Aiuti di Stato oltre i massimali, restituzione degli importi tramite la dichiarazione dei redditi 2022

Rosy D’Elia - Dichiarazioni e adempimenti

Aiuti di Stato oltre i massimali, restituzione degli importi tramite dichiarazione dei redditi 2022. Si avvicina la scadenza: le istruzioni su come procedere nella FAQ dell'Agenzia delle Entrate dedicata alle modalità per operare lo scomputo delle eccedenze dalle somme ricevute

Aiuti di Stato oltre i massimali, restituzione degli importi tramite la dichiarazione dei redditi 2022

Aiuti di Stato oltre i massimali, anche la dichiarazione dei redditi 2022 può essere utilizzata per la restituzione degli importi.

È una delle modalità di scomputo delle eccedenze da altri bonus, contributi o agevolazioni a cui si ha diritto su cui l’Agenzia delle Entrate ha fornito istruzioni con l’ultima delle FAQ, risposte a domande frequenti, fornita sul tema.

Le indicazioni su come procedere alla luce della scadenza del 30 novembre 2022.

Aiuti di Stato oltre i massimali e dichiarazione dei redditi: la FAQ delle Entrate

La possibilità di beneficiare degli Aiuti di Stato è legata al rispetto di precisi limiti e condizioni: per rispondere all’emergenza sanitaria è stato adottato uno specifico quadro temporaneo di riferimento per i soggetti beneficiari di aiuti, contributi a fondo perduto, bonus erogati proprio per contrastare la crisi pandemica.


L’autodichiarazione in scadenza a fine mese è utile anche a monitorare che non siano stati superati i massimali previsti.

Chi ha ricevuto importi che superano le soglie stabilite dall’UE, infatti, deve procedere alla restituzione delle somme e ha tre modalità per farlo:

  • utilizzo dei massimali più elevati introdotti medio tempore;
  • riversamento tramite modello F24;
  • scomputo da aiuti successivi.

Su questo ultimo punto l’Agenzia delle Entrate con l’ultima FAQ pubblicata sul tema chiarisce che sono state previste due modalità per procedere:

  • scomputare gli importi eccedenti i massimali tramite le domande di alcuni contributi a fondo perduto o crediti d’imposta:
    • Bonus tessile;
    • Credito d’imposta per investimenti nel Mezzogiorno, ZES e Sisma (modello CIM);
    • CFP wedding, intrattenimento, horeca;
    • CFP servizi di ristorazione collettiva;
    • CFP discoteche e sale da ballo;
    • Credito d’imposta locazioni imprese turistiche;
    • Credito di imposta per l’IMU in favore del comparto del turismo;
    • Credito d’imposta per le imprese agricole e agroalimentari;
  • utilizzare la dichiarazione dei redditi 2022 per ridurre in misura pari agli importi dovuti il valore di alcuni crediti d’imposta maturati.

Aiuti di Stato oltre i massimali, restituzione degli importi tramite dichiarazione dei redditi

In vista della scadenza del 30 novembre 2022 vale la pena soffermarsi su questo ultimo punto con le istruzioni fornite dall’Agenzia delle Entrate a coloro che hanno beneficiato di Aiuti di Stato oltre i massimali.

“È possibile utilizzare alcuni crediti d’imposta da quadro RU elencati nella “Tabella codici aiuti di Stato” presente in calce alle istruzioni dei modelli REDDITI 2022, riducendo l’importo residuo da riportare nella successiva dichiarazione dei redditi (e nei limiti di tale residuo). Trattasi, in particolare dei crediti individuati dai seguenti codici aiuto nella predetta “Tabella codici aiuti di Stato”: 54, 55, 56, 58, 61, 69 e 71”.

Si legge nel portale AdE.

In particolare, quindi, è possibile utilizzare questa modalità di restituzione nel caso in cui si abbiano a disposizione i seguenti aiuti.

Codice AiutoDescrizioneNorma
54 Credito d’imposta Formazione 4.0 Art. 1, c. 46-56, L. 205/2017
55 Credito d’imposta Esercenti impianti distribuzione carburante Art. 1, c. 924-925,
L. 205/2017
56 Credito d’imposta Investimenti pubblicitari Art. 57-bis, D.L. n. 50/2017
57 Credito d’imposta DTA banche in liquidazione coatta amministrativa Art. 169,
D.L. n. 34/2020
58 Credito d’imposta Commissioni per pagamenti elettronici Art. 22, D.L. n. 124/2019
61 Credito d’imposta maggiorazione per gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo per le imprese operanti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia Art. 1, comma 185, L. n. 178/2020
69 Credito d’imposta pagamento canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria Art. 67-bis, D.L. n. 73/2021
71 Credito d’imposta per le imprese che effettuano attività di ricerca e sviluppo per farmaci nuovi, inclusi i vaccini Art. 31, D.L. n. 73/2021

Aiuti di Stato oltre i massimali, le istruzioni per la restituzione tramite dichiarazione dei redditi

L’Agenzia delle Entrate fornisce anche le istruzioni da seguire per compilare il modello Redditi 2022 e procedere con la restituzione degli Aiuti di Stato fruiti oltre i massimali.

Dal punto di vista operativo è necessario indicare il codice 1 nella casella “Situazioni particolari”.

L’intero importo relativo a uno dei crediti d’imposta riportati in tabella, e su cui si vuole effettuare lo scomputo, deve essere indicato nella sezione I del quadro RU, rigo RU5, colonna 3.

Nella colonna 2 del rigo RU12, invece, va inserito il residuo del credito ridotto dell’importo da riversare, barrando la casella 1 dello stesso rigo.

L’Agenzia delle Entrate porta come esempio un credito totale maturato nel 2021 pari a 10.000 euro e la necessità di riversare 5.000 euro per aver superato i massimali previsti per gli Aiuti di Stato.

Ponendo il caso di aver utilizzato 2.000 euro nel 2021, ha a disposizione ancora 8.000 euro totali, dovendone restituire 5.000 il residuo da indicare nel rigo R12, colonna 2, sarà pari a 3.000 euro.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network