TFS dipendenti pubblici, quando arriva? Dall’INPS i tempi di pagamento

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

TFS dipendenti pubblici, quando arriva l'importo del trattamento di fine servizio? A fare il punto dei tempi di pagamento della liquidazione è l'INPS, che nel comunicato stampa del 26 agosto 2022 evidenzia le particolarità previste per chi accede a Quota 100.

TFS dipendenti pubblici, quando arriva? Dall'INPS i tempi di pagamento

TFS dipendenti pubblici, quando arriva una volta cessato il rapporto di lavoro?

A fare il punto dei tempi di pagamento del trattamento di fine servizio è l’INPS, che nel comunicato stampa del 26 agosto 2022 evidenzia le regole previste caso per caso, con un focus specifico relativo a Quota 100 e in generale a chi accedere alla pensione anticipata.

Più breve il termine di pagamento della liquidazione in caso di inabilità o decesso del lavoratore, fissato a 105 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro. In caso di pensione invece i tempi si allungano e per il TFS bisogna attendere almeno 12 mesi, termine che passa a 24 mesi in tutte le altre ipotesi di cessazione del rapporto di lavoro.

Per chi accede a Quota 100 sono previste regole specifiche, con la possibilità di ottenere un anticipo del TFS spettante in via ordinaria non dalla data di accesso alla pensione anticipata bensì da quella in cui si perfezionano i requisiti previsti dalla legge Fornero.

TFS dipendenti pubblici, quando arriva? Dall’INPS i tempi di pagamento

Non è univoco, ma legato al motivo della cessazione del rapporto di lavoro. Questo uno dei primi aspetti evidenziati dall’INPS nel comunicato stampa del 26 agosto 2022, con il quale vengono riepilogati i tempi di pagamento del TFS per i dipendenti pubblici.

La normativa vigente prevede il pagamento in tempi rapidi in caso di cessazione dovuta a inabilità o decesso del lavoratore, e l’accredito della liquidazione avviene entro 105 giorni.

Un anno di attesa minimo invece per chi termina l’attività lavorativa una volta raggiunti i requisiti per la pensione, ossia i limiti di età o di servizio.

In tutti gli altri casi, come ad esempio in caso di dimissioni o licenziamento, i dipendenti pubblici devono attendere almeno 24 mesi prima del pagamento del TFS.

Questi i termini generali di pagamento del trattamento di fine servizio per i dipendenti statali.

Causa cessazione rapporto di lavoroPagamento TFS
Disabilità o morte entro 105 giorni
Raggiungimento limite di età o servizio 12 mesi
Altri casi - ad es. dimissioni o licenziamento 24 mesi

TFS dipendenti pubblici: pagamento in un’unica soluzione o a rate

Regole specifiche anche in relazione all’importo del TFS dovuto.

Così come evidenziato dal comunicato stampa dell’INPS, il pagamento può avvenire nelle seguenti modalità:

  • in un’unica soluzione, se l’ammontare complessivo lordo è pari o inferiore a 50.000 euro;
  • in due rate annuali, se l’ammontare complessivo lordo è superiore a 50.000 euro e inferiore a 100.000 euro;
  • in tre rate annuali, se l’ammontare complessivo lordo è pari o superiore a 100.000 euro.

In caso di pagamento del TFS a rate, la seconda sarà riconosciuta entro 12 mesi dalla data di decorrenza del diritto, mentre la seconda entro 24 mesi.

Sui tempi di erogazione l’INPS specifica inoltre che si aggiungono 90 giorni relativi agli adempimenti istruttori, nel corso dei quali non maturano gli interessi di mora. Una regola prevista considerando che il pagamento del TFS è legato anche alla celerità di trasmissione da parte delle singole amministrazioni dei dati relativi al rapporto di lavoro per il calcolo dell’importo.

Anticipo TFS per i dipendenti pubblici con Quota 100 e pensione anticipata

Regole specifiche infine per chi accedere alla pensione anticipata, come nel caso di Quota 100.

In questo caso l’INPS ricorda che i tempi per il pagamento del TFS partono non dalla data di collocamento a riposo bensì da quella in cui si raggiunge il diritto anagrafico o contributivo più favorevole tra quelli ordinari previsti dalla riforma Fornero.

Un disallineamento temporale per il quale è stata prevista la possibilità per i dipendenti pubblici di ottenere un anticipo del TFS, presentando domanda a banche o intermediari finanziari che aderiscono all’accordo quadro sottoscritto tra ABI e ministeri di ottenere un importo fino a 45.000 euro.

Una possibilità confermata anche per l’anno in corso, e sarà pubblicato a breve in Gazzetta Ufficiale il rinnovo dell’accordo.

INPS - comunicato stampa del 26 agosto 2022
Trattamento di fine servizio ai dipendenti pubblici (TFS): riepilogo dei termini di pagamento

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network