Bonus asilo nido Cassa Commercialisti 2021, pubblicato il bando: rimborsi fino a 1.000 euro

Eleonora Capizzi - Commercialisti ed esperti contabili

Bonus asilo nido Cassa Commercialisti 2021: dalla CNPADC il nuovo bando per richiedere i rimborsi delle iscrizioni fino a 1.000 euro per figlio. I requisiti di ammissione e le istruzioni per fare domanda nel documento diffuso il 23 novembre su sito istituzionale.

Bonus asilo nido Cassa Commercialisti 2021, pubblicato il bando: rimborsi fino a 1.000 euro

Bonus asilo nido commercialisti 2021: la CNPADC (Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza a favore dei Dottori commercialisti) pubblica il nuovo bando per ottenere i rimborsi, per un massimo di 1.000 euro a figlio, delle spese d’iscrizione per l’anno scolastico in corso.

L’iniziativa è rivolta ai commercialisti che siano genitori, madri o padri, al di sotto dei 40 anni e che abbiano presentato nell’anno d’imposta 2020 un reddito professionale non superiore ai 30.000 euro.

Il bando, con il quadro delle regole e dei requisiti, è stato pubblicato sul sito della CNPADC il 23 novembre 2021 ma la domanda per richiedere il bonus asilo nido sarà disponibile solo dal prossimo 1° agosto.

Bonus asilo nido commercialisti 2021, pubblicato il bando: rimborsi fino a 1.000 euro

Quest’anno gli iscritti alla Cassa dei Dottori Commercialisti potranno fruire di un rimborso dei costi sostenuti tra il 1° settembre 2021 e il 31 luglio 2022 per gli asili nido e le scuole d’infanzia dei propri figli.

Ai fini dell’iniziativa, volta ad agevolare la conciliazione tra vita professionale e familiare, sono stati stanziati 2 milioni di euro per le spese di frequenza dell’anno educativo in corso.

I requisiti per ottenere il rimborso, si legge nel bando pubblicato sul sito della CNPADC , sono i seguenti:

  • essere iscritti alla Cassa dei Dottori Commercialisti;
  • avere, al 31 dicembre 2021, un’età anagrafica inferiore a 40 anni;
  • aver dichiarato nell’anno di imposta 2020, nella dichiarazione 2021 quindi, un reddito professionale fino a 30.000 euro;
  • essere in regola con la contribuzione versata.

Dal momento che il beneficio è riconosciuto sia ai dottori che alle dottoresse, se entrambi i genitori presentano i requisiti previsti, la domanda può essere presentata da uno solo dei due.

Il rimborso è pari alla spesa sostenuta appositamente documentata fino 1.000 euro per ciascun figlio. Importo che potrebbe diminuire qualora le domande ammesse superino i 2 milioni di euro a disposizione.

A quel punto, il rimborso verrà riconosciuto nella misura percentuale uguale al rapporto:

2.000.000/ammontare complessivo relativo alle domande accolte”.

Inoltre, nel caso in cui le spese per cui si richiede il rimborso siano state oggetto di altri contributi o sussidi (bonus asilo nido INPS per esempio) la Cassa riconoscerà la differenza.

Asilo nido, bando commercialisti 2021-2022: come presentare domanda

La procedura online per la domanda di rimborso sarà attiva dal 1° agosto 2022 al 30 ottobre 2022, l’unica che potrà essere utilizzata dagli interessati.

A pena di inammissibilità la richiesta dovrà essere inoltrata esclusivamente tramite il servizio telematico DAS presente sul sito www.cnpadc.it , una per ciascun figlio per cui si vuole usufruire del contributo.

Alla domanda dovranno essere allegati, sempre a pena di inammissibilità, i seguenti documenti:

  • il proprio documento di identità in corso di validità.
  • le ricevute di pagamento fiscalmente valide, recanti l’indicazione dell’asilo nido/scuola dell’infanzia, in cui siano disponibili le seguenti informazioni:
    • l’indicazione del figlio o del genitore iscritto richiedente il contributo o dell’altro genitore, a patto che vi sia anche il nominativo del figlio;
    • le spese di iscrizione e frequenza di un asilo nido nell’anno educativo dal 1° settembre 2021 al 31 luglio 2022. Qualora queste informazioni non dovessero essere riportate nella ricevuta, bisognerà allegare l’attestazione di iscrizione e frequenza rilasciata dall’asilo nido o alla scuola dell’infanzia frequentati, dalla quale dovranno risultare le generalità del richiedente e quelle del figlio.

Sarà necessario allegare solo le ricevute di pagamento nel limite della somma rimborsabile, ossia 1.000 euro.

Infine, nel caso si tratti di fatture in cui sia indicata la possibilità del pagamento successivo, bisognerà allegare anche la documentazione che provi il saldo avvenuto.

CNPADC - bando asili nido e scuole infanzia del 26 ottobre 2021
RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE PER LE RETTE DI ASILI NIDO E SCUOLE DELL’INFANZIA

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network