Causa di forza maggiore, la Camera di Commercio rilascia il certificato

Rosy D’Elia - Lavoro

Coronavirus, certificato di causa di forza maggiore per le imprese: il Ministero dello Sviluppo Economico ha affidato alle Camere di Commercio il compito di rilasciarli in lingua inglese per i rapporti con l'estero. Le aziende interessate possono presentare domanda seguendo le indicazioni della circolare MISE del 25 marzo.

Causa di forza maggiore, la Camera di Commercio rilascia il certificato

Coronavirus, la Camera di Commercio competente rilascia il certificato di causa di forza maggiore in lingua inglese: si tratta di uno strumento necessario per le imprese impegnate nell’export e che, in questa condizione di emergenza sanitaria, non riescono a rispettare i contratti di fornitura e gli impegni presi con l’estero.

Con la circolare del 25 marzo del 2020, il Ministero dello Sviluppo Economico affida alle Camere di Commercio il compito di attestare la causa di inadempimenti o ritardi da parte delle imprese italiane.

PDF - 146.5 Kb
MISE - Circolare del 25 marzo 2020
Attestazioni camerali su dichiarazioni delle imprese di sussistenza cause di forza maggiore per emergenza COVID-19

Certificati di forza maggiore in lingua inglese per le imprese: a rilasciarlo è Camera di Commercio

Con il comunicato stampa del 30 marzo, Unioncamere diffonde la notizia che riguarda le attestazioni camerali di sussistenza cause di forza maggiore per emergenza COVID-19 e sottolinea l’importanza del documento per le imprese italiane:

“L’obiettivo del MISE è quello di prevenire danni immediati alle imprese nazionali che si troverebbero nella condizione di subire la risoluzione dei contratti, con pagamento di penali e mancato rientro dai costi della commessa già sostenuti.”

Come si legge nella circolare del Ministero dello Sviluppo Economico, MISE, del 25 marzo 2020, la scelta di affidare questo ruolo alle Camere di Commercio nasce dal fatto che già diverse imprese hanno richiesto il certificato di forza maggiore per l’emergenza coronavirus in atto.

Le clausole presenti in molti contratti di fornitura con l’estero comportano la necessità di produrre le attestazioni per poter invocare la forza maggiore e far fronte all’inadempimento delle obbligazioni.

Certificati di forza maggiore in lingua inglese per le imprese: a rilasciarlo è Camera di Commercio

Per ottenere il certificato di causa di forza maggiore, le imprese interessate devono presentare richiesta alla Camera di Commercio di riferimento.

Le sedi territoriali possono rilasciare dichiarazioni in lingua inglese sullo stato di emergenza in Italia conseguente all’emergenza epidemiologica da COVID-19 e sulle restrizioni imposte dalla legge per il contenimento dell’epidemia.

Nella circolare diffusa dal Ministero dello Sviluppo Economico si legge:

“Con le predette dichiarazioni le Camere di commercio potranno attestare di aver ricevuto, dall’impresa richiedente il medesimo documento, una dichiarazione in cui, facendo riferimento alle restrizioni disposte dalle Autorità di governo e allo stato di emergenza in atto, l’impresa medesima afferma di non aver potuto assolvere nei tempi agli obblighi contrattuali precedentemente assunti per motivi imprevedibili e indipendenti dalla volontà e capacità aziendale.

In questo modo, le imprese hanno uno strumento da utilizzare nelle relazioni con l’estero per dimostrare che gli eventuali inadempimenti o ritardi sono dovuti a fatti e situazioni estranee al loro controllo.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it