Domanda bonus colf e badanti al via: le istruzioni INPS per richiedere l’indennità

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Domanda bonus colf e badanti al via: dal 25 maggio 2020 è possibile richiedere i 500 euro per i mesi di aprile e di maggio, secondo quanto stabilito dal Decreto Rilancio. Debutta online il servizio dedicato all'indennità Covid 19 per lavoratori domestici. Istruzioni INPS su come fare domanda nel messaggio numero 2184 del 26 magio 2020.

Domanda bonus colf e badanti al via: le istruzioni INPS per richiedere l'indennità

Domanda bonus colf e badanti al via, come richiedere i 500 euro mensili? La risposta arriva dall’INPS con il messaggio numero 2184 del 2020.

Attivo e disponibile online il servizio dedicato alla richiesta dell’indennità Covid 19 per i lavoratori domestici.

Con la comunicazione diffusa il 26 maggio, ha fornito le indicazioni da seguire per ottenere le due mensilità a cui si ha diritto.

Come di consueto, al servizio online dedicato alla domanda per il bonus colf e badanti è possibile accedere con le seguenti credenziali:

  • PIN INPS;
  • SPID, Identità digitale;
  • CNS, Carta Nazionale dei Servizi;
  • CIE, Carta di identità elettronica.

Chi non è in possesso di nessuna delle credenziali, può procedere come segue:

  • richiedere il PIN all’INPS utilizzando i canali disponibili:
    • sito internet www.inps.it, utilizzando il servizio “Richiesta PIN”;
    • Contact Center, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa), oppure 06 164164 (a pagamento da rete mobile);
  • richiedere una credenziale SPID, anche con riconoscimento a distanza via webcam, attraverso uno degli Identity Provider accreditati.

Il bonus colf e badanti di 500 euro per i mesi di aprile e maggio può essere richiesto anche tramite i seguenti servizi messi a disposizione dall’INPS ma in ogni caso essendo in possesso dei requisiti:

  • Contact Center Multicanale, telefonando al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente);
  • al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori).
INPS - Messaggio numero 2184 del 26 maggio 2020
Indennità lavoratori domestici di cui all’articolo 85 del decreto-legge 19 maggio 2000, n. 34. Procedura per la presentazione delle domande.

Domanda bonus colf e badanti sul portale INPS: la verifica dei requisiti

Dopo l’accesso al portale, l’INPS oltre a fornire le istruzioni su come fare domanda riepiloga quali sono i requisiti per richiedere il bonus colf e badanti, una somma totale di 1.000 euro per i mesi di aprile e maggio prevista dal Decreto Rilancio.

L’indennità è destinata ai lavoratori domestici, non conviventi con il datore di lavoro, che si trovano nelle condizioni che seguono:

  • hanno almeno un contratto di lavoro domestico attivo validamente iscritto presso la gestione datori di lavoro domestico dell’INPS alla data del 23 febbraio 2020;
  • la durata complessiva dell’orario di lavoro, prevista dall’insieme dei contratti di lavoro attivi alla data del 23 febbraio 2020, è superiore a 10 ore settimanali;
  • non sono titolari di pensione ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità di cui all’articolo 1 della legge 12 giugno 1984, n. 222;
  • non sono titolari di altra tipologia di rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato - fatta salva la titolarità di un rapporto di lavoro di tipo intermittente;
  • non sono percettori di alcuna delle indennità/prestazioni legate all’emergenza Covid-19 di cui al decreto-legge 17 marzo 2020 numero 18 e al decreto-legge 19 maggio 2020, numero 34.

In caso di soggetti che percepiscono una misura di contrasto alla povertà (esempio Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza), l’indennità è riconosciuta comunque fino al raggiungimento della somma di 500 euro mensili ad integrazione della somma percepita a titolo di RDC/PDC.

Bonus colf e badanti, come fare domanda: le modalità di pagamento da indicare

Dopo aver effettuato l’accesso al servizio online per la domanda del bonus colf e badanti, è possibile procedere cliccando su “Presentazione domanda” dal menu che compare sulla sinistra.

Il portale guida l’utente nelle varie fasi, in particolare la procedura prevede le seguenti schermate:

  • visualizzazione dei dati anagrafici del richiedente;
  • inserimento dell’indirizzo, nel caso in cui non si disponga di una residenza sul territorio nazionale è necessario comunicare nella domanda anche il proprio domicilio in Italia.;
  • dichiarazioni per il richiedente;
  • dati per il pagamento;
  • informativa sul trattamento dei dati personali;
  • riepilogo dei dati inseriti.

Per compilare la domanda del bonus colf e badanti, è necessario avere a disposizione il codice IBAN, intestato al richiedente, sul quale avverrà l’accredito dell’importo dovuto in caso di esito positivo. I lavoratori domestici riceveranno per i mesi di aprile e maggio un importo totale di 1.000 euro che sarà erogato in un’unica soluzione.

Sono previste le seguenti modalità di pagamento:

  • bonifico domiciliato presso ufficio postale;
  • accredito su c/c bancario;
  • accredito su c/c postale;
  • libretto postale;
  • carta prepagata con iban.

Domanda bonus colf e badanti sul portale INPS: il manuale di istruzioni

Come si legge nelle indicazioni su come richiedere il bonus colf e badanti, disponibile sul portale INPS, se non si ha certezza di aver inserito correttamente tutti i dati richiesti, è anche possibile lasciare in bozza la domanda.

Ovviamente la pratica per ottenere l’indennità Covid 19 lavoratori domestici di 500 euro per i mesi di aprile e maggio parte soltanto dal momento in cui la richiesta viene effettivamente inviata all’INPS.

Affinché possa essere avviato il processo di lavorazione è necessario che il richiedente confermi i dati inseriti e trasformi lo stato della domanda da “bozza” a “presentata”.

Il portale rilascia al richiedente una ricevuta con un numero identificativo, ma senza il numero di protocollo ed il riferimento della sede INPS di competenza.

Nelle istruzioni si legge:

“La protocollazione avverrà in un secondo momento e sarà inviata al richiedente una notifica per avvisare che ricollegandosi alla sezione Consultazione pratica e pagamenti potrà scaricare la ricevuta completa del numero di protocollo e del riferimento della sede INPS”.

La notifica verrà inviata agli utenti tramite SMS o e-mail agli indirizzi comunicati all’INPS in sede di richiesta del PIN.

Una volta presentata la domanda, usando le funzioni presenti nel menù di sinistra, saranno possibili le seguenti azioni:

  • ristampare la ricevuta;
  • monitorare lo stato della lavorazione della pratica;
  • variare i dati per l’accredito del pagamento.

Tutti i dettagli nel manuale INPS dedicato alle indicazioni su come fare domanda.

INPS - Manuale utente indennità covid 19 per lavoratori domestici
Scarica le istruzioni su come fare domanda per il bonus colf e badanti.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it