Invalidità civile INPS: il medico può inserire manualmente la sospensione per l’assenza alla visita

Francesco Rodorigo - Leggi e prassi

Invalidità civile INPS: se il titolare del trattamento non dovesse presentarsi alla visita di verifica straordinaria, il medico potrà inserire manualmente la sospensione della pensione per assenza. I soggetti che non si presentano dovranno fornire una giustificazione adeguata per non perdere il beneficio. Lo comunica l'Istituto nel messaggio n. 4029 dell’8 novembre 2022.

Invalidità civile INPS: il medico può inserire manualmente la sospensione per l'assenza alla visita

Invalidità civile INPS: in caso di assenza alla visita di verifica il medico potrà inserire manualmente la sospensione del trattamento.

A comunicare l’introduzione della nuova funzionalità è l’INPS tramite il messaggio n. 4029 dell’8 novembre 2022.

In caso di assenza alla visita di verifica, il titolare del trattamento dovrà fornire una giustificazione adeguata e fissare una nuova visita.

Senza giustificazione o se le motivazioni non dovessero risultare adeguate la pensione sarà revocata.

Invalidità civile INPS: il medico può inserire manualmente la sospensione per l’assenza alla visita

L’INPS tramite il messaggio n. 4029 dell’8 novembre 2022 comunica che è stata introdotta una nuova funzionalità nella proceduraAccertamenti Ispettorato Tecnico Medico Legale”, che permette di gestire in modo automatizzato le assenze dei titolari di pensione di invalidità civile convocati per una visita.

Con questa nuova funzionalità, nel caso in cui i soggetti non dovessero presentarsi alla visita di verifica straordinaria, il medico o l’operatore sanitario può inserire manualmente la sospensione del trattamento per “assenza a visita”.

La registrazione dell’assenza nella procedura, infatti, determina una sospensione immediata e automatica della prestazione sul “DataBase Pensioni”, come specificato dell’articolo 37 della legge n. 448/1998 e dell’articolo 20, comma 2, del DL n. 78/2009.

Qualora, l’assenza non dovesse essere registrata nel sistema, questa sarà comunque registrata automaticamente allo scadere del terzo giorno dalla data di convocazione.

Invalidità civile INPS: l’assenza ingiustificata alla visita di verifica comporta la revoca del trattamento

In seguito ad una eventuale sospensione della pensione di invalidità civile a causa di un’assenza alla visita, l’interessato riceverà una comunicazione generata durante la procedura.

Questa, oltre all’avviso di sospensione, contiene l’invito per il beneficiario del trattamento a presentare una motivazione adeguata che giustifichi l’assenza, che dovrà essere presentata entro 90 giorni.

Se le argomentazioni presentate dovessero essere ritenute idonee verrà meno la sospensione e sarà ripreso l’iter di verifica, per cui il beneficiario del trattamento di invalidità civile riceverà una comunicazione con la data per effettuare la nuova visita medica.

In caso contrario, cioè se le motivazioni per l’assenza non dovessero essere giudicate idonee oppure non dovessero essere presentate entro lo scadere dei termini previsti, l’INPS provvederà alla revoca definitiva del beneficio economico, a partire dalla data di sospensione.

Il procedimento di revoca sarà poi formalizzato tramite una successiva comunicazione da parte dell’Istituto.

INPS - Messaggio n. 4029 dell’8 novembre 2022
Invalidità civile. Gestione automatizzata “Assenti a visita” nella procedura “Accertamenti Ispettorato Tecnico Medico Legale”

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network