Cassa integrazione, proroga domande e copertura totale di marzo: novità nel DL Sostegni

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Cassa integrazione, proroga domande e copertura totale a marzo: gli emendamenti al DL Sostegni intervengono per aggiustare il tiro su alcuni punti caldi della CIG con causale Covid. Nessuna interruzione tra il periodo previsto dalla Legge di Bilancio e le nuove settimane introdotte. Per l'ufficialità si attende la conclusione dell'iter di conversione.

Cassa integrazione, proroga domande e copertura totale di marzo: novità nel DL Sostegni

Cassa integrazione, novità nel testo di conversione del DL Sostegni: arriva la proroga per l’invio delle domande e per la trasmissione dei dati utili per il pagamento, i cui termini risultano scaduti tra il 1° gennaio 2021 e il 31 marzo 2021. Nuova scadenza per i datori di lavoro fissata al 30 giugno 2021.

Inoltre con gli emendamenti approvati in Commissione Bilancio e Finanze del Senato, si colma definitivamente il vuoto nel periodo di copertura: via libera alla fruizione della CIG con causale Covid senza interruzione tra le settimane previste dalla Legge di Bilancio e le nuove introdotte dal DL numero 41 del 2021.

Cassa integrazione, proroga domande: nuova scadenza al 30 giugno 2021

Mentre prende forma il Decreto Sostegni bis, che però non tocca la cassa integrazione, il primo provvedimento omonimo prosegue il suo iter verso la conversione in legge, che rappresenta l’occasione per correggere alcuni punti.

Come ha ampiamento dimostrato questo anno di largo utilizzo della cassa integrazione, di continue proroghe e riscrittura delle norme, le regole di accesso ai trattamenti di integrazione salariale per la riduzione o la sospensione delle attività a causa dell’emergenza Covid 19 sono al centro di un cantiere sempre aperto.

A dimostrarlo, ancora una volta, sono le novità inserite nel testo del Decreto Sostegni con gli emendamenti approvati ieri, 4 maggio 2021, in Senato.

Viene fissata la nuova scadenza del 30 giugno 2021 per i termini scaduti tra il 1° gennaio e il 31 marzo 2021 che riguardano due diversi adempimenti connessi alla CIG Covid:

  • invio delle domande di accesso ai trattamenti di integrazione salariale;
  • trasmissione dei dati necessari per il pagamento o per il saldo.

Per la riapertura dei termini vengono messi a disposizione 5 milioni di euro.

Cassa integrazione, copertura totale di marzo senza interruzione: novità nel DL Sostegni

Con la conversione in legge del Decreto Sostegni, inoltre, si colma definitivamente il vuoto nella copertura di fine marzo.

Sono due le norme che hanno dettato i tempi per beneficare della cassa integrazione 2021 con causale Covid.

Trattamento di integrazione salarialeTermine previsto dalla Legge di BilancioProroga Decreto Sostegno
Cassa integrazione ordinaria 12 settimane accessibili dal 1° gennaio al 31 marzo 2021 13 settimane accessibili dal 1° aprile 2021 al 30 giugno 2021
CIG in deroga e assegno ordinario 12 settimane dal 1° gennaio al 30 giugno 2021 28 settimane accessibili dal 1° aprile al 31 dicembre 2021

Apparentemente risultano tutelati tutti i primi 6 mesi dell’anno. Ma nell’impostazione originaria del DL numero 41 del 22 marzo 2021 che fissa la data del 1° aprile per l’utilizzo delle nuove settimane, se si considera un impiego totale dei giorni a disposizione, alcune date di fine marzo restano scoperte.

Se il calcolo parte dal 4 gennaio 2021, primo giorno lavorativo dell’anno, la disponibilità finisce il 28 marzo 2021.

Dopo un confronto tra INPS e Ministero del Lavoro, con la circolare numero 72 del 29 aprile 2021 è arrivata la soluzione: la cassa integrazione Covid del Decreto Sostegni può essere richiesta a decorrere dall’inizio della settimana in cui si colloca il 1° aprile 2021, quindi da lunedì 29 marzo 2021, presentando una domanda integrativa.

Ma resta ancora un buco: se le 12 settimane si calcolano dal 1° gennaio 2021, la CIG della Legge di Bilancio si conclude il 25 marzo.

Risulta, quindi, necessario un intervento sulla norma, che arriva con la conversione in legge del testo che ha stabilito la possibilità di accedere a nuove settimane di cassa integrazione.

All’articolo 8 del DL numero 41 del 22 marzo 2021, si aggiunge il comma 2-bis che risolve la questione della copertura specificando che i trattamenti possono essere concessi in continuità ai datori di lavoro che abbiano integralmente fruito del periodo previsto dalla Legge di Bilancio.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network