Accise sul carburante: riduzione del prezzo di benzina e gasolio fino all’8 luglio 2022

Francesco Rodorigo - Imposte

La riduzione delle accise sul carburante è prorogata fino all'8 luglio 2022. Si continuerà ad applicare lo sconto di 30,5 centesimi sul prezzo di gasolio e benzina. Inoltre, al gas metano si applica un'aliquota IVA del 5 per cento. Il Garante per la sorveglianza dei prezzi si occuperà di evitare eventuali speculazioni. Lo prevede il nuovo decreto approvato dal Consiglio dei Ministri n. 75 il 2 maggio 2022.

Accise sul carburante: riduzione del prezzo di benzina e gasolio fino all'8 luglio 2022

Accise sul carburante, la riduzione del prezzo di gasolio, benzina e GPL è stata prorogata fino all’8 luglio 2022.

Il taglio delle aliquote di accisa è di 30,5 centesimi per benzina e gasolio e di 10,5 centesimi per il GPL. Il provvedimento tiene conto anche del gas naturale usato per autotrazione, metano, per cui l’aliquota IVA è fissata al 5 per cento, mentre l’aliquota di accisa è portata a zero.

Per garantire la corretta applicazione delle aliquote i gestori di depositi e impianti dovranno inviare all’Agenzia delle Dogane la comunicazione sulle quantità di carburante in giacenza entro il 15 luglio 2022.

Infine, per evitare il rischio di eventuali speculazioni sarà Mister Prezzi a monitorare l’andamento dei prezzi.

Lo ha deciso il Consiglio dei Ministri n. 75 con il decreto n. 38 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 101 il 2 maggio.

Accise sul carburante: riduzione del prezzo di benzina e gasolio fino all’8 luglio 2022

Il Consiglio dei Ministri n. 75 ha approvato il 2 maggio 2022 il decreto n. 38/2022, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 101, che prevede l’estensione del periodo di applicazione della riduzione delle accise sul carburante.

Il taglio dei prezzi di benzina, gasolio e GPL sarà applicato dal 3 maggio fino all’8 luglio 2022. Fino a questa data si continuerà ad applicare lo sconto di 30,5 centesimi al litro per benzina e gasolio e di 10,5 centesimi al litro per il GPL.

Il precedete decreto (n. 6/2022), che a sua volta estendeva i termini previsti dal decreto energia, era infatti in vigore fino al 2 maggio 2022 e il Governo ha deciso di estendere nuovamente il periodo di riduzione dei prezzi.

Nella tabella è riportata la rideterminazione delle accise, che non è cambiata rispetto agli ultimi due decreti:

BenzinaGasolioGPL
478,40 euro per 1000 litri 367,40 euro per 1000 litri 182,61 euro per mille chilogrammi

Questo si traduce, come abbiamo potuto vedere ultimamente, in uno sconto alla pompa di 25 centesimi per benzina e gasolio e di 8,5 centesimi per il GPL a cui una volta sommata l’IVA consentono uno sconto totale di:

  • 30,5 centesimi per benzina e gasolio;
  • 10,5 centesimi per il GPL.

Rispetto ai precedenti interventi, il decreto estende le agevolazioni anche al gas metano. Per il gas naturale usato per l’autotrazione, infatti, l’accisa viene portata a zero e si applica un’aliquota IVA del 5 per cento.

Accise sul carburante ridotte fino all’8 luglio 2022, in campo Mister Prezzi

Il decreto n. 38 /2022 prevede anche delle misure per verificare la corretta applicazione delle aliquote e contrastare eventuali tentativi di speculazione.

Le disposizioni per garantire l’applicazione corretta dei nuovi valori erano già state previste dal decreto energia n. 21/2022.

I gestori dei depositi di carburante e delle stazioni di servizio dovranno trasmettere, entro il 15 luglio 2022, all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli la comunicazione relativa alle quantità di carburante in giacenza alla data dell’8 luglio.

La mancata comunicazione nei tempi stabiliti, o l’invio di dichiarazioni false, comporterà una sanzione che va dai 500 ai 3.000 euro secondo le modalità previste dal Testo Unico delle accise (n. 504/1995).

Infine, per prevenire il rischio di tentativi di speculazione, sarà Mister Prezzi a monitorare i prezzi di vendita sul territorio, avvalendosi della collaborazione dei Ministeri e del supporto operativo della Guardia di Finanza. Il Garante della sorveglianza dei prezzi potrà incaricare gli agenti di condurre verifiche a seguito delle segnalazioni ricevute.

La GdF avrà accesso a tutta la documentazione e i dati relativi alle quantità di carburante in giacenza e ai relativi impianti.

Consiglio dei Ministri - decreto legge n. 38 del 2 maggio 2022
Disposizioni in materia di accisa e di IVA sui carburanti.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network