Concorsi 2020, per ora si apre uno spiraglio per 61.000 nuovi assunti

Stefano Paterna - Pubblica Amministrazione

Nuovi bandi e concorsi pubblici sono attesi nel 2020: facciamo la panoramica delle assunzioni previste presso INPS, Agenzia delle Entrate, scuola, forze armate e CPI.

Concorsi 2020, per ora si apre uno spiraglio per 61.000 nuovi assunti

Nuovi bandi e concorsi pubblici 2020: facciamo il punto sulle assunzioni previste e sulle novità per chi vuole lavorare nella Pubblica Amministrazione.

Il 15 novembre scorso è terminato il blocco delle assunzioni che impediva il turn over da ben 9 anni e si aprono delle opportunità per chi intende intraprendere una carriera nel pubblico impiego.

Si calcola che nell’arco del triennio 2019-2021 saranno circa 500.000 i nuovi ingressi, anche se in realtà non tutti questi posti potranno essere banditi a concorso perché una parte sarà assegnata ai vincitori e agli idonei di precedenti selezioni, non assunti a suo tempo proprio per l’impossibilità da parte dello Stato di procedere alle nuovi assunzioni a causa dei vincoli di bilancio.

I nuovi concorsi previsti all’inizio del 2020

Per ora i concorsi pubblici che le cui iscrizioni scadono nei primi mesi del prossimo anno mettono in palio 60.823 posti, così articolati:

  1. 1750 posti di volontario VFP1 nelle forze armate per la durata di un anno. Si tratta del secondo blocco di ingressi. La domanda di partecipazione potrà essere inviata tra 24 febbraio e il 24 marzo 2020;
  2. 1750 posti di volontario VFP1 del terzo blocco. In questo caso l’invio della domnda è previsto tra il 19 maggio e il 17 giugno 2020;
  3. infine 1750 posti di volontario VFP1, quarto blocco con invio della domanda tra il 2 settembre e il 1° ottobre 2020;
  4. 616 posti da operatore giudiziario che saranno selezionati tra gli iscritti ai Centri per l’Impiego. In questo caso per conoscere le date di scadenza per le domande è necessario aspettare la pubblicazione dei bandi regionali. Solo la Puglia e le Marche hanno già proceduto a emettere l’avviso di selezione. Pertanto le scadenze varieranno tra la fine del 2019 e l’inizio del prossimo annotazione.
  5. 50.000 docenti della scuola secondaria per il cosiddetto “concorsone”. Si tratta in realtà dei due concorsi ordinario e straordinario per posti comuni e di sostegno;
  6. 1869 assunzioni per l’Inps. In questo caso non si conoscono ancora le scadenze che però dovrebbero essere per l’inizio del 2020;
  7. 2600 posti all’Agenzia delle Entrate. Anche in questo caso il bando non è stato pubblicato e i posti saranno messi in palio nell’arco del triennio 2020/2022 con ben cinque bandi;
  8. 155 posti di Istruttore e 274 di Funzionario per il 2020 nell’ambito dei nuovi ingressi previsti dalla Regione Sicilia per i suo Centri per l’Impiego nel triennio 2019/21;
  9. infine 59 posti per Ispettori scolastici il cui bando sarà probabilmente pubblicato all’inizio del prossimo anno.

Concorsi pubblici e piano assunzioni 2020: sindacati alla finestra

Le organizzazioni sindacali hanno generalmente accolto favorevolmente le dichiarazioni del ministro della pubblica amministrazione Fabiana Dadone in materia di nuove assunzioni.

Tuttavia guardano con preoccupazione all’esiguità delle risorse previste per ora nel disegno di Legge di Bilancio.

“Le risorse in legge di Bilancio - ha avuto modo di dichiarare qualche tempo fa la segretaria confederale della Cgil Tania Scacchetti - seppur un segnale importante, sono insufficienti. È tempo che si diano risposte. Su questo fronte ma anche sulla necessità, attraverso la riforma dell’ordinamento professionale, di valorizzare le lavoratrici e i lavoratori. Così come c’è il bisogno urgente di un piano straordinario di nuove assunzioni. Per tutto questo serve aprire un confronto a tutto campo, individuare una rotta, e avere subito risposte”.

L’obiettivo reale che intendono perseguire le organizzazioni sindacali è quello di andare oltre il semplice turn over del personale e procedere con assunzioni aggiuntive di personale più giovane che possa riportare la macchina della pubblica amministrazione italiana in linea con quelle dei principali Paesi europei.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it