Esterometro: scadenza al 31 gennaio 2020 anche per le operazioni di novembre 2019

Tommaso Gavi - Comunicazioni IVA e spesometro

Scadenza esterometro al 31 gennaio 2020 sia per le operazioni di dicembre che per quelle precedenti di novembre: il chiarimento è arrivato direttamente dall'Agenzia delle Entrate durante il 3° forum nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili organizzato da Italia Oggi ed in corso di svolgimento a Milano.

Esterometro: scadenza al 31 gennaio 2020 anche per le operazioni di novembre 2019

Esterometro, diversi chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate arrivano direttamente dal terzo Forum dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili organizzato da Italia Oggi.

Tra questi, quello sulla periodicità trimestrale delle comunicazioni dei dati delle fatture transfrontaliere in via telematica che potrà essere applicata anche per il mese di novembre, originariamente in scadenza al 31 dicembre.

L’Agenzia delle Entrate chiarisce che gli effetti della legge di conversione del Decreto fiscale 2020 sono applicati già per le operazioni di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato, relative ai mesi di novembre e di dicembre 2019.

La scadenza del 31 gennaio 2020 per i soggetti IVA è dunque considerata tempestiva.

Esterometro, scadenza al 31 gennaio 2020 per operazioni di novembre e dicembre 2019: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

I chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sulla scadenza dell’esterometro arrivano direttamente dal terzo Forum dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili organizzato da Italia Oggi ed in corso di svolgimento a Milano.

La domanda è una richiesta di conferma delle disposizioni dell’articolo 16 comma 1-bis del DL 124 del 2019, ovvero il Decreto fiscale 2020.

Tale legge ha cambiato la periodicità delle comunicazioni relative alle operazioni di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato da mensile a trimestrale.

La scadenza è stata stabilita "entro la fine del mese successivo al trimestre di riferimento".

L’Agenzia delle Enrate chiarisce che la legge numero 157 del 19 dicembre 2019 che ha convertito il Decreto fiscale è entrata in vigore il 25 dicembre 2019, giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Gli adempimenti su cui la disposizione ha effetto sono, quindi, quelli non ancora scaduti entro tale data.

L’Agenzia delle Entrate conclude rendendo noto che tra questi rientra l’esterometro a partire dal mese di novembre 2019:

"Saranno pertanto considerate tempestive le comunicazioni, effettuate entro il 31 gennaio 2020, relative alle operazioni di novembre e di dicembre 2019".

Esterometro, scadenza al 31 gennaio 2020 per operazioni di novembre e dicembre 2019: l’obbligo per i soggetti IVA

C’è tempo fino al 31 gennaio 2020 per inviare in modalità telematica all’Agenzia delle Entrate i dati delle fatture transfrontaliere emesse e ricevute.

Entro tale data i soggetti IVA devono comunicare le informazioni relative alle operazioni di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato dei mesi di novembre e di dicembre 2019.

Il chiarimento arriva dal terzo Forum dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili che si sta svolgendo a Milano.

La tre giorni, organizzata da Italia Oggi ha come titolo "I professionisti davanti alle sfide dell’economia digitale".

Tra i relatori, oltre all’ex-ministro dell’Economia e delle Finanze Giulio Tremonti, è intervenuto anche Aldo Polito, direttore vicario dell’Agenzia delle Entrate.

Molti i temi presi in esame e gli approfondimenti fiscali.

Tra questi lo scontrino elettronico su cui Marco Cuchel, presidente dell’Associazione Nazionale Commercialisti, ha dato la sua opinione per i i lettori di Informazione Fiscale.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it