuovo termine ultimo per la trasmissione telematica riguarda anche gli enti non commerciali ed equiparati.

Alcune delle maggiori novità introdotte dall’Agenzia delle Entrate nella bozza del modello Redditi ENC 2018 riguardano le nuove regole per le branch exemption, le modalità di determinazione del reddito a seguito dell’introduzione del regime di cassa e la modifica dei codici relativi a super ed iper ammortamento.

Di seguito le istruzioni sulle novità introdotte alla dichiarazione dei redditi degli enti non commerciali ed equiparate sono e il modello Redditi ENC 2018 pubblicato in bozza dall’Agenzia delle Entrate.

Modello Redditi ENC 2018: bozza

Si allega di seguito il modello Redditi ENC 2018 pubblicato in bozza dall’Agenzia delle Entrate:

PDF - 397.1 Kb
Bozza modello Redditi ENC 2018
Scarica il modello Redditi ENC 2018 pubblicato in bozza dall’Agenzia delle Entrate il 22 gennaio 2018

Il modello Redditi ENC deve essere presentato entro la scadenza del 31 ottobre 2018 dai seguenti soggetti Ires:

  • enti non commerciali (enti pubblici e privati diversi dalle società, nonché i trust, che non hanno per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali), residenti nel territorio dello Stato;
  • organizzazioni non lucrative di utilità sociale - Onlus (articolo 10 del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460) a eccezione delle società cooperative, comprese le cooperative sociali;
  • società ed enti non commerciali di ogni tipo, compresi i trust, non residenti nel territorio dello Stato curatori di eredità giacenti se il chiamato all’eredità è soggetto all’Ires e se la giacenza dell’eredità si protrae oltre il periodo di imposta nel corso del quale si è aperta la successione.

Sono esclusi gli organi e le amministrazioni dello Stato (compresi quelli a ordinamento autonomo, anche se dotati di personalità giuridica), dei Comuni, dei consorzi fra enti locali, delle associazioni e degli enti gestori di demanio collettivo, delle Comunità montane, delle Province e delle Regioni.

La bozza del modello di dichiarazione pubblicata dall’Agenzia delle Entrate si aggiorna con alcune delle importanti novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2017 e non solo. Vediamole di seguito.

Istruzioni modello Redditi ENC 2018 e novità

Le novità contenute nella bozza di istruzioni per la compilazione del modello Redditi ENC 2018 sono molte ed importanti.

Rimandando al documento dell’Agenzia delle Entrate allegato in fondo alla pagina, si riportano di seguito alcune di queste.

Nelle istruzioni per la compilazione del modello Redditi per gli enti non commerciali ed equiparati viene modificato il Quadro RF relativo alla determinazione del reddito d’impresa in regime di contabilità ordinaria:

  • tra le altre variazioni in aumento (rigo RF31) e in diminuzione (rigo RF55), sono stati inseriti nuovi codici per tenere conto delle modalità applicative del regime di esenzione degli utili e delle perdite delle stabili organizzazioni (“branch exemption”) di imprese residenti di cui all’articolo 168-ter del TUIR previste con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 28 agosto 2017;
  • nel rigo RF50, sono state inserite due nuove colonne per indicare l’agevolazione concessa alle imprese sociali che destinano gli utili e gli avanzi di gestione ad apposita riserva indivisibile in sospensione d’imposta o ad aumento gratuito del capitale sociale (art. 18, commi 1 e 2, del d.lgs. n.112 del 3/7/2017).
  • nel rigo RF55, tra le “altre variazioni in diminuzione”, sono stati previsti nuovi codici per tenere conto della proroga delle disposizioni agevolative riguardanti il super ammortamento e l’iper ammortamento (art. 1, commi 29, 30 e 31, della legge 27 dicembre 2017, n. 205).

Per gli enti in regime di contabilità semplificata e per i contribuenti forfetari al Quadro RG le istruzioni sono state aggiornate per la gestione della nuova modalità di determinazione del reddito secondo il regime di cassa. A tal fine sono stati eliminati, tra l’altro, i righi relativi alle rimanenze finali (righi RG8 e RG9 del modello precedente).

Tra i componenti positivi, (rigo RG2), sono state previste colonne distinte per evidenziare i ricavi da attività in regime forfetario e nel nuovo rigo RG21 i costi forfetizzati.

Vengono inoltre inseriti i nuovi codici relativi alle modalità applicative della branch exemption e per la proroga del super e dell’iper ammortamento.

Per conoscere tutte le novità i lettori possono far riferimento alle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate pubblicate il 22 gennaio 2018:

PDF - 1.8 Mb
Istruzioni modello Redditi ENC 2018
Scarica le istruzioni con tutte le novità relative al modello di dichiarazione dei redditi di enti non commerciali ed equiparati